F1 Live 19 aprile 2020

0
F1 Live 19 aprile 2020
F1 Live 19 aprile 2020

F1 Live 19 aprile 2020: Rosberg e le emozioni

Raggiunto dai microfoni del web magazine tedesco Der Standard, il campione del mondo 2016 parla delle emozioni personali facendo un parallelismo con la Formula Uno. Ecco uno stralcio delle dichiarazioni del trentaquattrenne di Wiesbaden.

“La sensazione che vivi alla partenza di una gara può essere paragonata a quando in sala parto guardi tuo figlio nato da pochi minuti. É una situazione molto intensa e non hai idea di cosa accadrà.

Nico Rosberg
Nico Rosberg, campione del mondo 2016

Mentre invece, la gioia di una vittoria è un po’ come quando prendi per la prima volta in braccio tuo figlio. Senza dubbio i sentimenti che provi nella sfera privata sono maggiori, ma forse l’esempio aiuta a rendere l’idea…”

F1 Live 19 aprile 2020: Norris e il simulatore

Senza dubbio la giovane età aiuta. Durante lo stop forzato, il talento della McLaren dedica ore a una delle sue grandi passioni: i videogiochi. Trasmettendo molto spesso le use gesta via Twitch, Lando ammette di dedicare molte ore a questa pratica…

“Non sono sempre su un simulatore. Gioco ad altri giochi come Rocket League, Escape From Tarkov o Call of Duty. Specialmente quando sono in streaming, mi intrattengo con diversi giochi. Detto questo, senza dubbio gran parte del mio tempo lo passo al simulatore.

Lando Norris
Lando Norris, scuderia McLaren

“Parliamo di circa quattro o cinque ore al giorno. Cambia a seconda della competizione o di come mi sento. Se non voglio concentrarmi troppo mi rilasso giocando a Call of Duty o qualcosa del genere…”


F1 Live 19 aprile 2020: Sainz e la tecnica…

Il madrileno sta cercando di ingannare il tempo trovando nuovi interessi. Grazie all’aiuto del suo ingegnere, il pilota della McLaren approfitta della quarantena per cercare di saperne di più su come funziona la sua vettura, oltre che provare a carpire i segreti della Formula Uno

Carlos Sainz
Carlos Sainz, pilota McLaren

Ecco le sue parole: “Di recente ho avuto l’idea di seguire corsi di ingegneria online con il mio ingegnere Tom Stallard. Vorrei capire più specificamente e tecnicamente, come funzionino certe parti di una monoposto. Non so l’impegno online sarà sufficiente per imparare, ma mi tiene occupato e migliorerà la mia comprensione della Formula Uno

F1 Live 19 aprile 2020: Andrea Seidl e la grava situazione economica

La grave emergenza Covid-19 ha creato un’emorragia  finanziaria senza eguali, alla quale la Formula Uno ovviamente non di può certo esimente. Sotto questo aspetto, il team McLaren ha deciso di estendere l’Erte per i suoi dipendenti. A tal proposito, ecco le parole del team principal tedesco della storica scuderia inglese.

Andreas Seidl
Andreas Seidl, team principal della McLaren

“La maggior parte dei finanziamenti proviene dalle entrate delle corse. Per questo dobbiamo mettere in atto tutte le misure possibili per superare questa crisi. Abbiamo ridotto i salari e abbiamo impiegati in “ERTE”. Grazie all’accordo con la FIA e altri team, la fabbrica si è fermata”.


F1 Live 19 aprile 2020: Andretti tra Formula Uno e IndyCar

Il campione del mondo italo americano è stato recentemente intervistato dal web magazine italiano Motorbox. All’italo americano piacerebbe vedere i piloti di Formula Uno cimentarsi nelle gare americane i IndyCar, cosi come dare la possibilità ad alcuni giovani talenti statunitensi di correre nella massima categoria del motorsport. Ecco uno stralcio dell’intervista.

“Mi piacerebbe vedere piloti che ora sono al vertice della loro carriera andare avanti e indietro tra F1 e IndyCar. Quanto sarebbe bello vedere un Leclerc o qualcun altro a quel livello lì venire qua e fare una gara Indy! Mi piacerebbe anche vedere certi giovani americani, uno in particolare Colton Herta, avere la possibilità di fare una prova con una squadra al vertice in F1.” 

Mario Andretti
Mario Andretti , campione del mondo di Formula 1978

“È uno che ha la volontà di arrivare in F1, ma come è stato per me, dovrebbe essere con una macchina in grado di vincere. Bisogna avere il mezzo, è l’unico modo per dimostra di cosa sei capace. È una cosa che sarebbe interessante anche per i tifosi di ognuna delle categorie, per vedere cosa saprebbe fare un pilota da una parte e dall’altra.”


F1 Live 19 aprile 2020: Marko e l’accordo vicino…

Secondo le dichiarazioni di Helmut Marko, raggiunto dal web magazine inglese F1-Insider, Il Gran Premio d’Austria sarebbe vicino a siglare un patto per due gare. Le date possibili potrebbero essere quelle del 5 e del 12 luglio. Di seguito, ecco le parole del consulente della Red Bull Racing.

Helmut Marko
Helmut Marko, consigliere Red Bull Racing

“Siamo pronti! L’accordo che prevede due eventi è vicino ad essere concretizzato. Giustamente Liberty Media ha ribadito che il numero di persone coinvolte dovrà essere il minimo necessario. Saranno ammesse soltanto le tv per quanto riguarda i giornalisti. Indosseremo le mascherine e rispetteremo il distanziamento sociale”.


F1 Live 19 aprile 2020: Piero Ferrari e Charles Leclerc

Intervenuto ai microfoni di Radio Sportiva, il vice presidente della Ferrari parla del futuro della Formula Uno, senza dimenticare una battuta sul pupillo monegasco. Ecco un estratto dei suoi pensieri…

“Dal 2021 vedremo una F1 diversa. I team sono giustamente preoccupati visto che senza corse non ci sono introiti per nessuno, e il mercato è fermo. Mi auguro si trovi una soluzione. Non so prevedere il futuro, ma dal 2021 la categoria sarà sicuramente diversa. Con il budget cap ci saranno delle limitazioni in termini economici. Si deve trovare una strada per restituire lo spettacolo ai tifosi a costi ridotti.”

Piero Ferrari
Piero Ferrari, vice presidente Scuderia Ferrari

“Disputare Gran Premi doppi sulla stessa pista potrebbe essere una soluzione. Promuove le corse senza spettatori però non avrebbe introiti. Credo inoltre che rimandare il nuovo regolamento al 2022 sia stata una scelta giusta. Leclerc ha il dna del campione. La Ferrari lo ha fatto crescere e ci sta puntando. Non ho alcun dubbio su di lui…”


F1 Live 19 aprile 2020: Brown e le decisioni da prendere…

La questione budget cap non sembra poter trovare una risoluzione al più presto. Il braccio di ferro tra le scuderie non cessa, e la fumata bianca non arriva. A tal proposito, il direttore tecnico della Formula Uno Ross Brawn, fa sapere che il tempo stringe. Ecco le dichiarazioni dell’ex ferrarista raggiunto dai microfoni di Sky Sports UK.

“Probabilmente, il momento per un reset generale è arrivato. Durante i momenti positivi la categoria ha funzionato, ma la consapevolezza della difficile situazione attuale ci spinge a riconsiderare costi e investimenti.”

Ross Brawn
Ross Brawn, direttore sportivo della Formula Uno

“Con l’introduzione del tetto spese, esisteva l’aspettativa di abbassare il limite durante una possibile crisi. Ma tuttavia, i top team godono di un gap effettivamente troppo alto, mentre gli altri sono impegnati a far funzione un modello sostenibile...”


F1 Live 19 aprile 2020: Russell e la Mercedes 

Come si fa a rifiutare un posto in Mercedes? beh… al momento risulta francamente impossibile a prescindere in quale scuderia ti trovi. Questo il pensiero di George Russell, raggiunto dai microfoni del quotidiano londinese Evening Standard. Ecco le sue dichiarazioni.

“Sono affiliato alla Mercedes e, naturalmente, è la forza dominante. Nessun pilota di Formula Uno respingerebbe una loro offerta, nemmeno Verstappen o Leclerc. Ciò indica quante persone vorrebbero essere nella Mercedes…”

George Russel
George Russell, pilota Mercedes

“Le mie aspirazioni sono chiare: voglio diventare campione del mondo. Al momento sono molto fedele alla Williams. Mi hanno dato l’opportunità di guidare in Formula Uno e non lo dimenticherò mai. A volte è difficile ma so come va… ci sono alti e bassi. Mi piacerebbe avere una carriera di 15 o 20 anni. Sono sincero se dico che sono felice per la Mercedes, ma spero di avere anche io la una possibilità in futuro…”


F1 Live 19 aprile 2020: Barbard e Schumacher… 

Il pensiero dell’ex tecnico di Formula Uno John Barnard fa riflettere sul passato. L’impressione che il britannico si è costruito nel tempo, malgrado si tratti solamente di un opinione personale, spiegherebbe il rendimento non eccezionale del sette volte campione di Formula Uno.

