Vettel: “Non credo di lasciare la Ferrari prima del previsto…”

0
Sebastian Vettel, Ferrari, Gp di Spagna 2020

Vettel: “Non credo di lasciare la Ferrari prima del previsto…”


Con la classica conferenza stampa del giovedì si apre anche il sesto weekend della stagione 2020 che vedrà il Circus impegnato sul circuito di Barcellona. Con l’annuncio odierno del ritorno in pista di Sergio Perez (pilota Racing Point) dopo aver ricevuto l’esito negativo da parte del tampone, in questo weekend potremmo assistere finalemnte all’epilogo della telenovela sul futuro di Sebastian Vettel. I ben informati infatti ritengono che il contratto tra il campione tedesco e il team, che dal prossimo anno prenderà il nome di Aston Martin, sia già chiuso e che si starebbe attendendo soltanto che il messicano torni a vestire i panni della Racing Point per darne l’annuncio definitivo. Le prossime ore saranno cruciali per comprendere qualcosa di più in merito.

Dopo le recenti prestazioni del tedesco, c’è anche chi ha ipotizzato un addio anticipato (prima della scadenza contrattuale a dicembre), ma il campione di Heppenheim, durante la conferenza stampa si è sentito di escludere tale ipotesi: “Anche se le cose non dovessero migliorare non penso di lasciare la Ferrari prima del previsto. Da parte mia so di poter migliorare… Quando le acque si calmeranno potrò essere anche molto più sereno”. Il pilota fa chiaramente riferimento al suo futuro, e di conseguenza si è cercato un po’ di approfondire quali fossero le sue reali intenzioni anche con delle domande un po’ provocatorie: “Se mi diverto ancora? Sì, ma non molto a lottare nelle retrovie. Spero che le cose migliorino per ottenere emozioni maggiori”.

Vettel: "Non credo di lasciare la Ferrari prima del previsto..."
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000

Dopo il Gp di Gran Bretagna, dove la Ferrari ha utilizzato una configurazione aerodinamica molto scarica con cui Sebastian non si è trovato a proprio agio, per il Gp successivo i tecnici della Rossa hanno cercato di caricare maggiormente le ali nella speranza di far trovare al pilota un po’ più di fiducia, senza però ottenere i risultati sperati… I media hanno cercato di carpire le sensazioni avute dal tedesco, che però ha preferito saltare la domanda a piedi pari: “Non so sinceramente se il carico aerodinamico sia stato minore nella prima gara e più alto nella seconda”.

In questo weekend” continua Vettel “siamo su un’altra pista che richiede un carico differente. Non so se a Barcellona sarà difficile come a Silverstone, qui occorre curare un po’ tutti gli aspetti, quindi vedremo. Fa molto caldo e questo potrebbe giocare un ruolo importante. Credo che sarà difficile per noi. Dovremo mettere assieme molte cose“. Nonostante abbia dichiarato l’intenzione di restare in Ferrari, nel bene o nel male fino a dicembre, quello che appare in queste dichiarazioni è un Sebastian un po’ rinunciatario.

Vettel: "Non credo di lasciare la Ferrari prima del previsto..."
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, prove libere a Silverstone 2020

Per il weekend catalano avrà ha disposizione anche un nuovo telaio che però Seb non vede come soluzione ai suoi problemi: “Non mi aspetto miracoli. Quello che avevo andava comunque sostituito perché avevamo rivelato una crepa ed era stato momentaneamente riparato. Vedremo se la mia sensazione alla guida sarà diversa, non so quanto il problema al telaio possa aver influito sulla mia performance a Silverstone“.

Nonostante tutti questi aspetti però, Vettel non perde il suo spirito battagliero e, anche spronato dai risultati ottenuti dal compagno di squadra, ha tutta l’intenzione di migliorare:Ho fiducia nelle persone che lavorano attorno alla mia macchina e abbiamo tutti voglia di estrarre il massimo del potenziale dalla vettura. Charles Leclerc ha dimostrato che se si riesce a fare bene in qualifica si può anche ambire al podio“.

Nelle ultime ore è emersa la notizia che la FIA avrebbe comunicato alle squadre, tramite una lettera non ufficiale, l’intenzione di abolire il ‘party mode’ dalle qualifiche del prossimo Gp del Belgio. Si attende una direttiva tecnica che ufficializzi e chiarisca nei dettagli la questione nelle prossime ore. Questo il commento di Sebastian in merito e con il quale si conclude la sua confernza stampa: “Per chi è riuscito a lavorare sulla power unit durante l’inverno e ha sviluppato un sistema che permette di aumentare le prestazioni in certe situazioni non è sicuramente una gran notiziaPer noi non cambia niente.


AutoreMarco Sassara – @marcofunoat

Foto: Ferrari

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui