GP Azerbaijan 2021 – Analisi statistica

GP Azerbaijan 2021 – Analisi statistica


La Formula 1 è tornata in Azerbaijan per la quinta volta nella sua storia, anche se solo per il quarto anno si è disputato il Gran Premio omonimo, dato che la prima edizione si disputò col nome di GP d’Europa. I numeri che hanno caratterizzato maggiormente questa edizione sono arrivati principalmente dalla gara, ricca di spunti e statistiche particolari.

Ma partiamo con la qualifica che ha visto Charles Leclerc conquistare la sua nona pole position in carriera, la seconda consecutiva dopo quella di Monaco. A differenza di due settimane fa, il pilota della Ferrari è riuscito a prendere il via, partendo davanti a Lewis Hamilton per la quinta volta in nove pole ottenute. Il monegasco è inoltre il quinto poleman differente in cinque diverse gare disputate in terra azera.

GP Azerbaijan 2021 - Analisi statistica
Charles Leclerc (Ferrari) poleman della gara in Azerbaijan

Nella sessione del sabato Pierre Gasly ha ottenuto il quarto posto in griglia per la terza volta in carriera, mentre Fernando Alonso ha conquistato il nono tempo, poi diventato ottavo con la penalizzazione di Lando Norris. Per lo spagnolo si tratta della miglior posizione in griglia dal GP di Spagna 2018, quando partì ottavo.

Per quanto riguarda Valtteri Bottas, scattato dalla decima piazza, questa è la peggior posizione al via dal Gran Premio d’Australia 2018, se consideriamo le qualifiche negative non caratterizzate da maltempo o penalizzazioni legate a sostituzioni delle componenti. A Melbourne, il finlandese finì contro le barriere di curva 1 durante la Q2. E a proposito di incidenti, questa qualifica ha visto ben quattro bandiere rosse, mai così tante da quelle d’Ungheria del 2016.

Come detto, è stata la gara la sessione che ha smosso maggiormente le classifiche delle statistiche. Chi ovviamente ha avuto più voce in capitolo è stato Sergio Pérez che ha conquistato la sua prima vittoria con la Red Bull, diventando il quinto pilota a riuscirci. Tra questi è però il terzo ad averci impiegato meno gare, dopo Verstappen che riuscì al primo Gran Premio e Vettel al terzo, mentre il messicano ha dovuto attendere il sesto.

GP Azerbaijan 2021 - Analisi statistica
Daniel Ricciardo ultimo pilota a vincere in Red Bull prima del dominio di Max Verstappen

Quella del numero 11 è stata la prima vittoria Red Bull di un pilota che non sia Max Verstappen dal Gran Premio di Monaco 2018 quando Daniel Ricciardo ottenne l’ultimo successo in carriera. Per la Red Bull è invece la prima volta in cui ha conquistato almeno due gare di fila dal 2014 quando proprio l’australiano infilò il successo in Ungheria e Belgio. Se invece si guardano a due trionfi consecutivi, marchiati dalla casa austriaca, con due piloti differenti, si deve andare indietro fino al 2010, quando Vettel vinse il GP d’Europa e Webber quello di Gran Bretagna. È la terza volta che due piloti diversi vincono due gare differenti in fila per i tori.

Sergio Pérez oltre ad essere il quinto diverso vincitore in cinque gare a Baku è anche il primo pilota a vincere per due squadre differenti da quando è iniziata l’era power unit. Il messicano è stato inoltre l’ultimo vincitore a partire dalla terza fila, anche se l’ultimo a trionfare dal sesto posto è stato Lewis Hamilton nella gara turca della passata stagione.

Passando al secondo classificato, Sebastian Vettel, il tedesco ha ottenuto il suo primo podio in Aston Martin, che a sua volta ha ottenuto il proprio primo podio in Formula 1 e quindi il miglior risultato nella categoria. Il quattro volte iridato ha inoltre comandato il gruppo per quattro tornate, regalando così i primi quattro giri al comando per il costruttore britannico. Per il pilota, invece, sono i primi giri in vetta dal GP del Brasile 2019.

GP Azerbaijan 2021 - Analisi statistica
Vettel, Perez e Gasly sul podio in Azerbaijan

Pérez e Vettel, oltre a confermarsi i piloti con più podi a Baku, ben tre a testa, sono anche gli unici in attività a vantare almeno un podio con quattro squadre differenti. Per il primo si tratta di Sauber, Force India, Racing Point e Red Bull, per il secondo Toro Rosso, Red Bull, Ferrari e Aston Martin. I due sono rispettivamente il tredicesimo e il quattordicesimo a riuscirci nella storia della Formula 1.

Il terzo sul podio è stato Pierre Gasly che chiude così per la terza volta una gara in top-3 dopo il secondo posto in Brasile nel 2019 e il trionfo di Monza dello scorso anno. Quarto posto, invece, per il poleman Charles Leclerc che per la quinta volta consecutiva parte davanti a tutti senza riuscire a concretizzarsi la domenica.

GP Azerbaijan 2021 - Analisi statistica
Fernando Alonso (Alpine) alla miglior gara da Australia 2018

Più positivo è invece il sesto posto di Fernando Alonso che non arrivava così in alto dal Gran Premio d’Australia 2018 quando chiuse in quinta posizione. Bene anche Yuki Tsunoda che con il suo settimo posto ha ottenuto il miglior risultato della sua carriera.

Decima posizione per Kimi Raikkonen che torna in zona punti dopo nove gare di assenza. Con questo traguardo può vantare la diciannovesima stagione a punti nella sua carriera che gli permette di eguagliare il record stabilito nel 2012 da Michael Schumacher. Il finlandese è inoltre il pilota con più GP trascorsi tra la prima e l’ultima gara a punti: ben 376 (compresi quelli che non ha disputato nel 2010 e 2011).

GP Azerbaijan 2021 - Analisi statistica
Nico Rosberg (Mercedes) durante il GP degli Stati Uniti 2013

Capitolo importante anche per la Mercedes che ha chiuso la gara con entrambe le vetture al traguardo fuori dai punti. L’ultima volta in cui le Frecce d’Argento non hanno fatto nemmeno un punto in gara è stato il GP d’Austria 2018, quando entrambi i piloti si sono ritirati. Parlando di vetture al traguardo senza punti, l’ultimo precedente risale addirittura al GP degli Stati Uniti 2012 con Rosberg 13° e Schumacher 16°. Quello d’Azerbaijan è stato inoltre il secondo GP fuori dal podio per le Frecce Nere. Non accadeva dai GP degli Stati Uniti e Brasile 2013.

Per quanto riguarda Hamilton, questa è la prima gara fuori dai punti senza ritirarsi dal Gran Premio di Spagna del 2013, cioè la seconda volta da quando guida per Mercedes. È l’undicesima volta che l’inglese si trova in una situazione simile e di queste, ben cinque si sono verificate consecutivamente nel 2009 e tre nel 2008.

L’ultima chicca è legata al giro veloce. Da quando è stato istituito nuovamente, essendo quello di ieri registrato dal ritirato Max Verstappen, e quindi da un pilota fuori alla top-10, questa è la terza volta in cui il punto addizionale non viene assegnato.


Autore: Marco Colletta – @MarcoColletta

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

3,584FansLike
1,032FollowersFollow
3,806FollowersFollow

Meteo Prossimo GP

Le Castellet
cielo sereno
22.7 ° C
24.9 °
19.8 °
61 %
4kmh
0 %
Gio
24 °
Ven
27 °
Sab
28 °
Dom
29 °
Lun
27 °
- Advertisement -

Latest Articles

- Advertisement -