Leclerc: “Quest’anno sarò più aggressivo”

0
Villeneuve
Charles Leclerc, Scuderia Ferrari

Leclerc e le aspettative sulla tappa inaugurale del mondiale 2020. Domenica 5 luglio prenderà il via, in Austria al Red Bull Ring, la settantunesima edizione del campionato del mondo di Formula Uno. Per il monegasco sta per iniziare il secondo anno con la Ferrari e da lui ci si aspetta un ulteriore step in avanti dopo l’ottimo 2019 da debuttante in rosso.

Nel corso di un’intervista per l’emittente televisiva italiana Sky Sport F1, l’ex campione F2 2017 ha analizzato il tracciato del Red Bull Ring. La passata stagione ha sfiorato la vittoria, prima di subire la rimonta di Max Verstappen. L’olandese ha sorpassato il ferrarista a sole due tornate dal termine della corsa.

La pista austriaca è molto suggestiva, con svariati saliscendi ed è entusiasmante ripartire proprio da lì – ha affermato un raggiante Leclercanche se sappiamo che non potremo contare sul supporto dei nostri fans. Durante questo periodo di lockdown mi sono preparato per la stagione sia con la preparazione fisica sia con il lavoro al simulatore. Io e altri piloti ci siamo cimentati nella gare virtuali, un buon modo per divertirsi e intrattenere le persone”.

Charles Leclerc si cala all'interno dell'abitacolo della SF71-H nel corso dei test al Mugello Circuit della settimana scorsa
Charles Leclerc si cala all’interno dell’abitacolo della SF71-H nel corso dei test al Mugello Circuit della settimana scorsa

L’ex campione della GP3 2016 ha poi analizzato il test svolto la settimana passata al Mugello Circuit: “sono stato molto contento di aver potuto riprendere confidenza con le sensazioni di guida di una Formula 1. E’ stato notevolmente soddisfacente poter calarsi nuovamente nell’abitacolo di una monoposto reale – ha sottolineato Leclercin aggiunta su un tracciato bellissimo come il Mugello”.

Infine il pilota classe 1997 del Cavallino Rampante ha evidenziato quando l’episodio con Verstappen nella scorsa edizione del gran premio d’Austria gli abbia fatto cambiare mentalità in pista: “quel duello mi ha fatto capire quanto potessi essere cattivo agonisticamente in macchina. Questo cambio di mentalità mi ha permesso di vivere duelli al limite nella seconda metà del 2019. Ho imparato e quest’anno sarò più aggressivo. Sto fremendo dalla voglia di scendere in pista con la mia SF1000” ha concluso Charles Leclerc.


Autore: Dennis Ciracì | @dennycira

Foto: Scuderia Ferrari

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui