Pagelle Gp Stiria 2020

0
Mercedes: la stabilità aziendale è il segreto dei successi in F1

Spielberg, 12 luglio. Pagelle Gp Stiria 2020

Lewis Hamilton domina il Gran Premio di Stiria! A completare la doppietta Mercedes ci pensa Valtteri Bottas con una bella rimonta su Verstappen, terzo. Disastro in casa Ferrari, con entrambe le vetture ritirate al primo giro.

Ma vediamo insieme i voti di questa gara

Mercedes: 10 al team; 10 a Hamilton; 8.5 a Bottas

Basterebbe il giro della qualifica per giustificare il 10 di Hamilton. Un dominio totale, dalla partenza fino all’ultima tornata sempre in testa e mai impensierito. Non gli riesce il giro veloce solo perché altre vetture montano gomma nuova nel finale. Bene anche Bottas: in qualifica viene “fregato” anche da Sainz ed è 4°, ma in gara prima si sbarazza subito della McLaren; poi sfrutta al meglio la strategia diversa ad allungare il primo stint e supera Verstappen con un gran duello. Ben fatto…

Lewis Hamilton in azione a Spielberg

Red Bull: 7 al team; 8.5 a Verstappen; 6 a Albon

Dopo la delusione della scorsa settimana, si riprendono portando a casa il 3° e 4° posto. Molto bene Verstappen, a mettersi in prima fila sotto la pioggia del sabato e a tenere il ritmo dei Mercedes per 3/4 di gara; non può nulla sulla gomma più fresca di Bottas a pochi giri dal termine, ma non si può dire che non provi a tenerlo comunque dietro… Sufficiente Albon. I punti arrivano e non pochi, ma la differenza di ritmo con il compagno è enorme e infatti viene attaccato anche da Perez. Bravo a difendersi e a tenere la posizione (con annesso contatto), ma ci si aspetterebbe di più…

McLaren: 7 al team; 8.5 a Norris; 8 a Sainz

Sainz meglio in qualifica a prendersi la terza posizione davanti anche a Bottas; Norris meglio in gara. Gestisce per la maggior parte del tempo, poi quando capisce che la sua gomma è migliore di chi gli sta davanti, va all’attacco e supera sia Ricciardo che Stroll. Nel giro finale, all’ultima curva, si prende anche la posizione su Perez, agevolato dalla Racing Point danneggiata. Sanno che con i primissimi non possono lottare, quindi con lo spagnolo provano qualcosa di diverso con la strategia che però non paga. Ottima, a questo punto, la scelta di montare gomma rossa al termine per portare a casa il giro veloce.

Norris alle spalle di Sainz prima del sorpasso nel Gran Premio di Stiria

Racing Point: 7 al team; 9 a Perez; 7 a Stroll

Dopo essere improvvisamente scomparsi in qualifica al sabato con la pioggia, in gara mostrano il potenziale che già si era visto settimana scorsa. Gran gara di Perez che, dopo essere rimasto escluso nel Q1, fa una super partenza e con un ritmo di gara forsennato si ritrova a lottare per la quarta posizione. Se avesse avuto un po’ più di pazienza, probabilmente avrebbe passato anche Albon. Al contrario, Stroll fa vedere ancora una volta che sull’acqua ci sa fare e si qualifica 13°, poi sul ritmo gara non è a livello del compagno e rimane imbottigliato fino agli ultimi giri dietro a Ricciardo. Occhio però alla protesta ufficiale Renault

Renault: 7 al team; 8 a Ricciardo; 8 a Ocon

Settimana scorsa avevamo parlato di ruggine per Ocon. In qualifica, con un giro super, dimostra che ci sa ancora fare e rifila un bel distacco al compagno. Poi, in gara, la differenza di ritmo con il compagno dovuto anche alla diversità di mescola, è evidente: l’australiano (partito con le gialle) va più forte. Peccato si debba ritirare per problemi di surriscaldamento. Riguardo a Ricciardo, appunto, ottima gara per lui a tenersi alle spalle Stroll per parecchi giri. Viene superato solo nel finale, ma paga anche il calo della gomma rossa…

Alpha Tauri: 5 al team; 6 a Kvyat; 5 a Gasly

L’ottima qualifica di Gasly lasciava ben sperare e invece è proprio il francese a deludere, complice la strategia a due soste adottata con lui. Kvyat si difende e un punticino lo porta a casa, ma nulla da segnalare…

Kvyat in azione nel Gran Premio di Stiria

Alfa Romeo: 5 al team; 7 a Raikkonen; 7 a Giovinazzi

In qualifica siamo sulla stessa linea di settimana scorsa, con entrambe le vetture fuori dalla Q1. In gara, con la gomma gialla il ritmo non è male e si avvicinano alla zona punti; con gomma rossa le cose cambiano e Giovinazzi viene superato anche dai due piloti Haas. Di certo, la strategia a fermarlo parecchio prima di Raikkonen per fargli fare quasi 40 giri su gomma soft non lo aiutano. C’è tanto da lavorare…

Haas: 5 al team; 6.5 a Magnussen; 6 a Grosjean

Senza dubbio meglio della prima gara, o quantomeno, non si sono visti così tanti problemi con i freni. In qualifica, Magnussen riesce a portarsi fino al Q2, ma il compagno non riesce nemmeno a far segnare un tempo. In gara, il ritmo è a livello Alfa e infatti se la giocano… Anche qui c’è tanto da lavorare

Williams: 5 al team; 7 a Russell; 5 a Latifi

Dopo l’ottima qualifica di Russell che l’ha visto portare la sua Williams in 12^ posizione, ci si aspettava almeno di vederli in lotta con gli ultimi, invece il ritmo non è stato granché e si sono ritrovati a chiudere il gruppo. Rimandati…

Ferrari: 3 al team; 2 a Leclerc; sv Vettel

Si è toccato il fondo. Che la macchina non avesse il passo già si era visto la scorsa settimana e sulla pioggia del sabato le cose sono addirittura peggiorate. L’errore di Leclerc al via a mettere fuori gioco entrambe le macchine è la ciliegina sulla torta. Bene le scuse, non tutti l’avrebbero fatto. Ma questo dimostra che deve crescere parecchio ancora… Vettel incolpevole stavolta; l’unica nota che si può fargli è la brutta partenza, ma di certo la gomma gialla non l’ha aiutato con la vettura che si ritrova attualmente…

Autore: Alessandro Rana – @AleRanaF1

Immagini: Mercedes, McLaren, Alpha Tauri

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui