Pirelli: nominate le mescole per la stagione 2020, ci sono delle novità…

0
Pirelli: nominate le mescole per la stagione 2020, ci sono delle novità…
Immagine di gara al Mugello, Gp Toscana 2020

Pirelli: nominate le mescole per la stagione 2020, ci sono delle novità…


Lo scorso mercoledì, il costruttore Milanese ha reso note le mescole protagoniste della parte conclusiva della stagione 2020. Trovandoci in pieno race week si è preferito andare a fare il punto della situazione a motori fermi e con più calma. Iniziamo subito, dunque da quelle che sono le novità principali per le ultime sette gare del campionato. Fino al termine del mese di settembre, ovvero fino al Gp di Russia, per cause di forza maggiore, Pirelli e team avevano optato per una fornitura standard da portare a tutti gli eventi, ovvero 2 treni di Hard, 3 Medie e 8 Soft. Ora però, potendo contare su una più elatica linea di produzione, per la restante parte del mondiale l’assegnazione delle mescole potrà dunque differire. Gli eventi in cui si è deciso comunque di puntare su questo tipo di distribuzione sono: Germania (Eifel), Bahrain-1, Bahrain-2 (layout simil ovale) e Abu Dhabi.

Pirelli: nominate le mescole per la stagione 2020, ci sono delle novità...

Il totale dei set messi a disposizione dalla Pirelli sarà sempre e comunque 13, come stabilito dal regolamento. L’unico appuntamento in via del tutto eccezionale a non rispettare questa norma sarà il Gp dell’Emilia Romagna (Imola). Dal momento che il format del weekend prevederà solamente una sessione di libere di novanta minuti, prima delle qualifiche e della gara, si è convenuto che 10 set fossero più che sufficienti (2 Hard – 2 Medie – 6 Soft). Provvedimento che è andato a sacrificare maggiormente la gomma a banda rossa, considerando che, trattandosi di un nuovo circuito, i team vorranno studiare il comportamento anche della Hard e della Media per prepararsi al meglio in vista della gara. Per il Portogallo e la Turchia, invece si è scelto di sacrificare un set del compound più soffice a favore della Hard, forse per andare a stimolare il lavoro dei team su tale mescola…

La parte un po’ più interessante invece riguarda la tipologia di mescole selezionate per gli eventi. Quindi, trattandosi essenzialmente degli stessi pneumatici avuti lo scorso anno, giusto andare a fare un paragone tra le nomination 2019-2020 (di seguito troverete le immagini riepilogative).

Come possiamo notare, la mescola C5 tornerà in pista, dopo averla vista in azione in Russia (delle precedenti nomination parliamo qui) nell’evento conclusivo della stagione sul circuito di Yas Marina (C3C4 e C5 come si era avuto 12 mesi fa). Partendo dall’alto, per il ritorno del Gp di Germania al Nurgburgring (ultima edizione disputata nel 2013) si è scelto di puntare su una selezione intermedia, nè troppo dura nè troppo soffice, nominando C2, C3 e C4. Compound che ritroveremo anche in occasione del Gp dell’Emilia Romagna (Imola – ultimo evento nel 2006) e in occasione del doppio appuntamento in Bahrain. Selezione, per quanto riguarda Sakhir, più aggressiva di uno step rispetto allo scorso anno quando si erano avute mescole C1, C2 e C3. Sarà interessante vedere come si comporteranno le mescole sui due diversi tipi di layout.

Pirelli: nominate le mescole per la stagione 2020, ci sono delle novità...

Scelta ‘classica’ invece per quanto riguarda i cicuiti di Portimao e Instanbul. Non avendo molti riferimenti, Pirelli ha deciso di andare sul sicuro, per quanto riguarda il Portogallo, andando a nominare le mescole più dure della gamma. In egual misura, in occasione del Gp di Turchia, tracciato che presenta dei curvoni veloci e un bel tratto misto che potrebbe mettere a dura prova gli pneumatici, si è scelto di non correre rischi puntando su C1, C2 e C3.

A concludere, si riporta il commento di Mario Isola (responsabile F1 e car racing) rilasciato dallo stesso all’interno del comunicato ufficiale rilasciato dal costruttore Milanese: “La selezione è stata fatta tenendo conto di una vasta gamma di fattori tra i quali la configurazione del circuito, le probabili condizioni climatiche e le caratteristiche dell’asfalto. Nel caso dei nuovi circuiti ci siamo affidati alle informazioni in nostro possesso sull’asfalto e i dati ricevuti dalle altre serie, oltre che alle simulazioni effettuate dai team”.

Pirelli: nominate le mescole per la stagione 2020, ci sono delle novità...
Mario Isola, circuito di Spa-Francorchamps, stagione 2020

Come già accaduto per la prima parte della stagione, ci sarà un’allocazione standard di due set di pneumatici Hard, tre set di Medium e otto set di Soft per ciascun pilota per le gare in Germania, Bahrain e Abu Dhabi. Ad Imola invece ci saranno solo 10 set di pneumatici per pilota (due set di Hard, due set di Medium e sei set di Soft) perché il weekend di gara prevede solo due giornate. Infine in Portogallo e Turchia, per via della prevista severità dei tracciati, l’allocazione sarà di tre set di Hard, tre set di Medium e sette set di Soft. I piloti in questo modo avranno un set di Hard in più da provare durante le prove libere potendo contare poi su due set di Hard per la gara qualora fosse necessario”.

📜Legenda
Sigle abbinate ai tipi di mescola
C1 – simile alla Hard 2018
C2 – simile alla Medium 2018
C3 – simile alla Soft 2018
C4 – simile alla UltraSoft 2018
C5 – simile alla HyperSoft 2018

Regole Stagione 2020

– Red Soft
Ogni pilota ha l’obbligo di conservarne un set per la Q3.
Tale set andrà restituito a Pirelli dai 10 piloti che si qualificano per la Q3, mentre sarà a disposizione di tutti gli altri piloti per la gara.

– Yellow Medium
– White Hard
Ogni pilota dovrà portare entrambi questi set in gara con l’obbligo di utilizzarne almeno uno a scelta.

Ogni pilota avrà un totale di 13 set a disposizione per l’intero weekend.


AutoreMarco Sassara – @marcofunoat

Foto: Ferrari – Pirelli

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui