Gp Brasile 2019-Qualifiche-Leclerc:”Senza l’errore ero vicinissimo alla pole…”

0
Gp Brasile 2019-Qualifiche-Leclerc:
Charles Leclerc, Scuderia Ferrari

Gp Brasile 2019-Qualifiche-Leclerc:”Senza l’errore ero vicinissimo alla pole…”


La spada di Damocle sulla testa di Leclerc, visto la penalità per la sostituzione del propulsore, alla fine pesa eccome. La qualifica del monegasco non è stata perfetta. La sbavatura, commessa durante l’ultima fase della qualifica, non consente all’ex Alfa Romeo di sfruttare a pieno tutta la performance della sua SF90. Charles lo sa. Il mea culpa conferma il suo stato d’animo: “Sono molto deluso da me stesso. Durante il primo tentativo in Q3, se non avessi commesso un errore nell’ultima curva, sarei stato molto vicino alla pole. Ho perso veramente tanto, 3-4 decimi direi. Imparerò da questa situazione. Comunque non cambierà poi cosi tanto visto le dieci posizioni di penalità anche se, fare la pole ed essere più vicino, sarebbe stato meglio. Davvero un peccato”.

Durante le FP3 gli alfieri del Cavallino hanno realizzato un lavoro differente, dedicando parte della sessione a cercare di comprendere il corretto funzionamento della vettura in vista della gara. “Pensando a domani senza dubbio abbiamo capito qualcosa in più. Purtroppo però non penso che sarà abbastanza per ridurre completamente il gap con Mercedes e Red Bull”.

Gp Brasile 2019-Qualifiche-Leclerc:"Senza l'errore ero vicinissimo alla pole..."
Charles Leclerc in azione durante le qualifiche del Gran Premio del Brasile

Gli pneumatici medium saranno le mescole con le quali Charles scatterà al via del 20esimo round stagionale. “Onestamente in questa pista, tra le medie e le soft, non c’è tanta differenza in termine di degrado. Vedremo se domani, provare a fare qualcosa di diverso, ci aiuterà”. 

Leclerc non si arrende mai. Anche quando la situazione è molto complicata cerca sempre di spingere. A precisa domanda sulle possibilità di conquistare il podio cosi risponde: “In generale punto sempre il più in alto possibile. Evidentemente, rispetto ad altre volte sarà molto più dura”.

Autore: Alessandro Arcari@berrageizf1

Foto: Ferrari

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui