Gp Imola 2021: live gara

Gp Imola 2021: live gara


Buongiorno a tutti/e amici e amiche di FUnoAT. Bentrovati per la cronaca diretta della seconda gara della stagione sul circuito intitolato ad Enzo e Dino Ferrari. La griglia di partenza si presenta come l’abbiamo lasciata ieri dopo le qualifiche. Nessuna penalità da dovervi comunicare. In ultima posizione troviamo Yuki Tsunoda (AlphaTauri) che ieri ha visto terminare la sua qualifica contro le barriere. I due campioni del mondo Vettel (Aston Martin) e Alonso (Alpine), battuti dai rispettivi compagni di box scatteranno dalle retrovie, rispettivamente dalla 13° e dalla 15° casella dello schieramento dopo essere stati eliminati in Q2. Sessione alla quale si sono qualificate entrambe le Williams e che ha visto l’eliminazione anche della Ferrari di Carlos Sainz Jr, classificatosi soltanto 11°.

In prima posizione invece troviamo Hamilton che se non pioverà partirà con gomme Medie al pari di Verstappen (3°) e Bottas (8°), con l’altra Red Bull di Sergio Perez e la SF21 di Charles Leclerc che prenderanno parte alla gara dalla seconda e dalla quarta casella con mescola Soft. Una grande chance per gli ultimi due piloti in questione. Le temperature basse potrebbero giocare in loro favore garantendo loro uno scatto maggiormente aggressivo rispetto ai partenti su compound giallo.

Discorso destinato a decadere perché a Imola oramai è ufficiale: piove. Sta piovendo anche in modo non omogeneo. In questi ultimi minuti (14:10) è caduta tanta acqua nel primo settore, mentre il secondo e il terzo settore sono ancora del tutto asciutti. Una situazione abbastanza complessa che porterà i piloti a delle scelte anche azzardate a livello di pneumatici... Se la pista resterà per 2/3 asciutta andare in pista con le gomme intermedie significherebbe usurarle molto in fretta nei tratti senz’acqua, mentre utilizzare le sclick significherebbe avere molta velocità nei tratti asciutti, per poi essere sul ghiaccio nei tratti bagnati.

Ovviamente queste sono solo supposizioni. E’ tempo di andare a vedere cosa accadrà realmente a partire dalle 15:00 quando i semafori si spegneranno e lo spettacolo potrà avere inizio! A seguire tutti gli aggiornamenti!


Live Gara

17:11 – Per ora è tutto amici e amiche appassionate. Grazie per essere stati con noi e scusate per l’inconveniente che abbiamo avuto nel corso del Gp. Ci scusiamo per il disservizio. Vi auguro un buon finale di weekend. Appuntamento al prossimo Gp sul circuito di Portimao, fissato per il weekend del 2 maggio. Buona serata.

17:08 – Quarta e quinta la Ferrari con Leclerc e Sainz. Bella prestazione da parte della Rossa anche se la McLaren grazie alla terza e alla sesta posizione di ricciardo allunga di un punto nella lotta per il terzo posto nel campionato costruttori. A punti anche Stroll, Gasly, Raikkonen e Ocon. Si ritira nelle ultime fasi del Gp Sebastian Vettel. questa la classifica.

Secondo posto per Lewis Hamilton che riesce comunque a porre rimedio all’errore fatto al 32° giro. L’inglese ottiene anche il giro veloce del Gp (1’16”702), tempo che gli permette di restare in cima alla lista dei tempi con un punto di margine su Max Verstappen. Sul podio anche Lando Norris.

Bandiera a scacchi!! Vince Max Verstappen!!!

63/63 – Il gap tra Norris e Leclerc resta stabile su 1,5”

63/63 – Ultimo giro!!!

61/63 – Leclerc guadagna un secondo su Norris. Ora il gap è di 1,5”

61/63 – Giro veloce di Hamilton: 1’16”702

61/63 – Giro veloce di Verstappen: 1’17”524

60/63Hamilton supera Norris e si riprende la seconda posizione dopo l’errore effettuato al 32° giro.

60/63 – 4 giri a disposizione di Hamilton per superare Norris.

59/63 – 5 giri alla fine. Questa la classifica.

57/63 – Forse un po’ di gestione… Charles gira in 1’18”9

56/63 – Leclerc un po’ defilato adesso: il mnegasco gira in 1’20”0 contro l’1’18”7 di Norris.

55/63 – 5 secondi per Tsunoda, violati troppe volte i track limits. Raikkonen finisce sotto investigazione per aver infranto la procedura di partenza lanciata.

55/63 – Hamilton supera Charles Leclerc e guadagna la terza posizione

55/63 – Giro veloce per Max Verstappen: 1’17”766

54/63 – La classifica. Nulla è cambiato nelle prime posizioni.

51/63 – Giro veloce per Lewis Hamilton: 1’17”858

50/63 – Hamilton attacca Sainz e si prende la posizione. Quarto Hamilton ad un secondo da Leclerc.

50/63 – Perez supera Vettel e si appropria della 12° posizione.

48/63 – Charles Leclerc sotto il secondo da Norris. Purtroppo solamente nel settore guidato. Norris riesce a non dare l’opportunità a Leclerc di aprire il DRS.

48/63Perez in battaglia con Vettel. Perez va lungo e resta in 13° posizione. Alla ripartenza Sergio Perez ha commesso un errore che lo ha fatto scivolare nelle retrovie.

47/63 – Questa la classifica attuale!

45/63 – La gara è ripartita poco fa dopo l’incidente tra Bottas e Russell. Norris è riuscito a superare Leclerc alla ripartena dietro la Safety Car, mentre Lewis Hamilton è già riuscito a risalire dalla nona alla quinta posizione.

45/63Ci scusiamo per il disservizio. Problemi a livelli informatici. Comunque ci siamo!

34/63 – Bandiera Rossa. Troppi detriti in pista.

33/63 – Botto pazzesco tra Bottas e Russell. Sono entrambi scesi dalla macchina, ma Valtteri sembra zoppicare. Ancora non si comprende di chi sia la colpa dell’incidente. Dagli onboard non è chiaro.

Immagine

33/63 – Questa la nuova classifica!

32/63 – Safety Car dunque. Hamilton riesce a tornare ai box. Sostituisce l’ala e monta un ulteriore set di gomma Media. Hamilton nono.

32/63 – Crash pauroso tra Russell e Bottas!! Detriti in pista. Entra la Safety Car.

31/63 – Lungo di Lewis Hamilton alla Tosa. Hamilton mette la retromarcia e torna in pista in modo anche un po’ pericoloso.

Immagine

31/63 – Bottas viene doppiato e nel doppiaggio viene superato anche da Stroll. Valtteri nono.

30/63 – Con le fermata anche di Alonso, tutti i piloti hanno effettuato il cambio gomme. Tutti su Media, solamente le due Haas su Soft.

29/63 – Max Verstappen riesce a mantenere la posizione. Torna ai box anche Bottas.

28/63 – Box per Lewis Hamilton, Charles Leclerc, Sergio Perez, Lando Norris, Giovinazzi ed Ocon.

27/63 – Stessa scelta per Russell, Raikkonen, Tsunoda, Gasly, Sainz e Ricciardo.

27/63 – Si decide di rientrare: Verstappen va ai box per montare gomma Media.

27/63 – Vettel fa 1’30” 3 con gomma Media rispondendo ai tempi di Stroll con le Intermedie.

26/63 – Sainz ha subito la meglio di Ricciardo e si prende la sesta posizione.

26/63 – Sainz prende Ricciardo e entrano in bagarre.

25/63 – I doppiaggi rallentano Verstappen. Hamilton a 2 secondi da Max.

25/63 – La classifica.

25/63 – Vettel va scontare subito la penalità. 17° il tedesco.

23/63 – Penalità di 10 secondi di stop and go per Vettel. Gomme al via montate con ritardo entro i 5 minuti dall’inizio del Gp. Comunicazione troppo tardiva.

22/63 – Sebastian Vettel ai box per montare gomme Medie. Il primo a montare gomme da asciutto. Il tedesco viene superato lesto da Gasly.

21/63 – Leclerc con gomme quasi finite. Charles costretto ad amministrare. Rientrare ai box adesso potrebbe essere un suicidio tattico con la pista che sta andandosi ad asciugare.

20/63 La classifica. Sainz a 3 secondi da Ricciardo. Norris invece ha portato il vantaggio sul compagno a 6,5 secondi.

20/63 – Verstappen amministra bene e tiene Hamilton a 5 secondi di distanza. Leclerc finito a 17 secondi dall’inglese. Adesso i tempi sono 1’27”068 per Max, 1’27”021 per Lewis, 1’28”092 per Leclerc.

19/63 – Secondo le fonti raccolte da Mara Sangiorgio, dai box comunicano che non dovrebbe più piovere da qui a fine sessione.

17/63 – Norris scavalca Ricciardo. Ordine di squadra. 5° Norris a cui è affidato il compito di prendere Perez: 13 secondi tra i due.

17/63 – 1’26”578 per Hamilton.

17/63 – Nonostante due lunghi, Carlos Sainz si trova in settima posizione e a 7 secondi da Norris. La Ferrari è veloce.

16/63 – La classifica.

15/63 – Gasly ai box. Il francese passa dalle Full Wet alle intermedie. 18° Gasly.

14/63 – Il più veloce alle loro spalle è Leclerc: 1’29”4.

13/63 – 1’28”8 per Verstappen, l’unico in grado di rispondergli. Hamilton a 4,1 secondi dall’olandese adesso. Lewis recupera.

13/63 – Giro veloce per Hamilton: 1’28”592

12/63 – Stop and Go di 10 secondi per Sergio Perez.

12/63 Perez sotto investigazione per aver sorpassato delle vetture in regime di Safety Car. Il messicano era andato lungo perdendo delle posizioni.

10/63 – Uscita per Sainz nella ghiaia, ma ha margine su Gasly e non perde alcuna posizione. Le prestazioni di Gasly sono crollate dal momento che utilizza gomme Full Wet. Ha smesso di piovere.

10/63 – Classifica.

10/63 – Problemi con il volante per Perez. Scivola a 8 secondi da Leclerc.

9/63 – Sainz non demorde, arriva su Gasly e lo supera. Settimo Sainz.

9/63 – Norris molto veloce, superato anche Gasly. Sesto Norris.

8/63 – Leclerc regge il passo per ora. Verstappen leader. Hamilton a 5 secondi da Max, Leclerc a 1 secondo dal britannico, Perez a 6 secondi dal monegasco.

08/63 – Battaglia dietro. Gasly risupera Sainz e anche Norris ne approfitta. sesto Gasly, poi norris e Sainz.

07/63 – Leclec si fa vedere negli scarichi di Hamilton, lo attacca ma Lewis resiste. Sainz risale in sesta posizione, supera Stroll e ora anche Gasly.

07/63 – Subito bagarre alla prima curva tra Hamilton e Verstappen, Max resiste.

07/63 – Bandiera verde! Riprende la gara!

06/63 – Questa la situazione!

06/63 – Pit Lane riaperta. Schumacher può tornare ai box. Cambio d’ala per lui.

05/63 – Errorino di Perez alle spalle della Safety Car. Il messicano va lungo, perde qualche posizione, ma poi se le riprende grazie appunto alla Safety Car.

05/63 – Schumacher costretto a restare fuori dai box. Prosegue senza ala.

04/63 – Vettel intanto, poco prima della chiusura della pit lane è riuscito ad entrare ai box ed a montare un nuovo set di intermedie.

04/63 – Mick Schumacher a muro sotto Safety Car. Riesce a tornare in pista con l’ala completamente danneggiata. Chiuso l’ingresso della pit lane! Schumacher costretto a restare in pista?

03/63 – Ora la pioggia comunque sembra riguardare tutto il circuito anche se potrebbe aver smesso.

03/63 – Ancora regime di Safety Car.

02/63 – Intanto segnaliamo un contatto iniziale tra Verstappen e Hamilton alla prima curva, contatto in cui Lewis sembrerebbe aver perso una bandella laterale della propria ala anteriore.

02/63 – Questa la situazione!

02/63 – Safety Car!!

01/63 – Leclerc supera Perez, Bandiera gialla per l’impatto a muro di Nicholas Latifi.

01/63 – Verstappen si va a prendere subito la prima posizione! Verstappen leader, segue Hamilton poi Perez e Leclerc.

15:03 – Viaaaa! Partiti!!!

15:01 – Testacoda per Leclerc che però riesce a tornare in pista. Potrà andarsi a riprendere la popria posizione!

15:01 – Sebastian Vettel viene dato ai box!! Partenza dalla pit lane per Vettel.

15:00 – Inizia il giro di formazione! Niente Safety Car. Si effettuerà una normale partenza.

14:57Queste le gomme selezionate dai piloti per la partenza! Full Wet per Gasly, Ocon, Schumacher e Mazepin, tutti gli altri su Intermedie.


Pre Gara

14:55 – 5 minuti al giro di formazione!

14:49 Situazione meteorologica al via della seconda gara stagionale: temperatura asfalto 17°C, ambiente 9°C, umidità 75%. Pioggia e condizioni asfalto miste con tratti asciutti e bagnati.

14:48 – Eccoci tornati. Questa la griglia di partenza ufficiale dell’evento.

14:43 – Prima non lo avevo specificato, comunque Alonso è riuscito a tornare ai box e a montare una nuova ala. Prenderà il via alla gara dalla propria casella di partenza.

14:38 – Piccola pausa adesso. Pioggia a Imola! Ci attende una gara sicuramente ricca di colpi di scena.

14:35 – Pit lane chiusa. Le vetture sono tutte schierate sulla griglia di partenza.

14:33 – Tuttavia, siccome nei tratti bagnati di acqua ce ne sta veramente tanta, sembrerebbe che i piloti siano più propensi all’utilizzo delle full wet.

14:32 – In questo tweet, la chiara situazione in cui versa attualmente il tracciato: alcuni tratti asciutti ed altri bagnati.

14:30 – I piloti, nonostante le difficoltà stanno arrivando sul rettilineo principale per prendere posizione sulla griglia di partenza.

14:29 – Intanto la telecronaca Sky informa di un principio d’incendio scaturito dall’impianto frenante posteriore dell’Aston Martin di Lance Stroll.

14:27 – Dal momento dell’errore di Alonso in molti decidono di lasciare i box su mescola Wet.

14:26 – In una fase iniziale, la scelta di pneumatici stava ricadendo sulla Intermedia, ma Alonso (Alpine) perde il controllo, ha una leggera toccata a muro in cui rompe l’ala anteriore.

Immagine

14:26 – I piloti sono andati in pista per effettuare i consueti giri di verifica pre-gara.

14:25 – Piove a Imola! La pista è in alcuni tratti asciutta e in altri bagnata.

14:25 – Buongiorno a tutti/e amici e amiche appassionate.


Gp Imola 2021: possibili strategie

Distanza di gara – Imola – 63 giri

▪️ Iniziamo dando uno sguardo a cosa consiglia Pirelli per questo appuntamento

Quasi sicuramente, i piloti cercheranno di mettere in pratica una gara ad una sola sosta per completare i 63 giri previsti da programma. Questo a causa di tre principali ragioni. La prima è che ad Imola superare è molto complicato, la seconda è data da un passaggio in pit lane che comporta una perdita considerevole in termini di tempo (quasi mezzo minuto) e terzo il degrado degli pneumatici che sarà ragionevolmente basso.

Una doppia sosta sarebbe dunque sicuramente più lenta, ragion per cui le squadre cercheranno in tutti i modi di evitarla. Un fattore chiave lo giocherà senz’altro il momento di chiamata ai box: riuscire a non finire imbottigliati nel traffico si rivelerà senz’altro importante. Si potrà ottenere un vantaggio importante anche attraverso un ‘undercut‘ molto aggressivo. Bisognerà dunque fare particolare attenzione alle scelte strategiche altrui.

I set di pneumatici rimasti a disposizione dei piloti per la gara

▪️ Le strategie del Sasso

Eccoci qui a parlare di ciò che potrebbe accadere oggi in gara. Gli scenari dinanzi a noi sono sostanzialmente due: asciutto o bagnato. Analizziamo rapidamente subito il secondo caso. Se il Gp dovesse iniziare sotto la pioggia, probabilmente gli steward daranno modo ai piloti di effettuare qualche giro alle spalle della Safety Car per prendere dimestichezza con il tracciato dal momento che nel corso del weekend non è mai venuto a piovere. Ovviamente tutte le strategie in tal caso verrebbero meno con i piloti che opterebbero per la stessa mescola di partenza (giusto nell’ipotesi in cui i livelli di acqua fossero a metà tra l’intermedio e il Wet o tra l’umido e l’asciutto potremo vedere qualcosa di diverso).

Nel caso invece la pista si mantenesse asciutta per l’intero arco del Gp, molto probabilmente, come già detto dalla Pirelli, si assisterà ad una gara ad una sosta. Stranamente però, si potrebbe assistere a qualche curiosa varianza. I partenti su Medie, tra cui ci saranno Hamilton (1°), Verstappen (3°) e Bottas dall’ottava casella, possiamo facilmente prevedere che andranno a pittare intorno al 25° giro per concludere la gara su gomma Hard. L’unico dei tre che potrebbe allungare questo stint, scattando da posizione più arretrata, è il finlandese.

Pirelli: possibili strategie di gara

Da notare: la Media potrebbe percorrere anche molti più giri (Norris lo scorso anno ce ne percorse 40, mentre l’Alfa Romeo si spinse anche oltre quota 50), tuttavia considerando che ad Imola l’effetto dell’undercut sarà molto forte e superare sarà molto difficile, i piloti cercheranno di coprirsi da eventuali attacchi riducendo sensibilmente la durata di questo stint.

Chi invece scatterà su gomma Soft, come ad esempio Perez (2°) e Leclerc (4°), avrà sicuramente più varietà di scelta per quanto riguarda la gomma da utilizzare nel secondo stint. Andare a scegliere di montare la Media ad esempio, garantirà loro un undercut ancor più potente rispetto a chi opterà per la Hard e questo potrebbe permettergli di mettere alle strette i partenti davanti con gomme Medie.

Gp Emilia Romagna 2020: le strategie attuate dai piloti lo scorso novembre

Sicuramente il messicano e il monegasco saranno per forza di cose chiamati ad effettuare la sosta ‘molto’ prima rispetto a Hamilton e Verstappen, ma se riusciranno a mantenere un buon ritmo per un numero di giri compreso tra le 15 e le 20 tornate non è escluso possano riuscire a terminare la gara andando ad utilizzare le mescole gialle per i restanti 43-48 giri (l’Alfa Romeo lo scorso anno riuscì a portare entrambe le vetture a punti adoperando strategia M-S con Kimi e S-M con Giovinazzi, stessa tipologia di mescole nominata per l’evento C2-C3-C4).

Per stare un pochino più ‘tranquilli‘ si potrebbe optare anche per la più consistente Hard. Non sarebbe certo una strategia sbagliata, anzi… Si terrebbe in caldo la Media nel caso si fosse chiamati a fare i conti con un ingresso improvviso da parte della Safety Car intorno tra la metà e la tre/quarti di gara, ma volendo essere più aggressivi la gialla potrebbe essere una buonissima opzione.


Autore: Marco Sassara – @marcofunoat

Foto: Formula Uno – Mercedes – Ferrari – Red Bull – Aston Martin – McLaren – AlphaTauri – Pirelli

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

3,584FansLike
1,032FollowersFollow
3,871FollowersFollow

Meteo Prossimo GP

Budapest
cielo sereno
26.6 ° C
26.7 °
25.5 °
55 %
3.1kmh
0 %
Sab
27 °
Dom
36 °
Lun
27 °
Mar
30 °
Mer
30 °
- Advertisement -

Latest Articles

- Advertisement -