Analisi Tecnica Ferrari SF1000: ecco l’ala posteriore a cucchiaio

0
Anteprima GP Austria 2020
il sistema DRS della Ferrari SF1000

Analisi Tecnica Ferrari SF1000: ecco l’ala posteriore a cucchiaio


La prima settimana di test pre-stagionali, l’ultima nata in casa Ferrari non è sembrata troppo pimpante. Diversi problemi di assetto ed inconvenienti tecnici hanno reso più complicato del previsto la situazione. Nella mattinata della seconda settimana di test nel circuito catalano di Montmelòla Ferrari ha portato subito in pista una diversa configurazione di ala posteriore, montata sulla sua SF1000.

Il mainplane, rispetto all’ala tradizionale con profilo rettilineo, presenta una forma a cucchiaio. Una prima novità che potrebbe essere correlata “solo” a determinate tipologie di pista come per esempio l’interessante circuito azero di Baku, e non essere ottimizzata per una pista da alto carico come quella di Barcellona, su cui il team italiano sta cercando soprattutto di risolvere l’annoso problema della non correlazione dati tra la raccolta dati in pista e quella effettuata in fabbrica.

Analisi Tecnica Ferrari SF1000
ecco l’ala posteriore a “cucchiaio” della Ferrari SF1000

Proprio per una non ottima correlazione del pacchetto aerodinamico iniziale, la storica scuderia italiana non introdurrà in questa ultima tre giorni di test tutte le novità aerodinamiche pianificate settimane fa. Risulta molto più opportuno procedere per piccoli passi, cercando di installare poche novità per volta. L’ala posteriore è una di queste.

Il mainplane con profilo a cucchiaio è il compromesso a due parametri tecnici contrastanti in F1: il carico aerodinamico e la resistenza all’avanzamento. Con la parte centrale si va ad ottimizzare la generazione di carico aerodinamico mentre nelle parti esterne si “alleggerirà” il profilo per ottimizzare la resistenza all’avanzamento.

Autore: PG – @smilextech 

Foto: Alessandro Arcari – @berrageizf1

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui