Gp Olanda 2022/Analisi on board Ferrari F1-75: poco ritmo e tanto degrado

Zandvoort, quindicesimo appuntamento iridato. La F1 è in Olanda, casa di Verstappen. Il giovane talento di Hasselt ha ottenuto la quarta pole stagionale. L’obbiettivo, manco a dirlo, è conquistare quella che sarebbe la sua trentesima vittoria nella massima categoria del motorsport. I presupposti perché ciò avvenga sono diversi. La sua RB18 è una grande vettura e guidata con perizia lo potrà condurre al traguardo in prima posizione.

C’è anche la Ferrari però. La storica scuderia italiana ha cancellato con un colpo di spugna la brutta prestazione di Spa-Francorchamps. Il lavoro svolto da piloti e tecnici è stato ottimo. Purtroppo non sufficiente per agguantare una prima fila che, prendendo in esame i dati raccolti durante il sabato (leggi qui l’analisi prestazionale), era del tutto possibile. Ciò malgrado i ferraristi non si disperano. L’attacco a due punte che metteranno in pista contro Max potrebbe fare davvero male.

Tutto dipenderà dal passo che le due auto modenesi saranno in grado di mantenere nell’arco della gara. Resta un po’ di apprensione per il ritmo che le F1-75 saranno in grado di mantenere. A quanto pare infatti, secondo informazioni raccolte da FUnoAnalisiTecnica, l’amministrazione del compound non sarà certo una passeggiata. Gli ingegneri italiani temono l’overheating, fenomeno che peraltro potrebbe palesarsi su varie vetture.

F1
mescola Soft di Carlos Sainz (Scuderia Ferrari) utilizzata durante le Fp2 a Zandvoort

Ne abbiamo parlato in maniera approfondita, questa mattina, tramite uno scritto dedicato fruibile a questo link, dove si prendono in esame vari fattori concernenti le caratteristiche del tracciato. Le varie curve in appoggio tendono a stressare le coperture, aspetto che innalza i gradi prodotti dalle coperture e, di conseguenza, le fa uscire dalla working range corretta. Si produce pertanto una mancanza di grip che accelera il degrado. Solo un particolare handling potrà minimizzare il surriscaldamento e garantire un buon ritmo.

A livello strategico, tenendo presenti le considerazioni appena fatte, è interessante ricordare come Verstappen potrà godere di un vantaggio strategico importante: l’olandese possiede un set di Soft nuove di pacca. La curva di apprendimento relativa alla comprensione delle nuove Pirelli sui cerchi da 18 pollici pare ancora lunga. Lo testimoniano le ultime prove del mondiale. Tuttavia Red Bull pare aver fatto uno scatto in avanti deciso sotto questo aspetto, contesto che aspetta conferme nella corsa odierna.


F1. Gp Olanda 2022: live gara

Le monoposto sono già in pista. Sono in atto le consuete tornate di avvicinamento alla griglia. Diversi i test sul sistema di partenza Ferrari. Buone le condizioni meteo: giornata soleggiata, poco vento. I meccanici della rossa stanno ultimando gli ultimi dettagli sulle vetture. In corso i consueti check: power unit, trasmissione, sistema ibrido e impianto frenante.

Sul volto di Mattia Binotto si scorge tensione. L’ingegnere svizzero ha confabulato con entrambi i piloti per caricare l’ambiente e dare le ultime indicazioni per la partenza. A tal proposito sarà molto interessante vedere come le vetture affronteranno curva 1 allo start.

Christian Horner, intervistato a pochi minuti dal via del Gran Premio, non si sbilancia sulle strategie. L’intenzione è quella di attaccare senza troppi fronzoli. Secondo il britannico Perez ha il ritmo per raggiungere le Ferrari e metterle dietro.

I ferraristi sono a bordo pronti per l’installation lap. Le sue Red Bull montano le Soft, Medium per Mercedes. Gli uomini del Cavallino Rampante hanno scelto le Pirelli a banda rossa per il via. Parte il giro di ricognizione. Si lavora parecchio sul warm up delle coperture. Tutto è pronto, si attende solo il semaforo verde.

Buono lo stacco frizioni dei primi tre che mantengono le posizione. Charles cerca di mettere da subito pressione all’olandese che però sembra scappare via, mentre Sainz si è difeso bene dall’attacco di Hamilton. L’ibrido è settato su Soc 4 per la numero 16. Al momento le due Mercedes seguono la rossa dello spagnolo. Adami chiede di prestare attenzione alle temperature. Marcos, invece, chiede un atteggiamento più cauto in curva 7 e 8.

Sono passati solo tre giri ma la necessita di amministrare le mescole si materializza. Il sette volte campione del mondo inizia a farsi sotto. Si fa vedere negli specchietti di Carlos. Arriva il primo “pushing status” per i piloti delle rossa, per carpire il ritmo che possono mantenere. L’ingegnere spagnolo chiede a Leclerc di incrementare il passo se può. Arrivano nel mentre diversi cambi di mappatura sulla PU per innalzare le prestazioni delle monoposto.

The tyres are ready“: il messaggio sta a significare che si può iniziare a sfruttare le coperture al massimo, malgrado si debba comunque aver un occhio di riguardo in alcune curve. Marcos si interroga sullo salto dell’anteriore sinistra. La gomma è ok al momento. Come era facile prevedere, la gestione dei compound sta risultando fondamentale. Vedremo chi sarà più bravo tra i top team e trarrà il vantaggio maggiore. Al momento pare tutto molto livellato.

Manage more turn 7“: questo il messaggio che entrambi gli alfieri di Maranello ricevono via radio per allungare la vita utile dello pneumatico. Il degrado è minore di quello che ci si aspettava, ma non sufficiente per mettere in atto il Plan C sulla numero 16. Anche per Sainz tale scenario non è possibile. Arriva la prima richiesta sul flap update. Per il monegasco il bilanciamento è ottimale e quindi non richiede una modifica.

Arriva la prima sosta per Sainz. Purtroppo però giunge il solito harakiri: mancava una gomme del set. La sostituzione delle coperture è pertanto molto lenta e distrugge la strategia. Un treno di Medium nuove di pacca viene montato sulla numero 55 che torna in pista in undicesima piazza. Anche Leclerc prende la via della pit lane. Per lui tutto funziona alla perfezione. Pirelli a banda gialla e si torna a calcare l’asfalto olandese alle spalle di Russell.

F1
la sosta lenta di Carlos Sainz (Scuderia Ferrari) – Gp Olanda 2022

Il tentativo di undercut su Verstappen non funziona e il ferrarista si trova ora dietro a Max. Si passa pertanto al Plan A. Nel mentre Sainz ha effettuato vari sorpassi e si lancia ora all’inseguimento di Perez. Visto il problema patito ai box dall’iberico, gli ingegneri italiani chiedono di amministrare quanto più possibile le gomme per allungare lo stint.

Fase di stallo della gara. Ferrari sta cercando di capire che mosse realizzare per mettere pressione a Red Bull che, ancora una volta, ha goduto di un regalo strategico. Sainz sta rosicchiando terreno poco a poco sul messicano, mente il gap di Charles sul campione del mondo in carica resta il medesimo. Adami chiede al madrileño di prestare attenzione in curva 1 e 10, poi elargisce una pletora di informazioni su rendimento e strategia della Mercedes.

Si agisce con Leclerc con una modalità legata alla nuova specifica di power unit. Il comando va a massimizzare la potenza gestendo il consumo. Verstappen raggiunge e supera con facilità estrema Russell. Il ritmo dell’olandese è davvero ottimo. Nel frattempo arriva un warning a Charles per aver superato i limiti della pista in curva 3. La gara delle rosse si fa in salita. Hamilton ha “pittato” e torna in pista, con le Hard, davanti allo spagnolo.

Viene chiesto un tyre phase up date ad entrambi i ferraristi. Dopo le verifiche pare che la gestione sia buona per ambedue i piloti. Per quanto riguarda la strategia, come dicevamo prima, con Sainz si proverà una approccio differente per cercare di recuperare un po’ di terreno perso durante la sosta. Charles chiede se il Plan C sia possibile ma il muretto suggerisce che la strategia “A” sia migliore al momento. Poco dopo scartano l’ipotesi paventata dal monegasco.

Il lavoro sulle gomme dei ferraristi è buono, tuttavia il passo gara pare inferiore a quello che ci sia attendeva. Si decide definitivamente che il piano da seguire per Leclerc porta la lettera “A“. Quando siamo giunti al giro 40 della gara Carlos fa sapere che sarà felice di montare un altro set di Medium alla prossima sosta. Adami ne prede atto e gli chiede di spingere tutto quello che può in vista del cambio gomme.

F1
il monegasco Charles Leclerc (Scuderia Ferrari) a bordo della sua F1-75 durante il Gran Premio d’Olanda edizione 2022

Il gap su Vertappen continua a salire perché Charles non riesce a “copiare” i lap time del padrone di casa. Si pensa allora di cambiare strategia e passare al Plan B. Continuano ad arrivare sulla radio della numero 16 tutte le info sulla Hard, essendo molto più rapida di quello che si pensava tenendo presente il passo Mercedes. Leclerc torna ancora sul Plan C. Marcos sostiene che utilizzandolo arriverebbero solo in quarta posizione, dovendo peraltro effettuare vari sorpassi. Poi chiede di abbassare il tempo sul giro.

Ulteriore sosta per Sainz. Si monterà un treno di Hard. Questa volta la sostituzione dei compound è rapida, nona piazza per l’iberico al momento. Vedremo se come dice Marcos le Pirelli a banda bianca saranno più rapide. Arriva il cambio pneumatici anche per il monegasco. Stessi compound del compagno di squadra. Il warm up sarà un po’ più delicato ma poi il passo gara dovrebbe essere migliore.

Leclerc si trova ora in quarta piazza. Resta da capire la strategia Mercedes che al momento occupa la seconda e terza piazza rispettivamente con Hamilton e Russell. Virtual Safety Car per un pasticcio di Tsunoda. Arriva l’ordine per Charles di restare fuori. Al contrario ne approfitta Verstappen per montare un treno di Hard. Anche in Mercedes effettuano la sosta montando le Medium. Riprende la gara e le posizioni di testa restano le medesime.

Ancora Marcos, ancora radio: “le Hard sono più veloci delle Medium“. Vedremo. Per il momento, a 20 tornate dalla fine, Leclerc è fuori dal podio e Carlos occupa la settima posizione anche lui con le Pirelli a banda bianca. Qualche giro più tardi arriva la Safety Car in seguito ad un problema di Bottas in curva 1. Viene richiamato Charles per montare le Soft perdendo la posizione su Perez. Il ferrarista accetta. Lo spagnolo invece rifiuta la sosta e preferisce restare in pista. Anche Verstappen cambia le calzature. Le due Mercedes non si fermano e comandano ora la gara.

Per una questione di sicurezza le vetture passano in pit lane per dar modo ai commissari di ripristinare le normali condizioni della pista. Alla fine anche Carlos e Russell montano un treno di Soft. Le due Ferrari occupano ora il quarto e sesto posto. Si lavora parecchio sulle anteriori per tenere in temperatura l’asse anteriore.

F1
il cambio gomme di Charles Leclerc (Scuderia Ferrari) per montare le Soft – Gp Olanda 2022

La corsa riprende. Mode race, K2 on e via con la massima potenza ibrida. Dodici tornate alla fine. Leclerc prova subito il sorpasso su George ma l’inglese si difende, mentre Max si sbarazza immediatamente di Hamilton e agguanta la prima piazza. Boato della folla “orange”. Molto bravo Sainz che fa secco Perez alla ripartenza. Ora le due Ferrari sono in scia delle Mercedes. Lewis ha perso la posizione con il compagno e si trova in forte difficoltà dovendo lottare con le gomme. Charles lo passa e si lancia all’inseguimento di Russell. Purtroppo però il ritmo dell’inglese è superiore a quanto pare.

Dopo la sosta di Carlos è arrivata l’investigazione per unsafe release in pit lane. Il risultato sono 5 secondi di penalità all’iberico che si lamenta delle alte temperare sulle Soft. Mancano una manciata di tornate e niente pare possa cambiare. Per Leclerc un podio amaro, ottava piazza per Sainz contando la sanzione.

Ancora una volta una gara viziata da errori e strategie dubbie in casa Ferrari. Il passo gara delle rosse, inoltre, ha dimostrato di essere inferiore a Red Bull e Mercedes. Il degrado è stato gestito bene ma ovviamente ha inficiato anch’esso negativamente sul passo. Se c’era un ancora una minima speranza per restare attaccati al treno mondiale oggi si è spenta definitivamente…


Autore: Alessandro Arcari – @berrageiz

Foto: Scuderia Ferrari

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

3,584FansLike
1,032FollowersFollow
6,214FollowersFollow

Meteo Prossimo GP

Bahrain
nubi sparse
20 ° C
20.1 °
20 °
47 %
9.7kmh
79 %
Gio
20 °
Ven
17 °
Sab
18 °
Dom
22 °
Lun
21 °
- Advertisement -

Latest Articles

- Advertisement -
Change privacy settings