Gp Qatar 2021-Sainz: “Scelto atteggiamento conservativo, il ritmo c’era”

Carlos Sainz deve attendere fino ad un’ora prima della gara di F1 per sapere che non verrà preso alcun provvedimento nei suoi confronti in merito all’episodio riguardante le bandiere gialle che ha tenuto tutti con il fiato sospeso sin dal termine delle qualifiche. A causa delle penalità rimediate da Bottas e Verstappen, Sainz viene messo in 6° posizione sulla griglia di partenza, poi corretta a dalla FIA soltanto pochi minuti dopo.

Lo spagnolo ha preso parte alla gara con gomma Media, al pari di Hamilton, Valtteri e Max nelle prime posizioni. Purtroppo però il grip non è all’altezza di quello fornito dalla Soft utilizzata dalla vetture limitrofe. Il che gli farà perdere due posizioni e non lo metterà in condizioni di poter attaccare nelle prime fasi di gara. Lo spagnolo terminerà così in P7 una gara per lui abbastanza avara di soddisfazioni.

Una prestazione che Sainz, ai microfoni di ‘Sky Sport F1‘, ha così archiviato: La partenza è stata difficile. Con la Media avevo meno grip rispetto ai rivali nelle prime curve. Ci è costato sicuramente un po’, ma faceva parte del piano deciso ieri. Sapevamo che fosse uno svantaggio, soprattutto perché si trattava di una mescola usata e non nuova. Un inizio difficile dunque, ma da lì in poi siamo stati molto conservativi con gli pneumatici. Eravamo in apprensione per gli pneumatici anteriori. Una gara di gestione che alla fine ci ha portato dei buoni punti contro la McLaren che forse è stata troppo aggressiva.

F1
Gp Qatar 2021: Carlos Sainz (Ferrari SF21) in pista con gomme Medie.

Una volta montata la mescola Hard al 28° giro (pit stop doppio in casa Ferrari davvero ben eseguito) le cose migliorano, ma la Ferrari non era sicura del fatto che si potesse riuscire ad arrivare in fondo, così si decide di mantenere un approccio cautelativo: Con la dura le cose sono andate meglio, ma anche in questo caso abbiamo deciso di non spingere e restare su un atteggiamento abbastanza conservativo. Avevamo paura di non arrivare alla fine” conferma Carlos. “Per cui nei primi 15-20 giri non ho forzato troppo ed è solo alla fine, quando la squadra mi ha dato il via libera, che ho potuto aumentare il ritmo e portarmi velocemente alle spalle di Stroll.”

“Forse dalle analisi che faremo nelle prossime ore emergerà che potevamo spingere un po’ di più, ma è anche vero che chi è stato più aggressivo lo ha pagato a caro prezzo” Bottas e Norris ne sono due chiari esempi. “Una gara un po’ noiosa da parte mia, perché io vorrei sempre poter esprimermi al top delle mie possibilità. La macchina aveva il passo per fare meglio chiosa infine Sainz. “Ho guidato comodamente per tutto il weekend. Siamo stati lenti perché abbiamo voluto essere conservativi.


F1-Autore: Marco Sassara – @marcofunoat

Foto: Formula Uno – Scuderia Ferrari

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

3,584FansLike
1,032FollowersFollow
4,128FollowersFollow

Meteo Prossimo GP

Austin
cielo coperto
9 ° C
11.2 °
8.3 °
39 %
2.1kmh
100 %
Sab
11 °
Dom
20 °
Lun
20 °
Mar
22 °
Mer
20 °
- Advertisement -

Latest Articles

- Advertisement -
Change privacy settings