Leclerc: Mercedes? No grazie…

0
Charles Leclerc, Scuderia Ferrari, Gp Emilia Romagna 2020

Leclerc: Mercedes? No grazie…


Oramai, ogni volta che Charles è autore di una buona prestazione, che si verifichi in qualifica o in gara, magari a volte anche in entrambi casi, solo una frase giunge alle nostre orecchie, puntuale e decisa da qualche settimana: “Date una macchina a questo ragazzo!” Leclerc come Verstappen, stanno guidando in modo superlativo nel corso di questa stagione. Se da Max un po’ ce lo si attendeva, trovandosi in Formula Uno dal 2015 ha avuto ampiamente modo di dimostrare di cosa è capace, per Charles quella 2020 è solamente la sua terza stagione, la seconda al volante della Rossa. Per cui ha ancora molto da far vedere, anche se finora ciò che ha mostrato fa sicuramente ben sperare per il futuro.

Non solo Vanzini (commentatore ‘Sky’) e non soltanto gli italiani si sono accorti del valore delle gesta del monegasco, capace di portare la SF1000 dove il compagno di squadra (e lo dico davvero senza polemica, è un dato di fatto, ammesso dallo stesso Vettel) da luglio a questa parte non riesce a sospingersi. Così, raggiunto dai tedeschi di ‘Sport Bild’, a Charles, è stata posta una domanda particolarmente intrigante…

Leclerc: Mercedes? No grazie...
Charles Leclerc, Ferrari SF1000, Stagione 2020

Pensi mai a come sarebbe correre con motore Mercedes?’ La risposta secca e decisa di Leclerc, di certo riempirà di gioia il cuore dei tifosi della Rossa: No. Sono un pilota Ferrari, una leggenda della F1 e sono orgoglioso di guidare per questa squadra. Voglio riportare la Ferrari al top, il nostro motore e la nostra vettura, è tutto ciò che voglio al momento. Mercedes indubbiamente sta facendo un ottimo lavoro e ho grande rispetto per loro, ma voglio restare in Ferrari per aiutarla a tornare dove dobbiamo essere. Questo è il mio obiettivo. Ce la faremo, ne sono sicuro. Ovviamente è chiaro, sto parlando del primo posto. Darò tutto quello che ho… è il mio sogno fin da quando ero bambino”.

Un sogno bellissimo che però, come sappiamo, dovrà attendere. Nel 2020 non lo si è mai accarezzato, anzi, e il 2021 le cose non dovrebbero essere molto diverse da quest’anno, almeno per la lotta all’iride. Anche di quest’aspetto team e piloti parlano da tempo continuando ad insistere sul fatto che nel 2021 ci si attende un recupero, ma non tale da metterli in condizione di sfidare la Mercedes.

Leclerc: Mercedes? No grazie...
Charles Leclerc, Scuderia Ferrari, Gp Emilia Romagna 2020

Secondo le ultime parole riportate dall’agenzia di stampa ‘GMM‘, Charles anche in quest’ultimo intervento non è uscito molto dal seminato, anche se ha lasciato trapelare qualche barlume di ottimismo in più. “In questi ultimi tre/quattro fine settimana abbiamo fatto di volta in volta, dei piccoli passi in avanti. E questo secondo me è l’aspetto più positivo al momento. Ogni volta che si è presentato un problema lo abbiamo analizzato e siamo migliorati. Un segnale senz’altro positivo per il futuro. Ora non ci dobbiamo fermare, bisogna continuare e la strada da fare è ancora tanta. Speriamo che assieme agli aggiornamenti 2021, ciò basti per rimetterci nella posizione di lottare…”.

Ovviamente la lotta a cui fa riferimento Charles nella migliore delle ipotesi potrebbe riguardare Red Bull. Impensabile come detto arrivare al livello dei campioni del mondo. Tuttavia, guardare con fiducia, magari alla lotta per il secondo/terzo posto costruttori potrebbe non essere sbagliato, anzi. C’è un nuovo motore che a detta di Binotto sta girando al banco da tempo e dal quale ci si attende un bello step prestazionale. Le migliorie apportate nell’ultimo mese hanno dato ottimi riscontri… Magari, unendo le due cose, e con degli aggiornamenti un po’ più consistenti durante l’inverno (con tutte le limitazioni, non ci si deve attendere grandi stravolgimenti in tal senso) risultare stabilmente leader del centro gruppo e impensierire in qualche caso Verstappen è un obiettivo quantomeno da inseguire, a prescindere dalla sua fattibilità.

A volte si perdono delle battaglie perché non si ha nemmeno il coraggio di scendere in campo… Ci si deve sempre mettere in gioco. E su questo aspetto, almeno la Ferrari, non deluderà.


AutoreMarco Sassara – @marcofunoat

Foto: Ferrari – F1

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui