Vettel: “non capiamo dove sia il problema”

0
Sebastian Vettel non trova il bandolo della matassa con la SF1000

Vettel: prosegue il calvario al Silverstone Circuit. Il tedesco della Ferrari ha concluso le qualifiche del ‘GP 70° Anniversario F1’ al dodicesimo posto, escluso nel Q2. Per il ferrarista prosegue il momento negativo in terra inglese. Dopo gli svariati inconvenienti tecnici dello scorso weekend e il decimo posto finale in gara, per il pluri iridato le difficoltà sono proseguite anche nell’arco di questo fine settimana.

Il problema alla power unit 065 sulla SF1000 numero 5 occorso ieri pomeriggio nel corso delle prove libere 2 ha ulteriormente complicato il lavoro in ottica qualifica e gara per il tetra campione del mondo. Aver perso giri e chilometri nella sessione pomeridiana è stato un inconveniente non da poco, date le difficoltà di Vettel tra le curve veloci del Silverstone Circuit. Anche la scelta di aver avuto a disposizione una configurazione aerodinamica con più carico aerodinamico rispetto alla Ferrari del compagno di squadra, non ha migliorato la situazione per il pilota classe 1987.

Sebastian Vettel alla guida della SF1000 al Silverstone Circuit
Sebastian Vettel alla guida della SF1000 al Silverstone Circuit

Al termine delle qualifiche, il quattro volte iridato ha mostrato tutta la sua delusione ai microfoni di ‘Sky Sport F1’: “col mio pool di tecnici e ingegneri abbiamo testato svariate soluzione per migliore il quadro complessivo. Devo congratularmi con loro, perché abbiamo provato molte soluzioni differenti. Mi sono sentito meglio alla guida della vettura in questo, ma dal cronometro non si vede la differenza – ha sentenziato Vettelperché mi sembra di andare contro un muro. Non mi è sembrato che ci fosse altro potenziale da estrarre dalla SF1000”.

Chiaramente, il dodicesimo posto finale è una delusione – ha ammesso Vettelma come anticipato, sto facendo il possibile. Dal punto di vista della strategia in ottica gara, dobbiamo essere onesti. Non siamo dove vorremmo essere, non siamo sufficientemente veloci. Chi ci ha preceduto, ci ha sopravanzato in modo netto e pulito. Non è stata questione di sfortuna o episodi sfavorevoli. Domani sarà dura concludere nella top ten. Darò il massimo e vedremo cosa riusciremo ad ottenere”.

Infine, l’ex pilota Red Bull si è soffermato sulle sue difficoltà al Silverstone Circuit, dichiarando che non è una questione relativa al tracciato: “la pista mi piace, quindi non è quello il problema. Lo scorso fine settimana ho avuto diversi problemi tecnici che mi hanno impedito di girare regolarmente. Ma questo alla fine non cambia la situazione attuale. Suppongo di sapere cosa ci voglia anche girando poche tornate per trovare il ritmo. Da una settimana all’altra nulla è cambiato. Siamo nella stessa posizione. Sembra che ci sia proprio qualcosa che non riusciamo a cambiare nella performance complessiva” ha concluso un realista Sebastian Vettel.

Autore: Dennis Ciracì | @dennycira

Foto: Scuderia Ferrari

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui