Gp Ungheria 2020-Vettel: “Pronti ad affrontare ogni condizione”

0
Sebastian Vettel, Charles Leclerc e Riccardo Adami a colloquio

Gp Ungheria 2020-Vettel: “Pronti ad affrontare ogni condizione”


Lo sappiamo, inutile attenderci qualcosa di estremamente positivo da questa SF1000, ma quantomeno oggi il tedesco della Ferrari ha fatto vedere qualcosa di incoraggiante. Sesto nelle FP1 (qui il riassunto) davanti al compagno Charles a parità di gomma Media e a Max Verstappen che non è riuscito ad andare oltre l’ottava posizione seppur montando gomma Soft. Oggi la Honda ha riscontrato delle anomalie sull’AlphaTauri di Pierre Gasly, e forse per questa ragione i piloti Red Bull sono stati costretti ad utilizzare mappature più conservative per non incorrere in problemi. Dalla squadra austriaca ci si aspettava un altro livello di prestazioni e questa potrebbe essere una delle possibile cause di questa mancanza di ritmo da parte loro.

Tornando a Vettel, la sua giornata è terminata nel migliore dei modi, ottenendo la leadership con gomme Full Wet nel corso delle FP2 (riassunto qui). In questo caso Seb può vantarsi di esser finito davanti al leader del campionato Valtteri Bottas che però, a differenza del tedesco ha girato pochissimo. Hamilton invece non ha nemmeno fatto segnare un crono. La Mercedes conosce il potenziale della W11 (mostrato ampiamente nelle FP1, leggi qui) e ha preferito non prendersi rischi.

Gp Ungheria 2020-Vettel: "Pronti ad affrontare ogni condizione"
Controllo per Sebastian Vettel durante le FP2 Ungheresi

Ma andiamo a conoscere il Vettel pensiero al termine delle prime 3 ore di attività in Ungheria: “Oggi è stato un giorno migliore per noi. Credo che lo si possa definire così. Su questa pista sembriamo andare un po’ meglio” ha dichiarato ai microfoni dei connazionali di ‘RTL’. “A causa delle difficoltà incontrate lo scorso fine settimana, questa volta abbiamo voluto guidare un po’ di più sotto la pioggia. Non avendo la certezza delle condizioni meteorologiche che affronteremo domani, ci siamo voluti preparare ad affrontare qualsiasi condizione”.

“Anche in condizioni d’asciutto, il comportamento dell’auto è sembrato essere migliore rispetto all’Austria“. Dopo due weekend difficili, fa certamente piacere sentire finalmente una dichiarazione un po’ più ottimista, ma Sebastian frena subito qualsiasi entusiasmo: “Non è un segreto che ci sia ancora molto lavoro da fare. C’è ancora molto da recuperare nei confronti degli avversari. Penso però che dovremmo essere più competitivi. Non vedo l’ora che arrivi domani“.


AutoreMarco Sassara – @marcofunoat

Foto: Formula Uno

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui