Brown applaude la FIA

0
Brown chiarisce la situazione Vettel:
Zak Brown, administrator delegate del la McLaren Racing

Brown applaude la FIA


Zak Brown, CEO di McLaren, ha elogiato le modifiche alla normativa di Formula Uno approvate dalla federazione internale. Lo statunitense era stato tra le voci più rumorose nelle ultime settimane, volendo abbassare il tetto spese addirittura a 100 milioni di dollari. Il compromesso di 145 milioni, in calo rispetto ai 175 milioni ha comunque soddisfatto Brown, che ha espresso parole positive per il lavoro effettuato FIA.

Convinto che la strada intrapresa per il futuro sia quella corretta, ecco le sue ultime dichiarazioni…

“La Formula Uno vince oggi. Questo è un momento cruciale per il nostro sport. La F1 è stata finanziariamente insostenibile per qualche tempo e l’inazione avrebbe rischiato il futuro della categoria e dei suoi partecipanti, che dovrebbero essere elogiati per aver risolto questo problema collettivamente e con determinazione. Un limite di budget uniforme con una distribuzione più uniforme delle entrate tra i team, garantirà una maggiore concorrenza e un maggior numero di persone che seguiranno lo sport dal vivo e in TV, generando entrate per sostenere la salute finanziaria a lungo termine delle squadre e dello sport. Alla fine vincono i fan, e se vincono loro vince anche la Formula Uno”.

Decisione governo britannico: impatto su Silverstone e... sui team
Zak Brown, amministratore delegato della McLaren Racing

McLaren supporta le misure di riduzione dei costi in generale e siamo lieti del compromesso di fornire ai team una libertà aerodinamica sufficiente a mantenere l’elemento competitivo che è alla base della Formula 1 per tutto il 2020 e il 2021, fino a quando le nuove normative tecniche entreranno in vigore per il 2022 . È stato chiaro a tutti per qualche tempo che sarebbe stato applicato un limite di budget e abbiamo spinto per un limite inferiore per sostenere uno sport finanziariamente sostenibile. 

“C’è una grande sfida davanti a noi. Adattare il modo in cui lavoriamo e dimensionare correttamente la squadra su questo nuovo limite nei prossimi mesi è un compito enorme e doloroso. Significherà tristemente perdere membri del team, ma purtroppo il nostro obiettivo è quello di essere migliori a dimensioni ridotte ed efficiente per il futuro. La collaborazione e la comprensione dei membri del nostro team sono state fantastiche, e con l’arresto che si è concluso da mercoledì in poi è importante che la squadra abbia avuto chiarezza sui vari regolamenti, che ora ci consentiranno di ricominciare a lavorare sulle nostre auto e comprendere implicazioni dei regolamenti per il futuro”.


Autore:  Alessandro Arcari – @BerrageizF1 

Foto: McLaren

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui