sabato, Luglio 20, 2024

F1, Gp Spagna: Ferrari potenziale inespresso. McLaren poteva vincere

F1, decimo round 2024, dove Ferrari non ha fatto bene, McLaren poteva vincere e Red Bull ha vinto. Mercedes si conferma i ascesa anche se, con un poco di fortuna in più e senza il malinteso tra Leclerc e Sainz nel giro due, la SF-24 numero 16 poteva battere ambedue le Mercedes. Un fine settimana senza dubbio interessante quello catalano. Verstappen si conferma cannibale. Pilota capace di aggiungere tanto del suo, basti guardare il rendimento del suo compagno con la stessa vettura. Norris ha sprecato un ulteriore opportunità: Piastri paga la qualifica e il team di Woking l’abitudine a lottare per vincere.

Hamilton il “bollito” secondo molto, da la paga al compagno di squadra e sale sul podio. Terzo gradino assai meritato per il sette volte campione del mondo di F1 che, grazie a questo risultato, si toglie da dosso un po’ di ruggine e pure zittisce tanti commenti negativi sul suo conto. Russell ha dato ancora un volta prova del suo talento ma, consulente, ha fatto vedere come la sua maturazione non è ancora arrivata. Poi le due Ferrari, appunto. Un weekend iniziato molto male, poi corretto ma non abbastanza. Sterile la polemica sul tocco tra i due ferraristi. Ambedue hanno detto la loro e va bene così.

Il Gran Premio di Spagna edizione 2024 ha dato modo di realizzare determinati ragionamenti. Una corsa di F1 che di fatto mostra due chiavi di sviluppo fondamentali: la gestione delle gomme, attivazione e mantenimento della working range, il timing delle chiamate a box. Soprattutto nel primo stint di gara, i piloti hanno dovuto per forza di cose amministrare l’usura della gomma più morbida, capace di fornire un extra grip ma al contempo più sensibile al consumo. Provvedimento alquanto necessario pensando all’alta abrasività e alla temperatura dell’asfalto sempre superiore ai 40 gradi.

F1,GP Spagna 1° stint: Russell blocca Norris. Ferrari bon ritmo con pista libera

Verstappen è stato il più veloce nel primo stint di gara, con un degrado simile a quello di Carlos Sainz e Lewis Hamilton. Il campione del mondo in carica ha effettuato un’introduzione della mescola più agevole, di riflesso non trovandosi costretto ad aprire il gap come invece ha fatto il giovane pilota Mercedes. Max ha riconquistato “facilmente” le posizioni perse al via, con Russell costretto ad alzare il proprio ritmo a causa delle gomme in overheating, rallentando tra le altre cose la corsa di Norris

Nonostante la possibilità di usare il DRS, Lando non è stato in grado di superare George, tenendo inespresso il potenziale della propria monoposto. Quando al quattordicesimo giro Russell ha effettuato il lo stop, l’inglese della McLaren ha iniziato la fase di recupero nei confronti di Verstappen. Anche in casa Ferrari la diversificazione di Strategia con Leclerc sembrava fatta con l’intento di concludere la gara con un unico cambio gomme. Il colloquio via radio tra il monegasco e il suo ingegnere, infatti, pareva basato proprio sulla conclusione della gara con una sola sosta, montando la Hard per l’ultima parte.

F1 Ferrari
analisi passo gara 1° stint – GP Spagna 2024

Nonostante tutte queste considerazioni effettuate via radio, anche la rossa numero 16, con pista libera, ha potuto esprimere il proprio potenziale senza troppi problemi. Charles Leclerc attorno al giro 15 ha abbassato di un secondo il proprio ritmo e di conseguenza ha saputo sfruttare la fase di stabilizzazione della mescola molto bene. Tuttavia, per completezza di informazione su questo stint, va detto che il pilota della Ferrari ha inevitabilmente perso parecchio ritmo negli ultimi giri della prima parte della corsa.

