Pagelle Gp Portogallo 2020

0

Portimao, 25 ottobre. Pagelle Gp Portogallo 2020

Con la vittoria numero 92 in carriera, Lewis Hamilton diventa il pilota più vincente nella storia della Formula 1! Demolito Bottas, 2°. Completa il podio Verstappen, seguito da Leclerc con una Ferrari decisamente migliorata.

Ma vediamo insieme i voti di questa gara:

Mercedes: 10 al team; 10 a Hamilton; 5 a Bottas

Si arriva una pista nuova e Bottas si mette davanti in tutte le libere. Quando conta, però, è Lewis a prendersi la pole. Al via arriva qualche goccia di pioggia e un prudente Hamilton lascia sfilare il compagno, tuttavia non appena le condizioni tornano perfette, inizia a macinare giri su giri veloci, si riprende la testa e fa il vuoto. Purtroppo non si può dare la sufficienza al finlandese oggi: troppi i suoi giri “lenti” e chiudere ad oltre 25 secondi dall’inglese è impensabile, se vuoi lottare nel mondiale.

Red Bull: 8 al team; 8 a Verstappen; 4 a Albon

La differenza all’interno del team tra le due prestazioni è enorme: Verstappen, dopo essersi qualificato terzo, parte con gomma rossa (giudicata “sbagliata” da tutti), ma la gestisce in modo perfetto e la fa durare molti più giri del previsto assicurandosi il podio. Albon, invece, scatta dalla 6^ posizione, superato anche da Perez. Si deve fermare molto presto causa assenza di ritmo e questo lo porta nelle retrovie. Tenta qualcosa di diverso con una seconda sosta, ma non viene ripagato e chiude 12°. Assolutamente bocciato.

Ferrari: 7 al team; 8 a Leclerc; 5 a Vettel

Alla fine tutti gli aggiornamenti arrivati dalla Russia in poi, sembrano funzionare e qualcosa di meglio soprattutto lato Leclerc si vede. Se già in Germania si era visto un buon giro di qualifica, qui si aggiunge anche un discreto passo gara. Certo, non da permettere al monegasco di lottare con i primi, però nemmeno di fare il “gambero” come più volte visto in stagione. La 4^ posizione era sicuramente il massimo oggi. Per quanto riguarda Vettel, invece, continuano le difficoltà: tenta la qualifica con gomma gialla, ma non riesce a superare il taglio del Q2. In gara, alla fine, un punto arriva, ma la fatica è decisamente tanta…

Charles Leclerc in azione durante il Gp del Portogallo

Alpha Tauri: 7 al team; 8.5 a Gasly; 4 a Kvyat

Si potrebbe quasi fare lo stesso discorso di Red Bull: la differenza tra i due piloti è abissale. Gasly entra in Q3 al sabato, gestisce molto bene la gomma rossa e con qualche bel sorpasso deciso (come quelli su Ricciardo e Perez) si porta a casa la 5^ posizione. Eppure per il 2021 rischia il posto… Kvyat, invece, rimane escluso in Q2 e durante la gara non ha ritmo tant’è che chiuderà ultimo. Rimedia anche penalità per troppe violazioni dei limiti di pista.

McLaren: 8 al team; 8 a Sainz; 6.5 a Norris

Che gara per McLaren questo weekend! I due piloti scattano dalla 4^ fila e sfruttando perfettamente la gomma rossa con le condizioni della pista scivolosa in via, si ritrovano nelle posizioni di vertice. Sainz, addirittura, si prende la prima posizione per alcuni giri. Il ritmo poi è buono per entrambi, con lo spagnolo che riesce a conquistare la 6^ posizione nel finale su Perez; peccato per Norris che rimane coinvolto in un incidente con Stroll ed è costretto ad una lunga sosta per il cambio dell’ala e precipita nelle retrovie.

Carlos Sainz in pista nel Gp del Portogallo

Racing Point: 5 al team; 7.5 a Perez; 4 a Stroll

Uno weekend così così per Racing Point. Perez parte dalla 5^ posizione, ma al via rimane coinvolto in un incidente con Verstappen ed è costretto alla sosta. Risale bene, con una gran rimonta, ma viene fermato troppo presto per montare la gomma rossa che soffre e gli costa due posizioni. Male Stroll. Prima rimane escluso in Q2 al sabato; poi causa un incidente con Norris che gli costa penalità così come la violazione per troppe volte dei track limits. Infine deve ritirarsi per un problema tecnico. Bocciato.

Renault: 6 al team; 7 a Ocon; 5 a Ricciardo

In Germania sul podio; qui in 8^ e 9^ posizione. Ocon rimane escluso in Q2 al sabato, tuttavia la gestione della gomma gialla la domenica è eccellente e percorre più di 50 giri con lo stesso set. Non bene Ricciardo, invece. Si qualifica 10°, ma non può disputare il Q3 causa incidente. In gara, prima soffre con gomma rossa, poi con la media ha un ritmo discreto, ma nulla più, infatti chiuderà alle spalle del compagno.

Alfa Romeo: 6 al team; 8 a Raikkonen; 5 a Giovinazzi

Il primo giro di Raikkonen vale da solo il suo voto. Scatta dalla 16^ piazza, ma sfruttando in modo esemplare le condizioni scivolose, riesce a risalire fino alla 6^! Il suo ritmo poi, non è a livello degli avversari e deve cedere posizioni, tuttavia non molla e chiude 11° con una gran gara. Non altrettanto si può dire per Giovinazzi, che parte 17° e chiude 15° del tutto anonimo.

Un fantastico Kimi Raikkonen durante il Gp del Portogallo

Williams: 4 al team; 7 a Russell; 4 a Latifi

Ancora una volta si vede la netta differenza tra i due piloti: Russell si mette addirittura 14° al sabato e in gara spinge al massimo con il mezzo che ha. Latifi, invece, è ultimo in qualifica e penultimo in gara solo perché Kvyat fa una seconda sosta. Eppure il primo rischia si non avere un sedile l’anno prossimo…

Haas: 4 al team; 4 a Grosjean; 4 a Magnussen

Weekend da dimenticare per loro: entrambi esclusi in Q1 al sabato e dispersi nelle retrovie la domenica. A differenza di Gasly e Russell, loro nel 2021 non ci saranno sicuramente…

Autore: Alessandro Rana – @AleRanaF1

Immagini: Mercedes; Ferrari; McLaren; Alfa Romeo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui