Ufficiale: a porte chiuse il Gp Emilia-Romagna

0
Ufficiale: a porte chiuse il Gp Emilia-Romagna

Ufficiale: a porte chiuse il Gp Emilia-Romagna


L’estate aveva dato un po’ di speranza in merito ad una lenta ripresa verso la normalità. Il coronavirus sembrava aver allentato la presa e l’annuncio del ritorno del circuito di Imola all’interno del calendario 2020 era stato accompagnato dalla notizia che per tale occasione si sarebbe garantito l’ingresso a 13.147 spettatori. Purtroppo però con l’arrivo dell’autunno i numeri della pandemia sono reiniziati a salire, finché il Presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte, nelle ultime settimane ha deciso di attuare delle misure restrittive più adeguate alla situazione vigente.

Ovviamente gli ultimi DPCM avrebbero negato, sin dalla loro sottoscrizione, la possibilità agli organizzatori di garantire l’ingresso in autodromo agli attuali possessori dei biglietti, così la regione Emilia-Romagna si è subito messa in contatto con il Ministro della Salute, Roberto Speranza e con il Comitato Tecnico Scientifico per trovare delle soluzioni che avrebbero dato almeno ad una parte di quei 13 mila possessori del biglietto di assistere alla gara dal circuito. Sforzi inutili. La situazione sanitaria ha raggiunto un livello di criticità tale da non permettere eccezioni. Verdetto incontrovertibile dunque: si correrà a porte chiuse.

A seguire il comunicato diramato dal’Autodromo Enzo e Dino Ferrari:

Formula Imola comunica che a seguito delle trattative Stato / Regione Emilia Romagna / Comune di Imola sulle interpretazioni del DPCM del 24 ottobre 2020 recante, tra l’altro, disposizioni per lo svolgimento delle manifestazioni sportive nazionali ed internazionali ha prevalso una valutazione estremamente prudenziale nonostante il programma di svolgimento dell’evento prevedesse una disciplina rigidissima di molteplici controlli sanitari e di sicurezza sia per quanto riguardava le vie di afflusso che di deflusso degli spettatori che hanno acquistato un titolo valido per un posto a sedere pre-assegnato ed opportunamente distanziato nel rispetto delle regole COVID-19 stabilite dal Governo Italiano in precedenza.

Il Comune di Imola ha provato a proporre fino all’ultimo misure di ulteriore contenimento del rischio sanitario, riducendo ulteriormente la capienza inizialmente concessa con deroga regionale dal Presidente Bonaccini alla metà del numero autorizzato, ma non vi è stata apertura alcuna a consentire lo svolgimento della manifestazione a porte aperte seppur nel rispetto di tali regole proposte. Il Gran Premio di Formula 1 Emirates dell’Emilia Romagna, in programma il 31 ottobre – 1 novembre all’Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari si svolgerà pertanto a “porte chiuse”.

L’organizzatore Formula Imola sta valutando, di concerto con i referenti del Governo preposti alla supervisione delle formalità relative alla cancellazione straordinaria della presenza di pubblico e di ospitalità, le modalità di rimborso dei biglietti, che comunque avverrà entro il più breve tempo possibile.


AutoreMarco Sassara – @marcofunoat

Foto: Alfa Romeo Racing – F1

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui