sabato, Luglio 20, 2024

F1|Ferrari: Vasseur sicuro, l’approccio non lascia spazio al disfattismo

F1, la Ferrari ha vissuto un fine settimana disastroso in Canada. Detto senza mezzi termini: ai tifosi della rossa di Maranello il team principal può dire tutto tranne “dobbiamo capire”. Litania ritrita e ricorrente nelle stagioni che hanno riservato poche soddisfazioni. Nel disastroso Gran Premio del Canada, la scuderia modenese ha mostrato la sua peggiore versione. È pressoché impossibile trovare qualcosa di positivo nel weekend di Montreal. È un po’ come se il gruppo di lavoro fosse stato spiazzato da una performance degna della nefasta SF1000.

Come è giusto che sia, Frederic Vasseur spera che le varie difficoltà stagionali si siano manifestate tutte insieme in terra nordamericana, con entrambi i piloti che non sono riusciti a entrare in Q3 nelle qualifiche del sabato, prima di registrare un doppio ritiro nella consueta gara domenicale. Questo è stato molto doloroso, considerando l’impatto sulle classifiche iridate, in particolare quella dei costruttori. Nonostante gli alfieri del Cavallino Rampante abbiano segnalato una mancanza di grip sin dalle Fp3, il dirigente transalpino ammette che la squadra era ancora fiduciosa di poter raddrizzare la situazione.

Ferrari F1
un sorridente Frederic Vasseur (Scuderia Ferrari) osserva il team dall’hospitality – GP Monaco 2024

Secondo il manager di Draveil, il ritmo delle rosse al venerdì era promettente. Ciò malgrado va pur detto che nella prima giornata di prove libere, l’attività in pista è stata talmente esigua da non poter fornire vere e proprie certezze se non rispetto alle simulazioni. Forse è stato proprio questo il problema, non avere un riscontro fattuale che potesse far scattare l’allarme per rivedere l’itera impostazione del fine settimana. Azione che con ogni probabilità avrebbe cambiato le sorti delle Ferrari e concesso la possibilità ai “due Carlo” di lottare al vertice senza problemi.

F1, Ferrari: il weekend più difficile della gestione Vasseur

Nonostante per il sempre ilare Fred il 2024 rappresenti la sua prima vera stagione in Ferrari, tenendo a mente la scorsa campagna agonistica, nonostante un progetto ereditato e poco competitivo, mai il francese aveva assistito a una prova così avvilente. Nonostante tutto possa sembrare remare contro, Vasseur ha sottolineato che la batosta canadese non cambierà il nuovo approccio del team. Mentalità attraverso la quale non si deve temere di rischiare pur di alzare l’asticella. Ovviamente un buon manager non può restare insensibile difronte alla sconforto dei suoi uomini.

Ferrari F1
Carlos Sainz (Scuderia Ferrari) a bordo della SF-24 – GP Canada edizione 2024

Leclerc, ad esempio, è passato nel breve giro di una settimane dall’altare di Monaco alla polvere di Montreal. Il numero uno della GES comprende la frustrazione di un pilota costretto a gareggiare con seri problemi tecnici che rendevano impossibile lottare con la concorrenza. La considera un sentimento più che lecito che ne conferma la mentalità. Il duplice KO tecnico è pesante nell’economia di un campionato che sembra aperto a qualsiasi scenario. Tuttavia per il responsabile della Ferrari sostiene che tali circostanze facciano parte della normale dinamica di una stagione molto lunga.

Vasseur ha fatto riferimento al difficile weekend della Red Bull nel Principato di Monaco, a testimonianza che all’interno di ogni fine settimana i rapporti di forza potrebbero cambiare. Ci sono ancora 15 corse da disputare, in cui ulteriori difficoltà busseranno alla porta. Per questo la priorità resta quella di mantenere la medesima impostazione e, contestualmente, continuare a sviluppare la vettura e risolvere i grattacapi. “Non eravamo campioni del mondo dopo un buon fine settimana e non siamo i peggiori del lotto dopo un fine settimana difficile. Torneremo in Spagna con un gran ritmo”. Parole e musica di Frederic.

Uno dei target fondamentali di Vasseur è quello di schermare la scuderia italiana dagli sbalzi di umore dei fan, amplificati anche dai media che all’interno della GES vengono letti eccome. Avere la capacità di smorzare l’entusiasmo per successi parziali e di riflesso evitare inutili depressioni quando i risultati non sono in linea con le aspettative, resta la cosa migliore da fare. Tutto questo ragionamento non può fare certo dimenticare che il fine settimana canadese è andato ben oltre le peggiori aspettative degli stessi uomini stipendiati da Via Abetone Inferiore 4.

Ferrari F1
Charles Leclerc (Scuderia Ferrari) viene spinto nel garage a bordo della SF-24 – GP Canada

Per la prima volta da quando è al ponte di comando della Ferrari, al francese è chiesto un colpo di reni per dimostrare che Montreal è solo un episodio isolato. La necessità di riprendere il filo della competitività apprezzata a Imola e Monaco impera. La Spagna, prossima tappa del mondiale di F1, è certamente una prova significativa del reale valore della SF-24 rispetto agli avversari. Gran Premio dove la rossa proverà a lottare nuovamente per la vittoria, senza paura, consapevole che attualmente gli equilibri sono molto sottili e basta veramente poco per cambiare le cose.


Autori: Alessandro Arcari – @berrageiz 

Immagini: Scuderia Ferrari – F1Tv

Articoli Collegati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Resta Collegato

3,584FansMi piace
1,032FollowerSegui
7,558FollowerSegui
- Advertisement -

Meteo Prossimo GP

Budapest
nubi sparse
26 ° C
26.8 °
25 °
55 %
3.1kmh
75 %
Sab
26 °
Dom
29 °
Lun
34 °
Mar
34 °
Mer
24 °
- Advertisement -

Ultimi Articoli

- Advertisement -
Change privacy settings