Binotto: “Sainz seconda guida di livello”

Binotto: “Sainz seconda guida di livello”


Una lunga intervista quella rilasciata da Mattia Binotto ai microfoni di ‘Sky Sport‘ al termine delle qualifiche. Gli aspetti trattati sono tanti soprattutto perché non si è totalmente soddifatti dell’esito finale maturato nel corso di queste sessioni. Se Carlos è riuscito ad ottenere la 5° posizione di partenza davanti a tutti i principali competitor, Leclerc è solamenteanche se avrà il vantaggio di poter usufruire della gomma Media allo spegnimento dei semafori.

Un risultato che il team principal della Ferrari ha così commentato Un bicchiere mezzo pieno. Se guardiamo alla classifica, solo tre team hanno entrambi i piloti nella top-10 e noi siamo uno di questi. L’obiettivo del weekend è stare davanti alla McLaren ed è un obiettivo realistico. Leclerc purtroppo non ha fatto la sua miglior qualifica, ma partirà con le gomme Medie. Per contro, Carlos si trova a poco più di due decimi da Perez e da questo punto di vista sta migliorando. Il bicchiere però come detto è mezzo pieno, la metà vuota è dovuta dal fatto che ci si aspettava qualcosa di più da Charles“.

La delusione di Binotto risiede di non esser riusciti ad ottenere una terza fila tutta colorata di Rosso, perché di più, anche a detta del tecnico, non si può: “Oggi siamo i migliori di quelli che inseguono, ed è questo il massimo a cui possiamo ambire al momento. Sperare in qualcosa di più è inutile, potrebbe capitare certo, ma non sono posizioni che ci riguardano al momento”.

Binotto: “Sainz seconda guida di livello"
Carlos Sainz Jr, Ferrari SF21, Portogallo 2021

Tornando alle prestazioni maturate oggi, quindi la Ferrari non può che dirsi soddisfatta dell’ottimo lavoro compiuto da Sainz: Sono molto contento di come si sta comportando Carlos, di come sta guidando. Sta veramente dimostrando il suo valore con i fattiprosegue il team principal di Maranello. “Ha curato molto anche l’aspetto con cui si è poi approcciato a queste qualifiche. Se c’è una cosa in cui Charles ha sbagliato è stato avere un atteggiamento troppo aggressivo, in un certo senso esagerato per alcuni aspetti. Carlos invece ha saputo gestire molto bene la situazione. Ha passato l’intera settimana a curare ogni minimo dettaglio. Sapevamo che con le Soft poteva essere difficile, ma alla fine ha messo insieme un bel giro, questo significa che da parte sua c’è stata senz’altro tanta concentrazione, impegno e determinazione”.

Prestazione dello spagnolo che assume ancor più valore se si guarda al modo in cui è arrivata: Le condizioni della pista non erano sicuramente delle più semplici. Il vento variabile rendeva ogni giro diverso dall’altro, ogni curva dversa rispetto al giro precedente, per cui credo siano stati premiati quei piloti capaci di commettere meno errori e di essere meno aggressivi. In questo Carlos è stato molto bravo. Oggi Charles non era sicuramente in giornata e in questi casi poter contare su un secondo pilota capace di piazzarsi davanti a tutti i nostri avversari è una bella garanzia”.

Il vento domani sarà un aspetto abbastanza importante da tenere sotto osservazione” prosegue Binotto spostando l’attenzione sulla gara. Concordo con Charles, quando afferma che domani riuscirà a spuntarla chi farà meno errori. I piloti sanno quanto sarà difficile, ma questo renderà la gara più emozionante anche per i tifosi“.

Binotto: “Sainz seconda guida di livello"
Charles Leclerc, Ferrari SF21, Portogallo 2021

“Se puntavamo a differenziare la strategia? Certo che no la chiosa repentina del tecnico italiano. “Le soft sono un po’ più fragili, generano un po’ di graining e il pilota non può spingere sull’anteriore come vorrebbe. Sul passo gara invece in queste condizioni difficili contare su un anteriore più solido aiuta. Non sarà una grande differenza, però avere quella maggior confidenza a lungo andare potrebbe pagare di più. Pensiamo che Medie e Hard siano i compound migliori per questa gara.

“Per questo” conclude Binotto L’ideale, per la partenza, sarebbe stato avere tutti e due sulle Medie. Ci abbiamo provato. Il primo tentativo nel Q2 è stato fatto in quest’ottica. Il giro di Carlos però non è stato sufficiente, quindi per non rischiare nulla gli abbiamo deciso di rimandarlo in pista con le Soft. Charles sapevamo che era più vicino al tempo-obiettivo che ci eravamo dati e che aveva commesso un errore. Quindi poteva fare meglio rispetto a prima. Per questo ci siamo presi il rischio di usare le gialle con lui e devo dire che con le Medie ha fatto un buon giro. Dimostrazione che probabilmente con queste gomme si trova meglio.“

L’ultima domanda riguarda l’inatteso salto di qualità da parte dell’Alpine, cosa che Mattia Binotto ha così commentato: La griglia è molto serrata e non lo scopiamo certo qui a Portimão. Le differenze sono davvero minime. L’Alpine ha portato degli sviluppi a Imola e credo che ne stiano pian piano beneficiando. E’ riuscita a recuperare su alcuni team, restando ancora alle nostre spalle e per noi questo è l’aspetto più significativo. Penso che la Spagna (prossimo weekend) possa essere un esame importante per tutti“.


Autore: Marco Sassara – @marcofunoat

Foto: Formula Uno – Ferrari

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

3,584FansLike
1,032FollowersFollow
5,421FollowersFollow

Meteo Prossimo GP

Austin
cielo sereno
23 ° C
24.1 °
21.8 °
88 %
1.3kmh
0 %
Mar
39 °
Mer
40 °
Gio
39 °
Ven
39 °
Sab
35 °
- Advertisement -

Latest Articles

- Advertisement -
Change privacy settings