Pagelle Gp Belgio 2020

1

Spa-Francorchamps, 30 agosto. Pagelle Gp Belgio 2020

Lewis Hamilton vince il Gran Premio del Belgio! Completa la doppietta Valtteri Bottas, quindi segue sul podio Max Verstappen. Disastro in casa Ferrari, con entrambe le vetture fuori dai punti.

Ma vediamo insieme i voti per questa gara:

Mercedes: 10 al team; 10 a Hamilton; 7 a Bottas

Altro weekend eccellente per il team. Super Hamilton, dal gran giro in qualifica a prendersi la pole alle ultime tornate di gara a gestire perfettamente una gomma molto usurata. Non altrettanto si può dire per Bottas: è 2°, d’accordo, ma al sabato si prende 5 decimi dal compagno; la domenica non ha mai la possibilità di impensierire l’inglese.

Red Bull: 7 al team; 8.5 a Verstappen; 6 a Albon

Per quanto riguarda Verstappen, la prestazione è solida. Al sabato manca la prima fila per pochi millesimi; la domenica è l’unico che riesce a tenere il passo dei Mercedes anche se, a differenza di alcune gare passate, non riesce a creargli problemi. Albon, invece, perde la posizione su Ricciardo in qualifica e in gara la strategia a montare gomma media non paga. Sufficiente, ma nulla più… Essere battuto da entrambe le Renault non va bene.

Renault: 8 al team; 8.5 a Ricciardo; 7.5 a Ocon

Decisamente un buon weekend per loro! Ottimo Ricciardo, che chiude 4° (dove è partito) con una gestione gomme perfetta. Nel finale arriva quasi ad impensierire Verstappen, così come al via, quando sfrutta al meglio la gomma rossa. Bravo a portarsi a casa il giro veloce. Buona anche la prestazione di Ocon, che non molla e riesce a guadagnarsi a casa il 5° posto. Il distacco dal compagno, però, è un po’ troppo ampio per avere la stessa macchina…

Daniel Ricciardo davanti a Esteban Ocon durante il Gp del Belgio

McLaren: 7 al team; 7 a Norris; sv Sainz

La qualifica di Norris non è granché: chiude 10° al contrario del compagno che è 7°. In gara, poi, nonostante una partenza non eccezionale, con un buon ritmo si prende le posizioni su entrambe le Racing Point. Avesse avuto ancora un paio di giri, avrebbe attaccato anche Albon e Ocon. Tutto ciò, fa crescere la delusione per Sainz, che a causa un problema tecnico non ha nemmeno potuto prendere il via della gara.

Alpha Tauri: 6 al team; 8.5 a Gasly; 5 a Kvyat

Impressionante la prima parte di gara di Gasly con gomma dura. Il ritmo è ottimo; i sorpassi pure e dopo la safety car si ritrova addirittura in 4^ posizione. Quando effettua il pit stop, poi, scala in fondo al gruppo, ma inizia la risalita e chiude 8°. Non altrettanto si può dire per Kvyat, che parte 11° con gomma media e lì chiude la sua gara. Sembrava guidassero due macchine completamente diverse…

Pierre Gasly all’attacco di Sergio Perez nel Gp del Belgio

Racing Point: 5 al team; 5 a Stroll; 5 a Perez

Verrebbe quasi da dire nulla da segnalare in uno weekend abbastanza anonimo. Si qualificano in 8^ e 9^ posizione con Perez davanti a Stroll. Provano qualcosa di diverso con la strategia non fermando il messicano durante la safety car, ma il tentativo non paga e chiudono la gara 9° e 10°. Hanno avuto prestazioni decisamente migliori.

Alfa Romeo: 6 al team; 7 a Raikkonen; 4 a Giovinazzi

Gran gara per Raikkonen che a quarant’anni suonati dimostra di saper ancora come si fa su una pista che lo ha sempre visto protagonista. Parte 16° e chiude 12° togliendosi lo sfizio di superare anche la Ferrari. Molto buono il suo ritmo (non quello della macchina, che non va): ad un certo punto si ritrova addirittura 10°… Male invece Giovinazzi. In qualifica è alle spalle del compagno; al via la partenza è buona e riesce anche a superarlo, ma dopo pochi giri commette un errore, va a sbattere e causa, involontariamente, il ritiro di Russell. Così non va bene…

Kimi Raikkonen in azione durante il Gp del Belgio

Ferrari: 2 al team; 6.5 a Vettel; 7 a Leclerc

Il voto parla da solo. Entrambe le macchine escluse in Q2 e fuori dai punti in gara. Sul dritto vengono superati da tutti, eccezion fatta per la Williams. La peggior prestazione di stagione e di gran lunga. I piloti colpe non ne hanno, anzi, ce la stanno mettendo tutta: evitare l’esclusione in Q1 al sabato e la gran partenza di Leclerc lo testimoniano.

Haas: 4 al team; 5.5 a Grosjean; 5 a Magnussen

Weekend assolutamente negativo per loro. Entrambe le macchine escluse in Q1 e prestazione decisamente deludente la domenica. Leggermente meglio Grosjean: 17° al via contro l’ultima posizione del compagno e quasi capace di tenersi alle spalle Leclerc se non per un errore proprio all’ultimo giro.

Williams: 4 al team; 4 a Latifi; 5 a Russell

5 a Russell solo per aver messo la macchina ancora una volta in Q2. In gara, prima si fa superare subito dai due piloti Alfa, poi rimane coinvolto nell’incidente con Giovinazzi. Disperso Latifi...

Autore: Alessandro Rana – @AleRanaF1

Immagini: F1; Mercedes; Renault

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui