sabato, Luglio 20, 2024

Gp Giappone 2024/Analisi telemetria : Ferrari SF-24 posticipa il punto di staccata. Red Bull vola nello snake

Ferrari recupera un sabato non brillante con le SF-24. Dopo le prime quattro gare della stagione, in una pista completa come quella giapponese, si sono definiti i valori in campo. Verstappen ha dominato in lungo e in largo, riprendendo il filo da dove lo aveva lasciato a Jeddah. Ad ora, pare che la gara australiana sia un “piccolo neo” su una macchina prestazionalmente fantastica e ancora inarrivabile per gli altri team. La RB20 ha ricordato la vettura superlativa che solo sei mesi fa dominava in terra del sol levante. Verstappen, oggi come allora, ha praticamente giocato nell’ultima parte di gara, risparmiando le gomme per effettuare il giro veloce.

Alle spalle dei piloti del team campione si trovano le due Ferrari. Sebbene ci si potesse aspettare un ritmo più simile a quello dei bolidi austriaci, il team di Maranello ha confermato di essere la seconda forza in campo. Inoltre, lato box e strategia di gara, pare che la nuova gestione Vasseur abbia progredito parecchio in termini di visione di gara, chiamate ai box e tempi del pit stop. Leclerc ha allungando il primo stint con un’ottima gestione della gomma media, recuperando dall’ottava alla quarta posizione. Scelta peraltro suggerita da lui stesso.


Gp Giappone 2024/TelemetriaT1: Verstappen 8 km/h in più alla 1. Ferrari SF-24 mantiene una % maggiore di gas

Grazie alla nuova grafica realizzata dalla nostra redazione andiamo a vedere qual è stata la velocità media dei piloti nel corso della gara. Con questo grafico si vogliono capire e spiegare i punti di forza e debolezza dei top driver enfatizzando, tramite la linea del gap tratteggiata, dove guadagnano o perdono rispetto al riferimento del vincitore, quest’oggi ancora il benchmark Verstappen.

Alla fine del rettilineo principale si nota come la velocità massima sia molto simile tra i quattro piloti presi in esame, con Carlos Sainz che riesce a guadagnare 1 km/h sugli resto dei competitor. Tramite il gap, inoltre, si può osservare come tutti i piloti guadagnassero nel dritto rispetto al campione del mondo, il quale probabilmente effettuava del fuel saving e caricava l’ibrido sfruttando l’ampio vantaggio a disposizione.

Ferrari SF-24
telemetria T1 – Gp Giappone 2024

Il talento di Hasselt fa un enorme differenza nello snake. Si osserva come la linea blu del vincitore odierno stia costantemente sopra quella degli avversari. L’olandese guadagna mediamente 8 km/h in curva 1 e, contestualmente, riesce a toccare delle velocità massime migliori tra le curve.

Sainz invece sembra sfruttare maggiormente il gas tra curva 3 e 7. La linea rossa dello spagnolo nel grafico inferiore sovrasta le altre. Già nella telemetria dei giorni scorsi abbiamo visto come le rosse prediligano utilizzare maggiormente l’acceleratore nello snake, frenando di più degli avversari per rallentare.


Gp Giappone 2024/Telemetria T2: Ferrari SF-24 subisce la grande forza della Red Bull

Spostando l’attenzione nel settore centrale si osserva nuovamente il predominio del campione del mondo. Mediamente, l’olandese guadagna tra i 2 ed i 3 decimi in questa sezione di circuito, e si nota come riesca ad essere il migliore sia nelle curve che in termini di top speed. Inoltre si osserva come Verstappen faccia un enorme differenza alla 11, dove posticipa il punto di staccata e riesce a guadagnare in trazione pur andando più tardi sul gas. Solo nel tornantino Max recupera circa 2 decimi, approfittando della possibilità di correre con aria pulita e impostare curve e traiettorie a suo piacimento

Ferrari SF-24
telemetria T2 – Gp Giappone 2024

Alla 13 i 4 piloti raggiungono la stessa velocità di punta e in fase di staccata l’olandese posticipa nuovamente l’input sul freno ottenendo una velocità migliore a centro curva. Dal grafico del throttle invece, si osserva come Sainz utilizzi differentemente il gas tra la 13 e la 14, riuscendo ad accelerare prima ma raggiungendo un picco inferiore rispetto gli avversari. In uscita Alonso fatica maggiormente, trovandosi costretto a posticipare l’input sul gas, di conseguenza perde rispetto gli avversari nel tratto che precede la 130R.


Gp Giappone 2024/Telemetria T3: Ferrari snobba il fuel saving alla 16

Nell’ultimo settore si osserva un Verstappen più conservativo rispetto le altre sezioni analizzate. Alla 130R è l’unico alzare il pedale dal gas in modo da ridurre l’energia immessa nelle coperture e di riflesso mostra dei riscontri velocistici più lenti. In curva 16 Sainz possiede mediamente delle velocità di punta migliori, posticipando costantemente il punto in cui alza il piede. Sfruttando il lungo tratto ad alta velocità di percorrenza che da curva 13 porta alla chicane finale, i piloti utilizzano curva 16 per effettuare del fuel-saving.

Ferrari SF-24
telemetria T3 – Gp Giappone 2024

La differenza che si nota nel grafico dell’acceleratore è dovuta alla strategia di risparmio carburante che viene scelta dai team. Al centro della chicane Norris raggiunge delle velocità migliori, con Sainz che ottiene la percentuale di gas più elevata nel cambio di direzione. In uscita verso il rettilineo finale, invece, Lando sfrutta l’impostazione più cauta in ingresso per accelerare prima. Verstappen è invece conservativo, nel tentativo di conservate la gomma che “subisce” molti secondi in appoggio.


Autori e grafici: Alessandro Arcari – @berrageiz – Leonardo Pasqual – @PasqualLeonardo

Articoli Collegati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Resta Collegato

3,584FansMi piace
1,032FollowerSegui
7,558FollowerSegui
- Advertisement -

Meteo Prossimo GP

Budapest
nubi sparse
26 ° C
26.8 °
25 °
55 %
3.1kmh
75 %
Sab
26 °
Dom
29 °
Lun
34 °
Mar
34 °
Mer
24 °
- Advertisement -

Ultimi Articoli

- Advertisement -
Change privacy settings