F1, GP Spagna 2° stint: Leclerc più veloce con degrado minimo

Nella seconda parte di gara anche Leclerc ha montato le gomme medie che gli hanno permesso un ritmo medio simile a Norris e Verstappen. Il pilota del principato è stato sorpreso della scelta effettuata ai box, aspettandosi le gomme bianche per cercare di concludere la gara. Il muretto, tramite le previsioni di gara, ha reputato più lento concludere la corsa con un’unica che sosta. Per questo è tornato sui propri passi rispetto alla comunicazione data al pilota. Questa informazione imperfetta ha costretto il monegasco a una gestione eccessiva delle mescole, perdendo tempo utile.

Il degrado nella sezione centrale è molto basso. Tutti i piloti sono stati abili nel mantenere in vita le gomme sino alla seconda sosta. Le differenze nel passo erano definite dalla gestione delle curve. Verstappen e Norris hanno delle monoposto che soffrono meno la fase di uscita in trazione, garantendosi un lap time inferiore a fine tornata. Inoltre Lando è stato l’unico pilota dei top team a ottenere un degrado negativo, grazie al quale ha potuto aumentare notevolmente il ritmo a fine stint per raggiungere Verstappen.

F1 Ferrari
analisi passo gara 2° stint – GP Spagna 2024

Il pilota del team McLaren ha effettuato le proprie soste sempre in ritardo rispetto al campione del mondo e attuale leader del campagna agonistica 2024. Sei tornate dopo il primo stint e 3 per iniziare l’ultima sezione di gara. Nell’ultimo caso l’indecisione tra il concludere la gara con un’unica sosta o fermarsi per pareggiare la strategia di Max, montando la rossa, ha fatto perdere all’inglese circa 2.5 secondi.

F1, GP Spagna 3° stint: Norris perde 2,5s allungando il 2°stint. Hard poco prestazionale

Questo tempismo imperfetto ha probabilmente impedito a Norris di giocarsi la vittoria, pur avendo il ritmo migliore con gomma usata rispetto a Verstappen. Il secondo classificato di oggi mostra un degrado superiore, ma il ritmo imposto negli ultimi giri gli ha permesso di recuperare 6 secondi nel terzo stint. I due piloti Mercedes, capaci di confermare a fine corsa le proprie posizioni al via, hanno seguito il muretto nello switch di posizione. Hamilton, terzo classificato, ha sfruttato la mescola Soft che con poco carico di benzina si è “accesa” più facilmente.

Russell e Sainz, unici due piloti tra i top a montare la gomma dura per concludere la gara, hanno faticato nel portare la mescola nella corretta finestra di temperatura. La difficoltà di Russell ha aiutato anche la causa di Leclerc il quale, dopo aver eseguito il sorpasso sul compagno ha avvicinato la quarta posizione di George. Il weekend appena terminato ha chiarito i valori in campo. McLaren è a livello di Red Bull che ha saputo vincere grazie un pilota e una strategia migliore.

F1 Ferrari
analisi passo gara 3° stint – GP Spagna 2024

Ciò che manca al team di Woking è probabilmente la consapevolezza di poter lottare costantemente per la vittoria, che probabilmente potrebbe arrivare nelle prossime tappe del mondiale di F1. Ferrari invece pecca ancora in termini di ritmo e gestione gomma, a causa probabilmente anche della limitata conoscenza dei nuovi aggiornamenti. La vettura di Maranello ha del potenziale ancora inespresso, che potrebbe emergere in circuiti più veloci tipo quello dell’Austria

Autore e grafici: Leonardo Pasqual – @PasqualLeonardo

Immagini: Scuderia Ferrari – F1Tv

Articoli Collegati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Resta Collegato

3,584FansMi piace
1,032FollowerSegui
7,558FollowerSegui
- Advertisement -

Meteo Prossimo GP

Budapest
nubi sparse
26 ° C
26.8 °
25 °
55 %
3.1kmh
75 %
Sab
26 °
Dom
29 °
Lun
34 °
Mar
34 °
Mer
24 °
- Advertisement -

Ultimi Articoli

- Advertisement -
Change privacy settings