Vettel – Mercedes: quotazioni in ribasso. E riprende piede l’ipotesi Russell

0
Vettel - Mercedes: quotazioni al ribasso. E riprende piede l’ipotesi Russell
George Russell testa la Mercedes W10

Vettel – Mercedes è la suggestione del momento e, molto probabilmente, dei prossimi mesi. In questa fase non possiamo parlare di una vera e propria trattativa poiché elementi ed evidenze a suffragio di questa tesi non ve ne sono. Ciò che non manca è invece il gran clamore mediatico che avviluppa un’idea che farebbe felici molti tifosi e parecchi addetti ai lavori che caldeggiano un matrimonio tra tedeschi. Ma, al di là delle speranze e delle visioni, cosa c’è di concreto? Poco al momento. La realtà attuale è questa, poi non è detto che le cose non possano mutare. Che poi in Daimler qualcuno voglia vedere il ferrarista di grigio vestito è naturale, per comprensibili dinamiche territoriali. Ma tra il sogno e la realtà c’è un mare di considerazioni e di ragionamenti, anche economici, che i plenipotenziari della Stella a Tre Punte stanno facendo.

https://www.funoanalisitecnica.com/
Lewis Hamilton e Sebastian Vettel al termine del GP del Messico

Il danaro, specie in tempi di crisi, muoverà le azioni dei decisori. Se Seb ha detto addio alla Ferrari è anche – e non solo – per soldi. Se Mercedes non si fionda sul tedesco è anche per l’ingaggio monumentale che il trentaduenne di Heppenheim percepisce. Ma vi sono altre ragioni che al momento allontanano questo paventato legame in salsa teutonica: la fedeltà ad una linea aziendale nonché il rispetto per gli uomini attualmente sotto contratto. Valori, insomma. L’etica che, talvolta, diventa quel bene supremo che orienta le scelte. Per ora, almeno a parole, è quello che sta accadendo nelle segrete stanze della Mercedes.

Toto Wolff, pur non disdegnando l’idea di ingaggiare Vettel, si sente in dovere di concedere massima priorità ai piloti che orbitano introno alle Frecce d’Argento: “La domanda che bisogna farmi non è cosa faremo con Vettel, ma quale sarà il futuro di George Russell”. Questo l’incipit di un’intervista che il team principal ha rilasciato alla TV austriaca ORF. “Siamo fedeli ai nostri attuali piloti e non vogliamo aprire trattative quando la stagione non è nemmeno iniziata. Solo a campionato in corso guarderemo fuori dagli schemi e valuteremo quali altre opzioni sono disponibili”.

Parole che paiono lasciare qualche spiraglio ad un approdo di Seb a Brackley. Una fessura che però è lo stesso Wolff a chiudere con veemenza: “Dal punto di vista tedesco sarebbe una grande operazione, ma dobbiamo rimanere fedeli al nostro team. La lealtà è qualcosa di fondante ed è parte dei nostri valori. Conosco Vettel: è una persona molto semplice che possiede dei valori simili ai miei. Giudizio sul driver? E’ un quattro volte campione del mondo. Quindi non è necessario parlare delle prestazioni”. Un colpo alla botte e uno al cerchio. Una lode per il tedesco e la simultanea ammissione di puntare sul parco piloti attualmente sotto contratto. Un atteggiamento pragmatico, totalmente in linea col personaggio Wolff.

Ma come stanno le cose in seno alla squadra anglo-tedesca? Qual è lo scenario che si profila per il 2021? Le grandi manovre si sono avviate. George Russell, proprio oggi, ha lanciato messaggi d’amore a Lewis Hamilton che è stato dipinto come una sorta di mentore: “Ho ricevuto consigli da Lewis circa due anni fa quando stavo correndo in F2. Mi ha fatto pensare a come tirare fuori più potenziale dalla macchina. Era in un debriefing, stavo discutendo con gli ingegneri e mi ha dato alcuni consigli dal lato guida – ha spiegato il giovane pilota – Mi ha dato suggerimenti principalmente sulle gomme, su come provare a ottenere di più da esse”. Dichiarazioni significative che lasciano pensare che la coppia britannica possa effettivamente formarsi a partire dall’anno prossimo. Ed è noto che questa è una delle idee in cima all’agenda di Wolff.

Vettel - Mercedes: quotazioni al ribasso. E riprende piede l’ipotesi Russell
George Russell, pilota Mercedes

Contestualmente, dovrebbe risolversi anche la questione relativa a Valtteri Bottas. E, visto che il TP viennese ha parlato di lealtà, è inverosimile ritenere che il finnico possa sparire dai radar della Formula Uno. A tal riguardo sembra che il manager del “Boscaiolo”, Didier Coton, abbia preso a flirtare con la Renault nella quale Wolff gode di buoni uffici. Vedasi la trattativa che ha portato Esteban Ocon in quel di Enstone. I media tedeschi, che ultimamente hanno “beccato” più di una notizia clamorosa, hanno riportato di un incontro già avvento tra l’entourage del “77” e Cyril Abiteboul. Questa vicenda, se confermata, direbbe che un’altra tessera del puzzle sta andando ad incastrarsi. Uno scenario che, evidentemente, non contemplerebbe la presenza di Vettel in F1 nel futuro immediato se anche la Aston Martin gli chiudesse le porte. Se vogliamo è proprio questa la notizia più sensazionale di tutte.

Autore: Diego Catalano– @diegocat1977

Foto: MercedesF1

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui