Gp Messico 2021: vince Verstappen davanti ad Hamilton, Ferrari 3° nei costruttori

Il 18° appuntamento della stagione di F1 si conclude con la vittoria ‘facile’ di Verstappen davanti ad una Mercedes che non ha mai avuto il ritmo per rispondere ai tempi dell’olandese. Max costruisce la vittoria al via passando dalla terza alla prima posizione in curva-1. Hamilton scorre secondo, mentre Bottas viene toccato da Ricciardo e finisce sul fondo assieme all’australiano. Gran gara da parte di Perez che cercherà di recuperare e a superare in pista il sette volte campione del mondo britannico, ma senza riuscirci. Inutili gli attacchi nel finale: 1° Verstappen, 2° Hamilton, 3° Perez.

Gara anonima quella di Bottas che però proprio all’ultimo passaggio riuscirà a conquistare almeno il giro veloce togliendo il punto addizionale a Max Verstappen (nessun punto per Valtteri dal momento che ha chiuso fuori dalla top-10).

Gasly (4°) e AlphaTauri imprendibili per la Ferrari quest’oggi. Una Rossa che può comunque essere soddisfatta del risultato chiudendo in 5° e 6° posizione con Leclerc e Sainz riuscirà a salire sul podio costruttori iridato rilegando la McLaren in P4. Gara da dimenticare per il team di Woking che otterrà un solo punto grazie al 10° piazzamento di Norris.

Chiudono la top-ten: 7° Vettel (Aston Martin), 8° Raikkonen (Alfa Romeo) e 9° Alonso (Alpine).

Grazie al risultato odierno Verstappen porta a +19 il vantaggio su Hamilton, Red Bull a -1 dalla Mercedes e la Ferrari che sale al terzo posto con un cuscinetto di 13,5 punti sulla McLaren.

Appuntamento alla prossima settimana per il Gp del Brasile (12-14 novembre) dove ritornerà per l’ultima volta in stagione il format della Sprint Qualifying.


Live Gara

21:42 – Vince Max Verstappen!! Secondo Lewis Hamilton, terzo Sergio Perez. Questo il podio del Gp del Messico.

Bottas riesce a concludere un buon giro su gomma Soft e toglei il punto addizionale a Max: 1’17”774, nuovo record della pista.

Il punto non sarà assegnato a nessuno dal momento che Bottas è fuori dalla top-10 in 15° posizione.

La classifica finale!

Gp Messico 2021: classifica finale!

71/71 – Bandiera a scacchi!!!!

71/71 – Ultimo giro, Perez sotto il secondo da Lewis Hamilton.

70/71 – Sportività in casa Ferrari. Sainz vedendo l’impossibilità di raggiungere Gasly rallenta e si rifà superare da Leclerc. 5° Charles, 6° Carlos.

70/71 – Ulteriore pit stop per Bottas a montare un nuovo set di Soft nuove.

69/71 – Bottas fa passare nuovamente Verstappen. Il giro veloce appartiene ancora a Max.

69/71 – Bottas si sdoppia da Verstappen grazie al DRS.

66/71 – Perez sembrerebbe essersi arreso: 1”7 il gap tra lui e Lewis Hamilton

65/71 – Pit stop per Valtteri Bottas a montare gomma Soft. Il finnico è 14°. A Valtteri il compito di togliere il punto del giro veloce a Verstappen. Ovviamente, qualora ci riuscisse il punto non verrebbe assegnato a nessuno dal momento che Valtteri non è in Top-10.

Classifica e distacchi.

Giro 65/71

64/71 – Hamilton sembra poter resistere agli attacchi di Perez. Bottas rinuncia ad attaccare Ricciardo. Gara da dimenticare per lui.

63/71 – Sainz ha un ritmo migliore rispetto a Leclerc: 4”5 il gap tra i due a favore dello spagnolo.

62/71 – Norris deve far passare Hamilton e Perez, il ritardo da Alonso risale a 5”7.

61/71 – Norris si porta a 2”4 dalla nona posizione di Alonso. Perez a 0”7 da Hamilton.

60/71 – Classifica e distacchi.

Classifica giro 60/71

59/71 – Perez a 1”6 da Hamilton.

58/71 – Leclerc accetta l’ordine di squadra e lascia passare Sainz.

57/71 – Perez si porta a 2”4 da Hamilton.

56/71 – A Leclerc viene chiesto di cedere la posizione a Carlos Sainz, ma a vedere dai tempi il monegasco non sembra intenzionato a farlo.

55/71 – Sainz ha preso Leclerc. Perez si porta a 4” da Hamilton.

Classifica e distacchi.

Giro 55/71

53/71 – 1’18”999: giro veloce per Verstappen.

L’olandese si avvicina al giro record detenuto da Valtteri Bottas (Mercedes W09 – 2018): 1’18”741

52/71Perez ha portato a 5” il ritardo da Hamilton. Sainz recupera su Leclerc, 3” tra i due. Bottas ha ripreso Ricciardo.

51/71 – Classifica e distacchi.

Classifica e distacchi giro 51/71

50/71 – 1’19”468: giro veloce per Perez.

50/71 – Graining sull’anteriore sinistra di Leclerc. A questo è dovuto l’innalzamento dei tempi sulla SF21 di Charles. 6” il gap dall’AlphaTauri.

49/71 – Nel frattempo Verstappen ha portato il suo vantaggio su Hamilton a 12”3

48/71 – Bottas ha superato Russell. 3”8 il gap da recuperare su Daniel Ricciardo.

47/71 – Inattaccabile Gasly per Charles Leclerc. 5”2 tra i due.

46/71 – Tutti i piloti hanno effettuato almeno un pit stop.

45/71 – Pit stop per Norris: 2”8 il tempo della sosta. 10° posizione a 7”7 dall’Alpine di Alonso. Gomma Hard.

45/71 – Classifica e distacchi!

Giro 45/71

44/71 – Si fermasse ora, Lando Norris rientrerebbe in 10° posizione alle spalle di Fernando Alonso.

43/71 – Pit stop per Carlos Sainz: 6° alle spalle di Leclerc con gomme Hard. Continua Norris, l’ultimo a doversi fermare.

43/71 – 1’19”659: giro veloce per Sergio Perez.

42/71 – Pit stop lento per Bottas: 11”7! Valtteri monta gomma Media e torna in pista in 15° posizione alle spalle di Russell.

41/71 – Sosta per Perez: monta gomme Hard tornando in pista in terza posizione a circa 10” da Hamilton.

40/71 – Pit stop per Ricciardo: 13° Daniel davanti ad Ocon con gomma Media.

Classifica e distacchi.

Classifica 40/71

39/71 – Il duello Ricciardo/Bottas continua senza che Valtteri riesca a portare un attacco decente. Il distacco tra i due è stato sotto al secondo per tutta la gara.

38/71 Perez, Sainz, Alonso e Norris. Questi i piloti che devono effettuare ancora la prima sosta.

36/71 – Sainz continua a girare in 1’21”6. 1’20”9 Gasly, 1’21”2 Leclerc.

35/71 – Classifica e distacchi

Giro 34/71 – Classifica e distacchi

34/71 – Sosta per Vettel: 9° con la Hard davanti a Raikkonen.

34/71 – Pit stop per Verstappen: gomme Hard. L’olandese riesce a mantenere la posizione su Lewis Hamilton. 7”3 tra i due.

33/71 – 1’19”953 per Hamilton!

33/71 – Pit stop per Gasly. L’AlphaTauri mantiene la posizione su Leclerc, ma ora ci sono 2 secondi a dividere i due.

Sosta anche per Raikkonen. Kimi in 10° posizione su Hard.

32/71 – Leclerc supera Alonso.

31/71 – Sosta per Leclerc: 9° posizione alle spalle di Alonso e davanti a Norris. Charles si trova nel traffico di Fernando. Gomma Hard per la Ferrari.

30/71 – Pit stop per Lewis Hamilton. Rientra in quinta posizione alle spalle di Charles Leclerc per sette decimi. Gomma Hard per il britannico.

Classiifca e distacchi!

28/71 – Solo ora mi accorgo di non aver comunicato le condizioni meteo della gara oggi. Scusate la svista. Provvedo subito. Cielo prevalentemente soleggiato: temperatura pista 49°C, ambiente 22°C, umidità 31%.

27/71 – Bottas non riesce a portare l’attacco sulla McLaren di Ricciardo. Distacchi quasi sempre inferiori al secondo tra i due.

26/71 – Giro lento per Leclerc. Il ritardo nei confronti di Gasly torna sui 3”8.

26/71 – Classifica e distacchi.

26/71 – Classifica e distacchi

24/71 – Si alzano i tempi di Gasly in questa fase: Leclerc guadagna qualche decimo e si porta a 3”5 dal francese. Sarebbe importante per Charles portarsi sotto i 3” e provare l’undercut.

23/71 – Il vantaggio di Verstappen nei confronti di Hamilton sale a 8”6.

23/71 – Buon passo da parte di Vettel, Raikkonen e Alonso che sembrano in pieno controllo delle proprie posizioni.

21/71 – Classifica e distacchi!

Gp Messico 2021: classifica giro 21/71

19/71 – 1’20”685: giro veloce per Verstappen.

18/71 – Intanto i piloti che hanno effettuato la sosta mostrano un ritmo migliore rispetto al precedente stint. Il passo di Russell è migliorato di circa un secondo. L’undercut è molto potente, ma ovviamente bisognerà restare almeno in un range di massimo 3” sul pilota che si desidera attaccare.

18/71 – Stabilizzati i tempi di Hamilton: 6” il ritardo da Verstappen.

17/71 – Sosta per Giovinazzi: rientra 13° alle spalle di Bottas.

16/71 – Pit stop per Russell: 14° alle spalle di Bottas con gomma Hard.

15/71 – Calo prestazionale per Hamilton. 5”7 il ritardo dal leader.

Pit stop per Ocon: 15° su gomma Hard.

Classifica giro 15/71

14/71 – Sosta anche per Mazepin: 18° alle spalle di Latifi su Hard.

13/71 – Pit stop per Lance Stroll. Il canadese torna in pista in 17° posizione con mescola Hard.

13/71 – Leclerc costantemente più veloce del compagno di squadra, ma più lento dell’AlphaTauri di Gasly in questa fase. 3”7 il ritardo del monegasco dal francese.

12/71 – Pit stop per Latifi: 18° su gomma Hard.

12/71 – Hamilton si trova ora a 3”6 dal leader della classifica e del mondiale.

12/71 – 1’20”958 per Verstappen.

11/71 – Classifica e distacchi

Classifica e distacchi giro 11/71

10/71 – Alonso supera Russell ed entra in zona punti.

9/71 – Le due Ferrari viaggiano sugli stessi tempi e potrebbero accontentarsi anche di chiudere alle spalle di Gasly considerando che le McLaren si rtrovano entrambe alle loro spalle. Norris in 13° posizione, 17° Ricciardo.

9/71 – Raikkonen guadagna la 9° posizione superando Russell.

9/71 – 1’21”520, giro veloce per Verstappen.

8/71 – Lotta tra Russell e Raikkonen per la nona posizione.

8/71 – Molto veloce Gasly (4°): 1’22”5. Leclerc gira in 1’23”1.

7/71 – 1’21”6 per Verstappen, 1’22”2 per Hamilton. Il distacco tra i due sale a 2”5.

6/71 – Intanto in nona posizione troviamo la Williams di George Russell. Il britannico è inseguito da Raikkonen ed Alonso. Mazepin 12°.

5/71 – Ricciardo supera Bottas! 17° l’australiano.

5/71 – Sainz parte subito bene e supera Giovinazzi in curva-1. 5° Leclerc, 6° Sainz.

5/71 – Bandiera verde!! Riprende la gara!!

4/71 Ancora regime di Safety Car.

Gran start da parte di Leclerc e Giovinazzi che ora si ritrovano ad occupare la quinta e la sesta posizione, 7° Sainz. Bottas e Ricciardo sono rientrati ai box per montare gomme Hard. I due si trovano in P15 e P18.

3/71 – Partenza: Bottas mandato in testacoda da Ricciardo che ritarda troppo la frenata alla pima curva. Ala anteriore danneggiata nella circostanza. Schumacher e Tsunoda invece si devono ritirare dopo esser andati a contatto con l’Alpine di Ocon (il francese continua senza rientrare ai box).

2/71 – Classifica in regime di Safety Car.

1/71 – Partenza fulminea di Max Verstappen che passa in testa in curva-1. Si gira Valtteri Bottas nella medesima tornata. Poi riparte. Contatto nelle retrovie che coinvolge Tsunoda e Schumacher. Ala danneggiata per Ricciardo, forse per un contatto con Bottas.

Safety Car in pista.

20:03 – Via!!! Si spengono le luci del semaforo!! Inizia il 18° appuntamento stagionale!

20:02 – Bottas è arrivato sulla griglia. Ancora pochi secondi e si partirà.

20:00 – Inizia il giro di formazione!

19:57 – Ecco le mescole scelte dai piloti per affrontare il primo stint di gara. Medie per tutti!! Solamente Tsunoda (AlphaTauri) ed Ocon (Alpine) decidono di partire su mescola Soft.

19:52 – E’ giunto il momento di saltare sulla diretta della gara.


Pre Gara

19:48 – Ha da poco risuonato l’inno messicano sull’Autodromo Hermanos Rodriguez. I piloti hanno iniziato i preparativi per andare a prendere posto all’interno del rispettivo abitacolo.

Immagine

19:44 – Charles Leclerc invece sembra aver cancellato dalla mente la delusione di ieri. Dopo aver rivisto il proprio giro, può dire sì di aver commesso un errore nella parte iniziale della tornata, ma poi ha anche trovato molto traffico nel T3. Sarebbe stato impossibile dunque per lui migliorare. Cercherà di ottenere un risultato migliore in gara.

19:38 – Mattia Binotto (team principal Ferrari) a ‘Sky Sport F1‘: La partenza sarà un momento chiave, ma bisognerà stare attenti a non trasformarlo in un evento negativo. Occorre stare attenti a non commettere errori ed assicurarsi di superare indenni le prime curve. Strategie? Di base siamo tutti su una sosta M-H, ma non si possono escludere tattiche che prevedono due pit stop. Sarà una gara in cui gestione delle temperature del motore, dei freni e degli pneumatici giocherà un ruolo importante, quindi qualcuno potrebbe anche decidere di fare un’ulteriore sosta per liberarsi del traffico e correre in condizioni di pista libera“.

F1
Mattia Binotto (team principal Ferrari)

19:33 – La griglia di partenza ufficiale del Gp del Messico 2021!

Gp Messico 2021: la griglia di partenza ufficiale

19:30 – La pit lane viene dichiarata chiusa!

19:28 – Papà Perez ci crede. Checo terminerà in prima posizione.

19:26 – Verstappen ha già consegnato la sua RB16B nelle mani dei meccanici per andare a prendere posizione sulla griglia di partenza.

19:25 – Intanto l’account della Formula Uno ci regala un’immagine del pubblico accorso in pista per assistere alla gara messicana.

Immagine

19:23 – Mescola gialla invece per Hamilton. Anche lui, come i rivali, monterà le C3 utilizzate in Q2 al via.

19:21 – Soft la mescola utilizzata dalle due Red Bull per effettuare le prove di partenza. Ricordiamo che la coppia della squadra austriaca dovrà poi scattare su gomma Media.

19:20 – Viene aperta la pit lane!! I piloti lasciano i box per i consueti giri di verifica!

19:16 – Per quanto riguarda invece la concorrenza, Toto Wolff (team principal Mercedes) ha affermato poco fa ai microfoni di ‘Sky Sport F1‘ di non aver ancora ben capito da cosa sia dipesa la competitività mostrata nelle ultime fasi delle qualifiche di ieri dalle due W12 (noi di FUnoAT abbiamo provato a darne una spiegazione qui).

19:12 – Partiamo subito da una curiosità. Carenza di pezzi in casa Red Bull. L’ala posteriore danneggiata da Max Verstappen nel corso delle prove libere sarebbe stata riparata, rinforzata e montata sulla monoposto del compagno di squadra Sergio Perez prima delle qualifiche. A rivelare questo particolare è stato proprio il pilota messicano riferendo anche come tale sostituzione abbia comportato dei cambiamenti nell’handling della vettura.

19:10 Buonasera amici e amiche appassionate. Diamo inizio alla diretta di questo 18° appuntamento stagionale sul circuito Hermanos Rodriguez.


Gp Messico 2021: le possibili strategie

Distanza di gara – Autodromo Hermanos Rodriguez – 71 giri

▪️ I consigli strategici della Pirelli

La strategia più veloce per i 71 giri del Gran Premio del Messico è sicuramente ad una sosta. Questo perché si perde molto tempo nel percorrere la pit lane (22 secondi) e si incontreranno diverse difficoltà nel compiere sorpassi.

La scelta più ottimale sarà data dall’utilizzo della Medium C3 per il tratto iniziale e della Hard C2 per il finale. Questa è la ragione per cui quasi la totalità dei piloti ha cercato di superare il taglio del Q2 con mescola gialla. Detta tattica garantirà anche una finestra di pit-stop piuttosto ampia.

F1
Gp Messico 2021: le strategie consigliate dalla Pirelli

Sarà possibile terminare la gara mediante la sola sosta anche partendo con mescola Soft C4 per poi passare alla Hard. Tuttavia, l’utilizzo della gomma rossa comporterà una maggiore gestione da parte dei piloti, il primo stint sarà più corto rispetto a chi adotterà la Media e questo porterà ad una perdita considerevole di flessibilità.

La strategia migliore a due soste è data da Medium-Hard-Medium, ma è sicuramente più lenta rispetto quelle ad una sosta. Come sempre, la temperatura della pista sarà un fattore chiave. Attesa una pista abbastanza calda per la gara. Gradualmente che il circuito si andrà a gommare anche lo scivolamento dovrebbe diminuire rispetto a quanto visto venerdì.

▪️ Strategie del Sasso

Per quanto riguarda la gara odierna, possiamo dire che i fattori cruciali sono stati già tutti evidenziati dalla Pirelli. Il basso degrado visto al venerdì lascia pensare che non ci si potrà inventare qualcosa di particolare dal punto di vista strategico. Chi partirà con le Medium, come sicuramente almeno i primi 8 piloti dello schieramento, andrà a prediligere quasi sicuramente la strategia ad una sosta.

F1
Gp Messico 2021: le mescole rimaste a disposizione dei piloti per la gara

Non dobbiamo dimenticarci però che sia Hamilton che Verstappen utilizzeranno detta tattica e a secondo di come si metterà la situazione in gara potrebbero anche riservarci qualche bella sorpresa. Gli strateghi dovranno prestare particolare attenzione a possibili undercut e studiare eventuali contromosse agendo in anticipo sull’avversario…

Visto anche il massiccio uso della Medium durante la sessione di Q2, viene abbastanza difficile credere che qualcuno passa ‘rischiare’ una partenza su gomma Soft. Vedo invece possibile ricorrere ad un suo utilizzo per il finale della gara, quando l’asfalto più gommato renderà il circuito meno scivoloso e detto compound meno sensibile alla comparsa del fastidiosissimo fenomeno del graining. Secondo la mia opinione dunque una possibile strategia a due soste potrebbe essere data da Medium-Hard-Soft, anche se la migliore, sulla carta, resta quella ad una sosta.


F1-Autore: Marco Sassara – @marcofunoat

F1-Foto: Formula Uno – Mercedes AMG F1 Team – Scuderia Ferrari – Red Bull Racing Honda – Aston Martin F1 Team – McLaren F1 Team – AlphaTauri F1 Team – Alfa Romeo Racing Team – Pirelli

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

3,584FansLike
1,032FollowersFollow
6,101FollowersFollow

Meteo Prossimo GP

Abu Dhabi
cielo sereno
30 ° C
30 °
29.1 °
45 %
2.1kmh
0 %
Sab
30 °
Dom
28 °
Lun
27 °
Mar
27 °
Mer
27 °
- Advertisement -

Latest Articles

- Advertisement -
Change privacy settings