sabato, Luglio 20, 2024

F1, Red Bull riceve una richiesta di aiuto

F1. Come al solito, in Red Bull esiste un caso Perez. Il pilota messicano, freschissimo di rinnovo biennale (recitando il comunicato del team, che precisa come il contratto sia fino alla fine del 2026, nda) non sta ottenendo le prestazioni sperate. Come di consueto ormai nelle ultime stagioni, Checo al primo errore si perde, entra in un vortice negativo dal quale fatica tantissimo ad uscire.

Già da Miami, con quella partenza suicida e che ha quasi mandato fuori gioco le Ferrari e Verstappen, il secondo pilota della Red Bull ha mostrato i primi segni di cedimento. Evidentemente, quando la vettura ha iniziato ad aggiornarsi, i problemi sono aumentati per l’ex Racing Point e Sauber, tanto da faticare già in qualifica, quando anche passare in Q2 sembra un’impresa.

F1 Red Bull
Sergio Perez (Oracle Red Bull Racing) – Fp2 – Gp Monaco 2024

La RB20 effettivamente non è più dominante, quantomeno queste sono le impressioni delle ultime gare. Max Verstappen, da fenomeno quale è, sta facendo la differenza mettendo delle pezze importanti sulle prestazioni della monoposto, cosa che invece non sta riuscendo a Checo, in netta difficoltà nonostante la rinnovata fiducia datagli dal team, con un rinnovo che, obiettivamente, fa tanto comodo al tre volte campione del mondo, ma forse meno alle richieste della squadra.

F1, Red Bull: i numeri impietosi di Perez

Le difficoltà di Perez nonostante abbia sotto al sedere la Red Bull sono presto confermate in questa statistica, visto che i numeri nello sport non mentono mai: nelle ultime 31 gare disputate, ovvero da Bahrain 2023, cioè da quando la squadra di Milton Keynes domina senza pietà, il messicano ha conquistato soltanto 13 podi. Una percentuale bassissima, e che rende l’idea di come alle prime difficoltà dimostrate dai bibitari, Checo sia andato completamente nel pallone.

A dirlo è stato proprio lui nel dopo gara di Montreal. Perez infatti ha ammesso come nell’ultimo periodo abbia perso competitività. Considerando tutto il contesto, ovvero una Red Bull RB20 non più dominante e un divario tecnico e di talento importante con Verstappen, questo calo del messicano ci sta, è nell’ordine delle cose, vengono fuori tutti i difetti, a dimostrazione di come i piloti ad oggi facciano ancora la differenza con un mezzo non più perfetto come quello di Milton Keynes.

F1 Red Bull
Max Verstappen e Sergio Perez (Oracle Red Bull Racing) – Gp Giappone 2024

Sergio lavorerà duramente nelle prossime settimane per riacquisire performance, ammetterlo è comunque il primo passo verso la risalita, ma deve necessariamente tornare nel giusto mood, perché i rivali ci sono e fanno paura, e il solo Verstappen non può più garantire il primato nel mondiale costruttori, quello che la Red Bull chiede a Checo per far sì che questo matrimonio vada avanti. Certo, con le Ferrari che si fanno fuori da sole è tutto più facile, ma in teoria non è sempre Natale.

F1: Red Bull, Verstappen garante di Perez

A venire in soccorso di Perez ci ha pensato proprio Max. Il tre volte campione del mondo della Red Bull ha capito un po’ l’aria che tira, con la RB20 non più così dominante, seppur in grado di dare all’olandese una prestazione tale da poter vincere gare tirate come Imola e Canada. Lì però Verstappen ci ha messo tanto del suo, perché un pilota più normale, come Checo appunto, molto probabilmente non sarebbe stato in grado di ottenere le stesse prestazioni.

Max è stato chiaro: la squadra deve mettere a disposizione dei piloti una vettura nuovamente competitiva e più facile da guidare, segno tangibile di come i problemi attuali siano reali e non frutto di una fantasia dei media o degli appassionati che magari sperano in qualche difficoltà “immaginaria” per far sì che il mondiale possa considerarsi più aperto del previsto. I guai ci sono, e solo i colpi del campione stanno permettendo a Verstappen prima e alla Red Bull di mantenere un vantaggio considerevole sui rivali nelle rispettive classifiche mondiali.

F1 Red Bull
Lo sguardo impenetrabile di Max Verstappen (Oracle Red Bull Racing) – Test F1 2024 Bahrain

L’olandese è consapevole che per vincere a Imola e in Canada ci fosse bisogno di due grandi prestazioni, e infatti queste ultime vittorie sono state accolte in modo più esaltante, si è percepita la fatica nell’ottenerle rispetto a quelle conquistate nell’ultimo anno e mezzo. Max chiede una vettura più facile da guidare così da dare anche al compagno di squadra un mezzo più semplice e non dare alcuna speranza ai rivali nella conquista del campionato costruttori. Si sapeva che Checo potesse essere il punto debole di questa Red Bull, le premesse fino a questo momento sono state rispettate, le richieste di Verstappen, invece, verranno esaudite?


Autore: Andrea Bovone

Immagini: Red Bull Content PoolF1Tv

Articoli Collegati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Resta Collegato

3,584FansMi piace
1,032FollowerSegui
7,558FollowerSegui
- Advertisement -

Meteo Prossimo GP

Budapest
nubi sparse
26.1 ° C
27.3 °
24.4 °
53 %
1.3kmh
47 %
Sab
30 °
Dom
31 °
Lun
33 °
Mar
34 °
Mer
22 °
- Advertisement -

Ultimi Articoli

- Advertisement -
Change privacy settings