GP Portogallo 2021-Analisi Fp2: Ferrari ottimo passo sulle Medium

Un tracciato quasi d’altri tempi che non si direbbe sia nato solo nel 2008. Sul ventoso circuito di Algarve ha ripreso la battaglia tra Mercedes e Red Bull. Hamilton vs Verstappen. Il pilota inglese arriva a questo appuntamento con un solo punto di vantaggio sull’olandese. Come ne usciranno da questo week end?Proviamo a capirlo fin da subito analizzando le forze in campo. Immergendoci subito nell’analisi relativa alla simulazione della qualifica, osserviamo la tabella in basso che mette in luce la differenza tra il giro ideale e il migliore di ogni pilota. Seppur ci troviamo su di un tracciato con dei sali e scendi da paura, molto tecnico e difficile da interpretare, la maggior parte dei piloti hanno messo assieme una tornata molto vicina al loro idee. 

Tuttavia, nessuno tranne Stroll è riuscito effettivamente a compiere il giro perfetto. Il problema più importante che i team hanno dovuto affrontare in questo venerdì è stata la gestione delle mescole. In molti hanno faticato a mandare in temperatura l’avantreno. Molto spesso, i piloti si sono trovati ad avere un posteriore in temperatura e un anteriore ancora fuori dalla corretta finestra di funzionamento. Questa ovviamente è una situazione sfavorevole che porta a una perdita in termini di grip notevole. Proprio per questo, durante la simulazione sul giro secco, abbiamo visto molti piloti fare un doppio “prep lap”,  per attivare i compound al meglio. Una chiave importante per riuscire a estrarre una buona performance dalla qualifica sarà pertanto questa. Altro fattore che renderà tutto un po’ imprevedibile sarà il vento, alquanto fastidio durante le sessioni odierne.

Hamilton ha ottenuto il miglior tempo, anche se avrebbe in tasca si è tenuto un decimo. L’altra Mercedes si è piazzata in terza posizione, con il finlandese che avrebbe potuto “scavare” qualche altro centesimo. Un buon risultato per le Frecce Nere,che durante la prima sessione  erano parse in difficoltà remando parecchio causa sottosterzo. Poi, con il passare dei giri e con l’aiuto del tecnici, i due piloti sono riusciti a comprendere meglio le gomme. Attivando i compound all’asse anteriore sono riusciti a trovare prestazione. 

GP Portogallo 2021-Analisi Fp2

Tra le due frecce d’argento ecco Verstappen. Inmattinata l’olandese ha sofferto qualche problema di natura tecnica qua e là. Anche in Red Bull sono andati alla ricerca della finestra di utilizzo. In particolare, il Max deve migliorare nel secondo settore, dove perde addirittura quattro decimi rispetto a Hamilton. Dal lato box di Perez invece, i lavorare da svolgere per trovare il giusto bilanciamento sarà ancora parecchio. Il messicano si è lamentato del sottosterzo provocato dalla mancanza di grip all’anteriore. L’ex Force India, se fosse riuscito a mettere assieme il giro perfetto, si sarebbe ritrovato in settima posizione. 

Sul fronte Ferrari annotiamo una buonissima prestazione da parte di Sainz, il quale sembra aver trovato qualcosa in più rispetto al compagno di squadra. Una vettura che dimostra un buon bilanciamento. Aspettiamo tuttavia domani per capire cosa accadrà, con la McLaren che quest’oggi potrebbe non aver fatto vedere tutto il proprio potenziale come a Imola, dove il sabato mattina, specialmente con Norris, hanno trovato alcuni decimi aggiuntivi che gli hanno fatto fare un grosso passo in avanti. Segno che tra le FP2 e le FP3, a Woking portano avanti un ingente lavoro di messa a punto della vettura. Ricciardo è ottavo, non lontano dal quarto posto. Il pilota australiano ha continuato ad avere molto “driver coaching” da parte del suo ingegnere di pista, al fine di trovare qualche decimo mancante. 

GP Portogallo 2021-Analisi Fp2

A sorpresa, in quinta e sesta posizione troviamo, rispettivamente, Ocon e Alonso. Una Alpine che dà segni di vita, i quali dovranno però confermarsi nella giornata di domani. In confronto a Ferrari riescono a tirare fuori un buon tempo soprattutto dall’ultimo settore. Come confermato da Marcin Budkowski, la squadra ha subito un duro colpo con i cambiamenti regolamentari. Allo stesso tempo, la scuderia transalpino ha avuto  diversi problemi, definiti “interni” con la galleria del vento.

L’Aston Martin di Stroll si piazza con costanza negli  ultimi posti della top ten. Una vettura che sembra trovare un minimo di passo solo con il canadese. Mentre con Vettel rimane ancora fuori dai primi 10. Lance ha tirato fuori tutto quella che aveva dalla sua AMR21 riuscendo a mettere assieme il giro ideale, l’unico tra i piloti analizzati. Non buono il rendimento dell’Alpha Tauri, che non si è ancora ambientata a questo tracciato. Gasly ha lamentato una continua mancanza di grip al posteriore con il suo ingegnere. 

Passando all’analisi del passo gara, prendiamo in esame i tempi effettuati nell’ultima parte delle Fp2. Il primo stint, con alto carico di carburante, è stato simulato da Ferrari e Mercedes con le mescole Soft. Con questa compound, l’unico a effettuare un lungo stint è stato Leclerc. Il monegasco ha girato sul 24.4, 1 secondo più veloce delle Mercedes che hanno realizzato stint decisamente più corti: 9 i giri di Charles contro i 4 di Hamilton e Bottas

GP Portogallo 2021-Analisi Fp2

Le due Red Bull hanno tardato molto e entrare in pista, montando subito la media. Compound low working range che sembra aver lavorato molto bene. Tanto che il ritmo a ricaricato quello Mercedes nonostante la mescola di differenza. Domani, in vista della gara, alcune squadre potrebbero provare a qualificarsi per il Q2 con le Pirelli a banda gialla Media, per abbracciare una stagione con l’unica sosta. Con un tempo di percorrenza della pit lane molto lungo (27 secondi), “pittare” una volta in meno potrebbe essere molto vantaggioso. Un gap che sarebbe troppo difficile da recuperare in pista. Per quesa ragione, gli strateghi cercheranno di puntare sull’unica sosta unica. Preferendo quindi le mescole Medium e Hard capaci di completare stint più lunghi. Per farlo, sarà fondamentale riuscire a preservare gli pneumatici, gestendo il degrado nella miglior maniera possibile.

GP Portogallo 2021-Analisi Fp2

Subito dietro le due Ferrari troviamo una bella lotta a tre tra McLaren, Alpha Tauri e Alpine. Tutte e tre le vetture hanno girato sugli stessi tempi: 24.5/24.6. Alonso è stato l’unico tra questi a completare il primo stint con la gomma Media. Ciò conferma ancora quanto la performance di questa mescola sia simile a quella della Soft. Un po’ in ritardo da questo gruppo c’è Stroll. Il canadese non è riuscito  a tenere un buon ritmo, con un passo sul 25.2. Il lavoro che gli ingegneri Aston Martin devono fare per comprendere a fondo questa vettura è ancora molto.

Non in molti hanno portato avanti la simulazione fino al secondo stint. La SF21 sembra essersi adattata meglio alla mescola Medium. Leclerc si trova al pari rispetto Bottas, mentre Hamilton un po’ più staccato. Uno scenario attuabile per Ferrari, considerando il buon adattamento alle medie, potrebbe prevedere un primo stint con le Pirelli a banda gialla per poi passare alla Hard, con l’obiettivo  di andare fino con una sola sosta. Sebbene Gasly sembrerebbe molto competitivo sulle Medium non dobbiamo farci ingannare. Il pilota francese infatti ha effettuato un solo giro. Tuttavia, il famoso “tempo d’attacco” è stato molto buono. Al pari dei top team. Anche in casa McLaren preferiscono gli pneumatici medi, con cui riescono ad essere più vicini alla Ferrari

GP Portogallo 2021-Analisi Fp2

In definitiva, per quanto riguarda la battaglia per la pole sarà ancora una volta ristretta a Mercedes e Red Bull. Con Verstappen che migliorando il secondo settore potrebbe davvero fare faville. Ferrari e McLaren si giocheranno le posizioni subito dietro, con il team di Woking che sembra essersi nascosto quest’oggi. Rispetto a Imola bene le Alpine, le migliori tra il gruppo di mezzo. Pensando ai passi gara invece, il team di Milton Keynes parrebbeil favorito per la gara. 


Autori: Niccoló Arnerich – @niccoloarnerich

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

3,575FansLike
1,032FollowersFollow
3,709FollowersFollow

Meteo Prossimo GP

Monaco
pioggia leggera
16.8 ° C
17.2 °
16.1 °
72 %
3.1kmh
75 %
Ven
17 °
Sab
19 °
Dom
19 °
Lun
22 °
Mar
18 °
- Advertisement -

Latest Articles

- Advertisement -