John Barnard
John Barnard, ex progettista di Formula Uno

Schumacher alla Mercedes era spesso più lento di Rosberg. Pensandoci su, credevo che qualcosa non andasse nel verso giusto. Secondo la mia teoria, a Nico piaceva una vettura ben piantata sull’asfalto, essendo poi capace di sopperire con la guida al fastidioso sottosterzo. A Michael invece questo approccio non piaceva. Infatti quando si adottava un set up per lui riusciva ad andare più forte del suo compagno di squadra…”


F1 Live 19 aprile 2020: La Malesia ci prova?

Il tracciato asiatico è senz’altro una delle piste più belle che si sono viste in Formula Uno. Calendarizzata dal 1999 fino al 2017, dove per problemi economici ha dovuto abbandonare il mondiale, Sepang sembra ora pronta per tornare alla carica. Malgrado la voglia sia grande, purtroppo però non è cosi semplice. Le conferma arrivano da Azhan Shafriman, come riporta l’agenzia di stampa malese Bernama.

“Al momento, ospitare nuovamente la Formula Uno non è la mia massima priorità, ma se l’occasione si presenta e l’offerta è buona, sono molto favorevole a questa idea. Questo evento porta parte del marchio della Malesia.

Sepang
Il bullismo circuito malese di Sepang

“Diciamo che se dovessimo accettare di ospitare una gara della massima categoria del motorsport per un periodo più lungo, ne discuteremmo con il governo. La tariffa come hosting non è certo economica, e l’eventuale spesa dev’essere degna del governo ma anche dei fan…”


F1 Live 19 aprile 2020: Lewis per il Covid-19

Il sei volte campione del mondo di Formula Uno ha partecipato all’evento One World Together At Home, concerto di beneficenza per combattere la gravissima emergenza del Covid-19 che ha messo il mondo in ginocchio. Omaggiando su tutti la dottoressa del San Raffaele di Milano, il messaggio del britannico era rivolto a tutti gli operatori che stanno combattendo il virus rischiando la propria vita. 

Lewis Hamilton
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1

“In questo momento, in tutti i paesi del mondo con i loro dottori e infermieri e tanti altri, stanno mettendo a disposizione la loro vita per tenerci al sicuro. Il coraggio che dimostrano è davvero incredibile. Non sarà mai dimenticato il loro sacrificio. A Milano, una delle città più colpite, gente come la dottoressa Maria Luis ancora sperano che assieme potremo sconfiggere questa malattia”.


F1 Live 19 aprile 2020: Daniel e il sottovalutato Jenson

Il pilota australiano pensa che il campione del mondo britannico non sia stato valutato all’altezza dei grandi. Ricordando come Button fu uno dei pochi a mettere dietro in classifica Hamilton, elogia dell’ex pilota McLaren. Ecco le parole di Honey Badger al riguardo…

“Nella stagione 2011, Jenson, era compagno di squadra di Lewis in McLaren. Alla fine, tirando le somme, lo ha battuto senza se e senza ma. Direi che non è certo un’impresa da poco. Inoltre, è riuscito a stargli davanti su tracciati veri come Suzuka, dove il suo passo gara era davvero eccezionale.

Daniel Ricciardo
Daniel Ricciardo, pilota Renault F1

“Malgrado sia sempre stato un personaggio di basso profilo, poco appariscente, Button è sempre riuscito a circondarsi da ottime persone. Nelle gare dove le condizioni erano cangianti, con pista umida, senza dubbio era il pilota migliore che io abbia mai visto in azione. La vittoria del Canada, giusto due gare prima del mio debutto, la colloco tra le più belle corse di Formula Uno di sempre…”


F1 Live 19 aprile 2020: Horner il venditore d’auto

Il team principal della scuderia di Milton Keynes trova una soluzione brillante per il futuro della massima categoria del motorsport. In sostanza: vendere le monoposto alle squadre meno abbienti. Così facendo, non solo si ridurrebbero i costi ma le prestazioni tra le squadre si livellerebbero di parecchio. Ecco le parole del britannico rilasciate alla televisione inglese Sky Sport.

“Non avrei alcun problema a breve termine, in un periodo tra uno e due anni, a incontrare i team più modesti e dirgli: ti vendiamo la nostra auto ad Abu Dhabi così dovete solo essere un scuderia, abbattendo i costi di ricerca e sviluppo. Penso che sarebbe il modo più semplice per essere competitivi a un costo inferiore. Potremmo firmare con quattro squadre. Sto pensando a Haas, AlphaTauri, Alfa Romeo e probabilmente Racing Point. “

Christian Horner
Christian Horner, team principal della Red Bull

“D’altronde, queste squadre tentano comunque di copiare le altre macchine ogni anno. Se fossi al posto dei proprietari di Alfa Romeo o Haas e avessi l’opportunità di acquistare una Ferrari, una Red Bull o una Mercedes, lo farei.”


Autore: Alessandro Arcari – @BerrageizF1 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui