F1 Live 19 maggio 2020

0
F1 Live 19 maggio 2020
F1 Live 19 maggio 2020

F1 Live 19 maggio 2020: Monaco tornerà nel 2021 con tre GP

L’annuncio è stato fatto direttamente Christian Tornatore, commissario generale Automobile Club di Monaco, attraverso le colonne del sito web ufficiale. Dopo la delusione di non ospitare alcun evento nel 2020, per il Principato il 2021 rappresenterà una nuova sfida.

Saranno ospitate tre gare importanti: il GP storico di Monaco (dal 23 al 25 aprile), l’ePRix di Monaco (8 maggio, valido per il campionato di Formula E) e il GP di Monaco (dal 20 al 23 maggio, che assegnerà punti alle monoposto di Formula Uno). Di seguito il comunicato rilasciato da Tornatore: “Organizzare tre gare in un mese sarà qualcosa di nuovo per tutti. La logistica promette di essere complessa da gestire, ma non impossibile!”

Szafnauer sul budget: “Va ricordato che sarà possibile spendere anche meno”
Un’immagine del bellissimo circuito di Montecarlo

“A causa delle nuove restrizioni, dovremo iniziare ad allestire la pista prima del solito, a fine febbraio, anzichè il 15 marzo”.


F1 Live 19 maggio 2020: Lewis Hamilton, il superman della Formula Uno

Il campione del mondo, partecipando ad una videorubrica settimanale pubblicata dal sito ufficiale Mercedes, ha spiegato il modo in cui è riuscito a costruire quella corazza mentale che, negli anni, gli ha dato tanto lustro.

Ho mai dubitato delle mie doti al volante? No! Naturalmente non do una risposta così perentoria anche riguardo altre situazioni. Provo a fare molte cose nella vita e mi capita di fallire, di pensare di far schifo. Certe volte sono negativo, ma poi mi dico di continuare a spingere.”

Un-forget“Sesso libero…”table?
Lewis Hamilton festeggia il suo sesto titolo iridato

Ho la forza di superare quel muro che mi si para dinnanzi. E’ un qualcosa che ho fatto per tutta la vita e che mi ha dato fiducia. Salgo in macchina, mi metto il casco e sono in grado di essere chiunque io voglia essere. Se volessi, potrei essere Superman sotto quel casco”. Clicca qui per proseguire nella lettura.


F1 Live 19 maggio 2020 – Gp d’Austria: i team vorrebbero 2 Hard, 3 Medium e 8 Soft

Proprio oggi parlavamo del fatto che, a causa di problemi logistici, la Pirelli dovrà per forza di cose fornire lo stesso quantitativo di pneumatici ad ogni singolo pilota. Almeno per le prime gare della stagione 2020.

Secondo ‘Motorsport.com‘ nelle ultime ore la casa Milanese avrebbe avanzato la proposta di portare per l’appuntamento austriaco 2 Hard, 4 Medium e 7 Soft. Le squadre però non ne sarebbero state entusiaste e avrebbero avanzato una controproposta: 2 Hard, 3 Medium e 8 Soft.

Test Abu Dhabi 2019: line-up e programma di una due giorni di test importante
Pneumatici Pirelli

La decisione finale verrà presa giovedì durante il prossimo Sporting Working Group. Una volta raggiunta l’intesa, sarà il Consiglio Mondiale a ratificare la scelta tramite una votazione a distanza.


F1 Live 19 maggio 2020 – Alonso: “Formula Uno, Endurance o IndyCar nel 2021”

Il sempre più ‘euforico’ Fernando Alonso, di cui è atteso l’annuncio del ritorno in F1 (non sicuro ma oramai molto probabile), continua a lasciare indizi sul suo futuro.

Sento che nei prossimi due, tre o quattro anni, sarò ad un livello fisico e motivazionale molto, molto alto ha dichiarato l’asturiano partecipando ad un evento online organizzato dalla scuola universitaria del Real Madrid. “Vorrei concentrarmi su una delle massime categorie degli sport motoristici. Mi piacerebbe tornare in Formula 1, partecipare al prossimo campionato del mondo Endurance o a quello IndyCar. Ho qualcosa in mente, ma credo che la prossima sfida che affronterò sarà ai massimi livelli perché mi sento al 100%.”

Fernando Alonso
Fernando Alonso, due volte campione del mondo di F1

“Dakar? Prendervi parte è stata sicuramente un’esperienza molto positiva e la ripeterò in futuro. Avrò ancora tanti anni davanti a me per affrontarla.”


F1 Live 19 maggio 2020: Marko divertito dalle dichiarazioni Mercedes

In questi anni Red Bull è stata sempre fortemente criticata per la filosofia adottata nei confronti della crescita riservata ai talenti del proprio vivaio.

Tuttavia, a Helmut Marko (spesso accusato di prendere decisioni avventate e discutibili come quelle di effettuare scambi di piloti con il team satellite a stagione in corso) non manca certo il coraggio di effettuare delle scelte rischiose che comunque in molti casi, alla fine, sono risultate essere vincenti.

Helmut Marko e Pierre Gasly

Così, in risposta ad una dichiarazione da parte di Toto Wolff, nella quale affermava che per il 2021 avrebbe agito nel bene dei piloti valutando il giovane Russell come possibile opzione, il consigliere della Red Bull ha dichiarato: “Mi diverte il fatto che Toto affermi di prendersi cura dei propri piloti… Perché allora non hanno mai promosso un nuovo talento? Un giorno potrà anche succedere, ma finora non è mai successo” ha riferito all’emittente ‘ORF‘.


F1 Live 19 maggio 2020 – Pirelli: team senza libertà di scelta ad inizio stagione

Pirelli avrebbe deciso di togliere alle squadre e ai piloti, almeno per ora, il ‘potere’ decisionale sulle quantità di set da avere a disposizione per il weekend di gara. Ogni pilota potrà sempre contare su 13 treni complessivi tra Soft, Medium Hard (che variano da tracciato a traccciato a pura discrezione del fornitore, la scelta ricade su tre dei cinque composti disponibili).

Team e piloti non potranno scegliere i propri set di gomme ad inizio stagione

Tale numero non cambierà, l’unica differenza è che, almeno per le prime gare della stagione, non vi saranno diversificazioni da driver a driver. Tutti avranno lo stesso numero di compound. Decisione, presa in accordo con i team, necessaria a garantire la massima produzione di pneumatici in un breve lasso di tempo. Clicca qui per l’approfondimento.


F1 Live 19 maggio 2020 – Minardi: “Un rischio per Alonso scommettere sulla Renault”

Giancarlo Minardi, manager italiano fondatore dell’omonimo team con cui Alonso ha debuttato in Formula Uno in veste di terzo pilota, è stato raggiunto da ‘Autosprint‘ proprio per discutere delle possibilità che lo spagnolo ha di ritornare a gareggiare nella massima categoria del motorsport.

Penso che scommettere sulla Renault per il 2022 sarebbe troppo rischioso per lui. Alonso ha 38 anni, ha vinto due campionati del mondo e ne ha persi altri tre per una manciata di punti e non penso che questa sia la scelta ideale per lui. Tuttavia, ha già preso decisioni sbagliate in passato. Le porte dei migliori team sono chiuse e oggi la Renault non offre garanzie. Se non torna per combattere ai vertici della Formula 1 è meglio che faccia qualcos’altro mantenendo così la sua immagine di grande pilota versatile quale è. Altrimenti la rovinerebbe”.

Giancarlo Minardi
Giancarlo Minardi, fondatore del team Minardi F1

“Cerchiamo di essere chiari” continua l’italiano “per me Alonso resta ancora uno dei tre piloti più forti in questo momento, ma non so quante opportunità possa offrirgli Renault. Oggi non può ambire ancora alla vittoria e sullo sfondo ci sono sempre voci di addio… Non si sa quanti anni continueranno, non hanno un grande budget e dal punto di vista tecnico non sono in cima. Personalmente non ho visto un grande sviluppo. Penso che Fernando possa solo servire come immagine. Sarebbe nella Top 10, ma non so se questo possa bastare allo spagnolo”.


F1 Live 19 maggio 2020 – Todt sulla Ferrari: “Per vincere conta la macchina”

Jean Todt (presidente della FIA) torna a parlare della Ferrari e lo fa senza utilizzare mezzi termini. Per tornare a vincere i piloti sono importanti, ma bisogna prima avere una grande squadra alle spalle.

“In Formula 1 l’importante è avere una grande squadra per potere avere una grande macchina. Solo dopo dei grandi piloti, ha riferito il numero uno della Federazione ai microfoni di ‘Sky Sport‘. “Che siano già stati campioni del mondo non ha importanza, quello che conta veramente è avere una vettura e un team vincente”.

“I risultati arriveranno. Non sta a me giudicare queste scelte. Sainz e Leclerc sono piloti molto talentuosi. Auguro alla Ferrari il meglio. Ma prima c’è la stagione 2020, dove avrà tante opportunità“.


F1 Live 19 maggio 2020: McLaren rincorreva Ricciardo già da due stagioni

Curioso aneddoto raccontato da Zak Brown (CEO McLaren) ai microfoni di ‘Sky Sports Uk‘. La squadra britannica, dopo aver ricevuto un secco ‘No’ dal pilota australiano circa due anni fa, non ha mai mollato la presa, fino a che il fatidico ‘Sì’ non è finalmente arrivato…

Lo avevamo rincorso già due anni fa, ma allora prese la decisione di non unirsi a noirivela il manager del team di Woking. “Ne ho riparlato con lui e mi ha detto piuttosto educatamente che a quel tempo venivamo da una stagione piuttosto deludente. A quel tempo non avevo ancora coinvolto Andreas Seidl e James Key nel progetto, né avevo ristrutturato il gruppo dirigente, quindi c’erano molte promesse e, visto che venivamo da una brutta stagione l’unica cosa che ho potuto leggere nei suoi occhi è stato un ‘vediamo come andrà’.

Le McLaren di Carlos Sainz e Lando Norris, stagione 2019

Ed è andata bene. La stagione 2019 ha mostrato a tutti quanto fatto di buono dietro le quinte per riemergere, permettendo al team di trovare posto nella top 4 del campionato costruttori. Fatto non passato inosservato e che ha convinto Ricciardo a cambiare: “E infatti, a distanza di due anni, a Daniel è piaciuto ciò che ha visto, e anche a me. Ha visto i cambiamenti che abbiamo apportato, la leadership che Andreas ha raggiunto, il sostegno da parte dei nostri azionisti, l’accordo con Mercedes. Siamo una squadra in movimento, e penso che tutto questo ci aiuterà a crescere ancora”.


F1 Live 19 maggio 2020: Elezione nuovo presidente FIA rinviata di 12 mesi

Jean Todt, diventato n°1 dell’ente di Place de la Concorde il 23 ottobre del 2009, non può ripresentare la sua candidatura poiché sarebbe al terzo mandato (il secondo fu rinnovato con voto unanime il 6 dicembre del 2013, nda).

Cosa, questa, vietata dalle norme interne. Ma viviamo tempi anomali. Per questo, è stato deciso di rinviare di un anno il procedimento di elezione che porterà sicuramente ad un nuovo presidente della Federazione.

Jean Todt
Jean Todt, presidente della Federazione Internazionale

Ma chi potrebbe prendere l’eredità del dirigente transalpino? Clicca qui per conoscere tutti i potenziali pretendenti al ‘trono’, lasciato vuoto dall’ex direttore generale della Scuderia Ferrari.


F1 Live 19 maggio 2020: Dubbi sullo svolgimento delle gare a Silverstone

Nei giorni scorsi è circolata una bozza di calendario 2020, in cui venivano riportati due Gp di Gran Bretagna: il primo in data domenica 26 luglio e il secondo domenica 2 agosto. Purtroppo però, come già sappiamo, il governo britannico ha diramato una direttiva che prevede una quarantena di 14 giorni per tutte quelle persone che desiderano entrare nel territorio…

Boris Johnson (primo ministro del Paese) aveva annunciato che ci sarebbero state delle eccezioni e si pensava che la Formula Uno potesse rientrare tra queste. Invece, secondo quanto riportato dal ‘The Sun’, il consiglio dei ministri si sarebbe riunito ed avrebbe stabilito che le uniche deroghe che verranno accettate riguarderanno esclusivamente il personale diplomatico.

F1: Inizio a luglio con gare infrasettimanali
Silverstone

Dal momento che intercorrono 11 giorni e mezzo (secondo quanto riportato sulla bozza) tra il secondo appuntamento austriaco e il 26 luglio, Silverstone ha possibilità quasi nulle di prendere parte al calendario. I vertici della Formula Uno riuscirebbero comunque a riempire tale vuoto grazie alla disponibilità già ricevuta del circuito di Hockenheim. Si attendono sviluppi.


F1 Live 19 maggio 2020 – Button: “Sainz non farà il numero due”

Molti dubbi attorno ai risultati che Carlos Sainz Jr potrà ottenere nel 2021 al fianco di Charles Leclerc. Tra i sostenitori dello spagnolo, troviamo sicuramente Jenson Button (campione del mondo 2009) che a ‘Sky Sports Uk‘ ha spezzato delle lance a favore del madrileno.

“Se Binotto ha scelto Carlos perché pensa che non darà del filo da torcere a Leclerc, nonostante sia un buon pilota, io credo che abbia commesso un errore. Carlos è un vincente come suo padre. Darà il meglio di se puntando al campionato. Se stava cercando di portare una buona atmosfera in squadra, ha scelto la persona sbagliata.”

Jenson Button
Jenson Button, campione del mondo 2009

Mentre riguardo al futuro di Sebastian ha chiosato: “Per i team prendere delle scelte sul futuro in un periodo in cui i piloti se ne stanno fermi è piuttosto insolito. Magari” se la stagione fosse inizizata normalmente “a questo punto, Vettel avrebbe potuto vincere quattro o cinque gare e sono sicuro che tutto il discorso sarebbe stato molto diverso”.


F1 Live 19 maggio 2020 – Horner: “Vettel ha ancora delle opzioni”

Per molti addetti ai lavori, Sebastian Vettel non avrà molte alternative al ritiro alla fine del 2020: o riuscirà ad ottenere un sedile Mercedes, o subirà il fascino della Renault. Se nessuna di queste soluzioni si concretizzerà il campione tedesco non avrà altra scelta che appendere il casco al chiodo.

Eppure, c’è anche chi, come Christian Horner (team principal Red Bull), la pensa diversamente: Sono convinto che Vettel non sia a corto di opzioni per poter continuare. Sarà comunque una sua scelta, se lo farà è perché si sente ancora veloce e in grado di ottenere risultati importanti” ha detto a ‘Sky Sports Uk‘.

Christian Horner
Christian Horner, team principal Red Bull Racing

E’ ancora relativamente giovane. Ha dei valori forti, una grande integrità e sono sicuro che ci penserà a lungo prima di decidere. Che scelga di continuare o no, ha comunque raggiunto dei traguardi enormi durante la sua carriera in Formula 1.


F1 Live 19 maggio 2020: Coulthard avvisa la Mercedes

Interpellato dai microfoni del web magazine inglese Sportsmail, l’ex McLaren racconta le proprie sensazioni sul possibile ingaggio di Vettel da parte della Mercedes. Affiancare il tedesco a Lewis, secondo lo scozzese, non sarebbe affatto una buona idea…

Penso che sarebbe un errore per Mercedes. Con Lewis hanno già qualcuno che può vincere gare e campionati. Prendere Sebastian perché aumenti il livello di Lewis è molto difficile. Credo che per ottenere ottime prestazioni non sia necessario avere un compagno di squadra spinoso. Vettel potrebbe essere dannoso per la squadra”.

Coulthard: “si correrà presto, ma a porte chiuse”
David Coulthard, vice campione del mondo McLaren 2001

“Credo che se si sia offerto, il consiglio Mercedes prenderà seriamente in considerazione la proposta per avere un pilota tedesco nella squadra. Ma sinceramente non riesco a immaginarlo. L’abbinamento Valtteri e Lewis sembra essere il modo più efficiente per vincere un altro campionato. Entrambi i piloti non possono vincere, non c’è mai stata parità nei campionati mondiali e la storia insegna che quando ci sono due forti personalità rischi di avere problemi”.


Autore: Alessandro Arcari – @BerrageizF1 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui