Wolff rivela: “PU Ferrari più potente di 50 cavalli ma sappiamo come recuperare”

La Ferrari è sotto i riflettori. E’ bastato presentarsi dopo la pausa estiva con una macchina performante per far drizzare le antenne alla concorrenza che ha iniziato ad insospettirsi. L’imputato di un processo che sin troppo spesso si è tenuto su giornali e siti specializzati è il V6 turbo ibrido sfornato da Maranello. Che la Ferrari abbia sempre goduto di velocità di punta mirabili è un fatto acclarato sin dalla prima gara. Ciò grazie ad un concetto aerodinamico basato sul low drag. Ma da Monza, ossia quando la SF90 è stata dotata della specifica n°3, la forbice velocistica si è allargata ulteriormente. Una Rossa che contestualmente ha anche iniziato a sfruttare al meglio le gomme Pirelli cogliendo pole a raffica che, in tre occasioni, si sono tramutate in vittorie.

Wolff rivela: "PU Ferrari più potente di 50 cavalli ma sappiamo come recuperare"
Il “contestatissimo” propulsore della Ferrari SF90

Alle insinuazioni giornalistiche sono seguiti gli atti formali. E quelli non possono esser prodotti da un professionista della penna. Sarebbe comodo. No, ad agitare le acque è arrivata una richiesta ufficiale di chiarimenti fatta pervenire ai delegati FIA dalla Red Bull, il team che più di ogni altro ha espresso sospetti sulla legalità di alcuni espedienti che si sono inventati nelle segrete stanze dei motoristi emiliani. L’organo di controllo, investito da un richiesta certificata, non ha potuto non rispondere. E lo ha fatto a mezzo di disposizioni atte a chiarire il corretto utilizzo-funzionamento delle power unit.

Prima di Austin l’equipe di commissari diretta da Tombazis ha fatto chiarezza sui flussometri (leggi qui); ieri, a ridosso del GP del Brasile (leggi l’anteprima), è stato il turno della chiarificazione del corretto uso dei liquidi refrigeranti. Proprio queste sono le aree che, secondo le avversarie, la Ferrari interpreterebbe in maniera un po’ “libertina”. Per ora non c’è prova di colpevolezze, finchè la FIA non emanerà una sentenza di condanna ogni sistema deve considerarsi legale. Ma queste continue precisazioni, unite alle deludenti prestazioni motoristiche della Rossa negli Stati Uniti (per le quali esistono provate attenuanti), continuano ad alimentare un chiacchiericcio fastidioso.

Una cosa, in ogni caso, emerge chiara da questo marasma: la power unit Ferrari è riconosciuta essere la più potente del lotto. Chi parla di vantaggio di 70 cavalli, chi di 20, chi di 40. Numeri un po’ sparati a casaccio e che ben si sposano col clima natalizio che sta per arrivare. Alla tombolata si è aggiunto anche Toto Wolff che, da fine stratega, non ha mai tuonato accuse manifeste al Cavallino Rampante, nascondendosi spesso dietro un atteggiamento di sorpresa nell’osservare le performance dei concorrenti italiani (leggi qui). Il team principal della Mercedes, che diserterà il Gp di Interlagos, ha parlato ad Autosport di questo presunto vantaggio in cavalleria del motore Ferrari: “Abbiamo verificato che la Ferrari ci è davanti di circa 50 cavalli, anche se è un dato fluttuante. Ma è chiaro che la tendenza sia all’aumento“.

Wolff rivela: "PU Ferrari più potente di 50 cavalli ma sappiamo come recuperare"
Ferrari e Mercedes in azione

Una cifra che, realisticamente, sembra esagerata e che Wolff ritiene possa essere colmata durante la pausa invernale: “Sappiamo dove intervenire. Se saremo in grado di prendere tutte le misure necessarie dovremmo essere capaci di riequilibrare questo divario“. Parole che suonano come una sfida lanciata a Maranello per il 2020. La Mercedes, insomma, ritiene di poter produrre un motore altrettanto prestazionale e soprattutto fa intendere di aver capito quali siano i segreti che spingono la PU Ferrari a quegli stratosferici livelli di potenza. E se Mercedes ha compreso l’inghippo e intende sfruttarlo vuol dire che ciò che attualmente fanno in Ferrari è del tutto legale. E’ semplice logica

Autore: Diego Catalano@diegocat1977

Foto: Mercedes, Ferrari

Related Articles

2 COMMENTS

  1. ahahahaha, ma come, le direttive tecniche chieste alla FIA allora non hanno bloccato la potenza Ferrari, se adesso anche la mercedes sa come recuperare quei 50cv, vuol dire che la potenza della Ferrari non è mai stata illegale

  2. @giacomo, teoricamente vuol dire anche che qualcuno ha parlato, il che è gravissimo, perchè non ci credo nemmeno per sbaglio che lo abbiano capito così, guardando due telemetrie o il cofano aperto….

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

3,584FansLike
1,032FollowersFollow
3,807FollowersFollow

Meteo Prossimo GP

Le Castellet
cielo sereno
24.6 ° C
28.3 °
22.7 °
57 %
4kmh
3 %
Gio
25 °
Ven
27 °
Sab
28 °
Dom
29 °
Lun
28 °
- Advertisement -

Latest Articles

- Advertisement -