Gp Belgio 2020: Live FP2

0
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, Stagione 2020

Gp Belgio 2020: Live FP2


Buon pomeriggio amici e amiche di FUnoAT e bentrovati. Dopo aver assistito ad una prima sessione che ci ha già delineato un quadro abbastanza interessante della situazione, è tempo di andare a scoprire cosa avranno da offrirci queste seconde libere sul circuito di Spa-Francorchamps. Nelle posizioni di vertice oltre alla Mercedes, anche Red Bull e Racing Point sembrano poter andare a giocare un ruolo di rilievo nel corso del weekend: solo 4 decimi hanno diviso il leader Bottas da Stroll in quinta posizione. Inoltre, il passo gara mostrato nei minuti finali da dette squadre era altrettanto promettente, anche se il campione britannico sembrava averne di più (questo tema verrà approfondito nel corso dei prossimi 90 minuti).

Oltre alle configurazioni di ala posteriore portate in pista da Mercedes, Red Bull e Ferrari, di cui abbiamo parlato questa mattina (approfondisci qui), da rilevare anche il consistente pacchetto evolutivo portato in pista dalla Casa di Stoccarda (tutte le informazioni qui): interventi riguardanti la zona dei bargeboards, il fondo e la zona in prossimità dell’S-Duct. Della serie: non bisogna mai accontentarsi.

Il team del Cavallino invece è rimasto più indietro del previsto. Già dalle dichiarazioni ci si attendeva un weekend difficile, ma forse non così. Si sono disputate solamente le FP1 e tendenzialmente, evito di essere troppo frettoloso con le ‘sentenze’, soprattutto perché i tempi in queste sessioni lasciano il tempo che trovano. Tuttavia, il fatto che la SF1000 sia stata molto vicina ai tempi realizzati dalla Mercedes nel primo e nel terzo settore mi lascia un po’ perplesso. Di solito se si opta per un minor utilizzo del motore rispetto agli altri, si perde un po’ d’appertutto, invece in questo caso il gap riguarda il solo tratto centrale… Speriamo ovviamente in un gran bel colpo di coda, ma non attendiamoci chissà cosa.

Ma ora concentriamoci sull’attività in pista. Alle 15:00 il via alle FP2. Di seguito tutti gli aggiornamenti.


Live FP2:

16:35 – Per ora è tutto, buon pomeriggio. Appuntamento domani alle 12:00 per le FP3 del Gp del Belgio.

16:33 – Classifica finale. Tutti i crono sono stati realizzati su mescola Soft.

Classifica finale FP2

16:30 – Bandiera a scacchi.

16:30 – Verstappen continua: 1’49”1, 1’48”9 (Medie). Hamilton 1’48”849, 1’48”848 con le Hard. I tempi della Racing Point peròsi sono alzati fino all’ 1’49”alto. Male la Ferrari che sia con Medie che con Soft gira sull’1’51”.

16:29 – Sul 51” basso Sebastian Vettel con le Soft.

16:27 – Gomma Media: 1’48”9 per Verstappen, 1’49”1 per Perez, 1’48”5 per Stroll (poi si ripete il canadese 1’48”7). 1’48”9 per Hamilton con le Hard.

16:21 – Vanno in pista tutte le vetture. Solo Russell ai box insieme a Ricciardo che ha terminato la sessione anzitempo per problema tecnico.

16:20 – Bandiera verde.

16:17 – Bandiera rossa: per detriti in curva 1. Si è staccato un cartellone pubblicitario.

16:15 – 1’48”5 il tempo d’attacco di hamilton con gomma bianca. Vertappen al 5° passaggio con gomma Soft (compresa la simulazione di qualifica hanno percorso complessivamente 9 giri) si lamenta di alcune vibrazioni anomale…

16:11 – Sono molti i piloti che riescono a girare in 1’49”100 con gomme Soft (sì ho messo anche i millesimi perché i tempi sono davvero tutti vicini a quel decimo): Verstappen, Hamilton, Bottas. Perez e Ocon fanno anche 1’49”0. Verstappen continua e segna 1’49”0, Hamilton monta le Hard, Bottas abbassa fino a 1’48”574. Escono ora le Ferrari.

16:10 – Bandiera verde.

16:07 – Bandiera gialla in pista: Ricciardo costretto a fermare la vettura per a causa di un problema tecnico. Ricciardo riesce comunque a portare la monoposto in una zona adibita al ritiro della stessa a bordo pista sul rettilineo del Kemmell. I commissari comunque non vogliono rischiare nulla ed instaurano il regime di VSC.

16:00 – Le Haas riescono ad iniziare l’attività giornaliera. Si rivedono in pista Magnussen e Grosjean.

15:57 – I piloti iniziano ad uscire per effettuare le consuete simulazioni di passo gara. Giro di verifica, passaggio ai box, prova di partenza e si inizia.

15:54 – Terminato anche il secondo run con gomme Soft. Di seguito la classifica.

Classifica FP2 ore 15:54

15:50 – Sale in nona posizione Sainz: 1’44”474, ma che classifica! 3° Hamilton, 4° Albon, 6° Bottas con in testa Verstappen e Ricciardo.

15:49 – Ferrari in 13° e 15° posizione con Leclerc e Vettel. Sebastian a 240 millesimi di Charles.

15:47 – Ma che tempo Ricciardo che porta la Renault in seconda posizione: 1’43”792.

15:47 – Verstappen davanti a tutti: 1’43”744

15:46 – Secondo Albon: 1’44”134, poi Perez: 1’44”137, Bottas: 1’44”162, quinto Ocon: 1’44”208. 12° Vettel che gira in 1’45”683.

15:45 – Hamilton in testa: 1’43”840 con gomma Soft. Ricordiamo che l’anno scorso la mescola più morbida fu una C3 (la Media odierna)

15:41 – Tornano subito in pista le Mercedes seguite dalla Red Bull di Albon. Le mescole scelte sono le Soft.

15:38 – Purtroppo i dubbi di Steiner si stanno concretizzando. Grosjean e Magnussen ancora ai box.

15:37 – Tutti ai box, questa la vera classifica dopo il primo run.

Classifica FP2 ore 15:37

15:35 – Miglioramento per Lando Norris (McLaren): 1’45”225 con le Hard. Il britannico è settimo.

15:30 – Andiamo a dare uno sguardo alla classifica dopo il primo run. Gomme Hard per Hamilton, Norris, Kvyat, Raikkonen, Gasly, Latifi. Tutti gli altri su Medie.

FP2 ore 15:30

15:29 – Hamilton migliora con le Hard e si mette al secondo posto anche davanti a Bottas: 1’44”652 a tre decimi da Verstappen.

15:29 – Scusate segnalo un errorino che ho corretto, entrambi i piloti Ferrari sono con gomma Media.

15:27 – Stroll supera Perez e Albon ha la meglio di Hamilton. Lewis scivola al sesto posto, ricordiamo però con le Hard.

15:27 – Verstappen davanti a tutti con la mescola gialla: 1’44”354

15:26 – Secondo Perez con le Medie: 1’44”693, Hamilton terzo con la Hard: 1’45”140

15:25 – Ottavo tempo per Leclerc con la Media: 1’46”030, undicesimo Vettel con la Media: 1’46”360

15:24 – Primo Bottas: 1’44”658, gomma Media

15:23 – Giro lento sopra i due minuti sia per le Ferrari che per Bottas.Si decide di non forzare sin da subito.

15:22 – Dietro le Renault, e le Alpha Tauri. Ocon davanti a Ricciardo, Kvyat su Gasly.

15:22 – Albon davanti: 1’45”212 con le Medie

15:20 – Intanto un’immagine regalataci dalla Formula Uno: Antonio Giovinazzi all’uscita dell’Eau-Rouge

Immagine

15:19 – Migliora Giovinazzi con le Medie: 1’47”885

15:18 – Si popola la pista: fuori le Renault, Bottas, le AlphaTauri, Albon, le Williams, Norris e le due Ferrari.

15:17 – Raikkonen in testa, ma tempi ancora alti: 1’46”402 con gomme Hard.

15:15 – Antonio Giovinazzi ferma il crono in 1’49”716.

15:14 – Va in pista anche Raikkonen. Giovinazzi usa gomme Medie, Kimi le Hard.

15:10 – Ed eccolo, esce Antonio Giovinazzi (Alfa Romeo Racing) rimasto ai box tutta la prima sessione a causa di una perdita verificatasi sulla sua monoposto. A proposito di problemi tecnici, alcuni minuti fa, Gunther Steiner (TP Haas) ha dichiarato ai microfoni di ‘Sky’ di non essere certi che entrambe le vetture possano prendere parte a queste FP2. La sostituzione di entrambe le power unit richiede molto tempo.

15:09 – Calma ai box e in pista, un po’ come se si stesse attendendo qualcosa. Non piove, la pista è in perfette condizioni, però nessuno sembra essere ancora disposto ad uscire.

15:05 – Ancora nessun pilota in pista al momento.

15:01 – Nel frattempo che i piloti si decidono a scendere in pista, andiamo a dare qualche dato statistico. Ricordiamo il record del tracciato in prova, fatto da Sebastian Vettel nel 2018 al volante della Ferrari SF71H girando in 1’41”501, mentre il più rapido delle FP2, 12 mesi fa, fu Charles Leclerc realizzando il crono di 1’44”123.

15:00 – Semaforo verde in fondo alla pit lane. Inizia la seconda sessione sul circuito di Spa-Francorchamps.

14:55Buon pomeriggio. Nonostante la pioggia sia caduta sul circuito circa una ventina di minuti fa, la pista viene data come asciutta al momento. Cielo nuvoloso, temperatura del tracciato 23°C, aria 16,5°C, umidità al 70%.


AutoreMarco Sassara – @marcofunoat

Foto: Formula Uno – Ferrari

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui