Ferrari: Protocol run il 23 giugno al Mugello

1
Ferrari SF1000

Ferrari: Protocol run il 23 giugno al Mugello


La sveglia è di quelle da ricordare. Una Formula Uno che gira tra le stradine della famosissima cittadina italiana fa sempre molto scalpore, soprattutto se si chiama Ferrari. Il bolide rosso ha attraversato i cancelli lasciandosi alle spalle la vecchia sede del reparto corse, alle 6.30 della mattina, con su al volante il talento monegasco. “Non sono uno che ama alzarsi dal letto all’alba ma questa mattina c’era un ottimo motivo per farlo…”. Come dare torto a Charles Leclerc, onorato e felice di poter tornare al voltante della SF1000.

La scorribanda della vettura italiana, seppur disputata con l’ultima nata in casa Maranello, non è stato un “filming day” come molti pensavano.

Ferrari
l’articolo 10.1 del regolamento sportivo

Secondo l’articolo 10.1 del regolamento sportivo infatti, una monoposto di F1 può realizzare un “evento dimostrativo” senza superare i 15 km, con il divieto di girare su tracciati omologati per la massima categoria del motorsport. Mirato a realizzare un video emozionale appoggiato fortemente da Liberty Media, l’evento della Ferrari ha sorpreso un po’ tutti.

Secondo informazioni raccolte da FUnoAnalisiTecnica, il prossimo appuntamento in pista con la SF1000 avverrà la prossima settimana, martedì 23 giugno, per effettuare un “filming day” in piena regola. Line up Ferrari al completo con la presenza del quattro volte campione del mondo Sebastian Vettel. Il tedesco affiancherà Charles Leclerc per l’ultima sgambata della Rossa prima della preparazione al mondiale, che prenderà il via il 5 luglio nella splendida cornice della Stiria. Al contrario di quanto si pensava, l’evento sarà realizzato al Mugello, possibile antipasto visto la concreta possibilità di vedere le celebrazioni della Ferrari per il suo 1000° Gran Premio in Formula Uno proprio sul circuito toscano.

Durante il “Protocol Run” la Ferrari SF1000 sarà provvista (come da regolamento) con un set di pneumatici definito “Pirelli Demo”, con prestazioni simili alle gomme della Formula 2. Oltre testare la vettura in vista della ripartenza del mondiale, sarà un occasione per impratichirsi con le nuove norme di sicurezza che tutte le scuderie dovranno mettere in atto nella stagione 2020.


Autore e foto: Alessandro Arcari – @BerrageizF1

Estratto di un articolo publicato sul Corriere

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui