Ferrari 2023: obiettivo gestione del duello interno con una vettura più neutra

F1. Uno a uno, palla al centro. Carlos Sainz e Charles Leclerc, dopo due anni di convivenza, sono in pareggio nel bilancio del duello interno. Nella stagione di debutto, a sorpresa, è stato lo spagnolo a piazzarsi dinnanzi al monegasco che si è ripreso con gli interessi la scena in questo 2022 appena giunto ai titoli di coda. I 62 punti che Carlos paga al collega di garage sono tanti ma potevano essere molti di più se consideriamo le difficoltà tecniche nelle quali l’ex McLaren è quasi affogato nella prima fase della stagione.

F1. Carlos Sainz ha impiegato tempo per comprendere le vetture “next gen”

Le vetture “next gen” sono andate di traverso a Sainz che ha impiegato tempo e profuso fatica per capirle e sfruttarle al meglio. Le Formula Uno del 2022, difatti, sono cambiate sensibilmente nel modo in cui affrontano la frenata e, di conseguenza, nella maniera in cui gestiscono il calo della downforce in base alla velocità. Le transizioni di forze, inoltre, sono più lente a causa dell’accresciuto peso del corpo vettura. Sebastian Vettel, poco dopo aver “assaggiato” la AMR22 fu molto lucido quando inquadrò questa dinamica dicendo, testuali parole, “Senti di più il peso che spinge la macchina in punti dove non vuoi che vada“.

La fase in cui si marca la più grande differenza tra il 2021 e il 2022 è stata quella di arresto. Questo perché le monoposto che si reggono aerodinamicamente sui canali Venturi mutano maggiormente, rispetto al passato, le loro caratteristiche in base alla velocità d’esercizio. Il carico aerodinamico generato sotto il fondo, difatti, dipende molto più dalla velocità rispetto al passato. Questo perché molta aderenza si sviluppa nel sottoscocca.

F1
La F1-75 di Carlos Sainz (Scuderia Ferrari) in azione a Suzuka

I piloti hanno quasi dovuto reimparare a modulare la frenata. All’inizio sono chiamati ad aggredire con forza ma devono gestire il momento in cui si rilascia il pedale perché l’effetto suolo tende a calare sensibilmente facendo perdere aderenza e, di conseguenza, capacità di arresto. Staccando troppo in fondo le ruote anteriori delle monoposto 2022 tendono a bloccarsi. Pertanto è meglio anticipare la manovra di una decina di metri. Così si si riesce a posizionare più correttamente la macchina in curva.

La nuova F1 premia dunque chi non è abituato a staccare tardi. Il nuovo stile di guida ha imposto di essere più puliti e “rotondi” com lo scopo di arrivare all’apex delle curve quanto più dritti possibile per aprire il gas prima. Questo è il frangente nel quale Sainz ha pagato dazio a Leclerc che era più preparato, stilisticamente, alle macchine che hanno girato in questo mondiale.

F1
Carlos Sainz (Scuderia Ferrari) cerca la concentrazione prima di lanciarsi nelle qualifiche del Gp di Singapore 2022

F1. Carlos Sainz: un anno di apprendistato per battere nuovamente Leclerc

Il 2022 è quindi stato un anno di ricalibrazione per lo spagnolo che nella prossima stagione vuole partire ad armi pari per puntare innanzitutto a vincere il duello interno sperando che ciò possa bastare per ottenere anche il titolo piloti. Progetto assai ambizioso visto che Carlos, in carriera, ha portato a casa una sola gara e quindi deve ancora sviluppare quella capacità nel gestire le stagioni che si disputano con l’obiettivo di imporre il proprio passo.

Di quelli che sono i programmi dell’ex McLaren ha parlato il padre, veterano dell’automobilismo a ruote coperte, sottolineando che l’anno venturo la macchina dovrebbe aver superato quelle caratteristiche che si sono rivelate limitanti nell’annata dominata da Max Verstappen. Una Ferrari dal comportamento neutro che il madrileno può domare più agevolmente e sin dal primo giorno di test non dovendo perdere sessioni per reimpostare il suo stile di pilotaggio.

La cosa più importante è che Carlos sia andato sempre migliorando. Ha avuto sei ritiri, che sono stati ovviamente molto penalizzanti in termini di punti, ma ha finito per chiudere bene, andando forte e trovandosi comodo. Lo ha dimostrato con la pole position di Austin e nelle ultime due gare. La vettura del prossimo anno – ha spiegato Carlos senior – ha alcune buone modifiche rispetto a quella che lo ha messo a disagio nel 2022“.

f1
Scuderia Ferrari: Charles Leclerc si congratula con Carlos Sainz (Scuderia Ferrari F1) per la vittoria del gran premio di Gran Bretagna 2022 – Silverstone

F1. Ferrari: la permanenza di Binotto garanzia per Sainz

In Ferrari, nonostante le smentite rituali, sono giorni frenetici in cui si parla e tiene banco il futuro di Mattia Binotto. Non è un mistero che Sainz sia un uomo del team principal elvetico che l’ha cercato, corteggiato e ingaggiato lasciando partire Sebastian Vettel senza troppe cerimonie. Viene da sé che la permanenza dell’occhialuto ingegnere sarebbe garanzia di trattamento paritario in seno al team. Molti, difatti, invocato il modello Red Bull che mette al cengtro del progetto un singolo pilota (leggi qui). Una possibilità che ad oggi non è in agenda ma che potrebbe concretizzarsi qualcosa arrivasse un cambio della guardia.

Anche su questo si è espresso il campione rally: “Voci su Binotto? È difficile convivere con tutti i rumors. Ci sono stati problemi di strategia, negarlo sarebbe da aziendalisti, ma alla fine bisogna aggiustare le cose e imparare dagli errori. Una squadra vincente non si costruisce da un giorno all’altro e un anno fa la Ferrari non era in lotta per il secondo posto in campionato. Serve calma, sangue freddo e fare un’analisi della stagione“.

Un endorsement che ha un fine chiaro: mantenere lo status quo per vedere il proprio pargolo esprimersi al meglio in una scuderia in cui è sempre molto difficile emergere a causa delle fortissime pressioni esercitare dai tifosi e dai media. Chiunque sia il capo della gestione sportiva di Maranello dovrà tenere sotto controllo un dualismo che finora non ha creato problemi ma che potrebbe mutare – al peggio – se i tecnici sfornassero una vettura in grado di pareggiare le prestazioni della Red Bull. Allora sì che sarebbe necessario puntare su un solo cavallo per contrastare il mai sazio Verstappen.


Autore: Diego Catalano@diegocat1977

Foto: F1, Scuderia Ferrari

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

3,584FansLike
1,032FollowersFollow
6,136FollowersFollow

Meteo Prossimo GP

Abu Dhabi
poche nuvole
28.7 ° C
29 °
28.1 °
62 %
4.1kmh
20 %
Ven
29 °
Sab
26 °
Dom
26 °
Lun
26 °
Mar
26 °
- Advertisement -

Latest Articles

- Advertisement -
Change privacy settings