Vettel social, ingegnere mancato…

0
Vettel social, ingegnere mancato…
Sebastian Vettel

Vettel social, ingegnere mancato…


Fin dagli inizi della sua carriera è stato paragonato a Michael Schumacher, come lui “tetesco di Germania”, lavoratore instancabile fuori dalla monoposto. Attento a tutte le dinamiche sviluppate attorno alla vettura, con la usa cartelletta rossa sempre pronta ad accogliere appunti poi discussi con gli ingegneri durante i briefing. Un ingegnere mancato insomma, Sebastian Vettel da Heppenheim, quattro volte campione del mondo di Formula Uno. La quarantena sta senz’altro esaltando l’importanza dei social, in un mondo sempre più “virtuale”. Non per Sebastian, da sempre restio a mettere in piazza la propria vita privata. L’eccezione arriva, in questo momento così difficile a livello mondiale, per rispondere ai tifosi del Cavallino Rampante.

Con il campionato al momento congelato, in attesa di risolvere la spinosa questione Coronavirus, i piloti del Circus si dedicano ad allenamenti individuali presso le loro abitazioni, con la speranza di poter tornare a correre il più presto possibile. L’appello del ferrarista sul comportamento da tenere in queste settimane è semplice: rispettare le regole.

Non credo debba dare particolari consigli a nessuno. Si tratta di prendere la situazione molto seriamente, avendo cura di se stessi e degli altri, con un occhio di riguardo agli anziani. Possibilmente i miei consigli sono anche troppi, ma dobbiamo rispettare le altre persone mantenendoci a una distanza di sicurezza”, commenta il teutonico.

Vettel social, ingegnere mancato…
Sebastian VettelScuderia Ferrari

La passione di Sebastian per la meccanica risale all’epoca degli studi, grazie alla sua grande curiosità nel capire le dinamiche delle cose.

Da ragazzo volevo studiare ingegneria meccanica, ancora prima di diventare un pilota professionista. Malgrado abbia sviluppato passioni su diverse tematiche, ho sempre avuto un debole nel capire come funzionano le cose. Per questa ragione, cercare di capire tutte le sfaccettature della monoposto è importante per me.”

Chi frequenta il paddock, avrà sicuramente notato la passione di Vettel per la sue motociclette d’epoca, utilizzate per arrivare ai circuiti in diverse occasioni.

Visto il tempo libero per la pausa forzata, mi prenderò cura della mie motociclette. Darsi da fare con bulloni e da dadi, dedicandosi al restauro, potrebbe essere un’ottima maniera per passare il tempo”.

Vettel social, ingegnere mancato…
Vettel raggiunge il circuito di Budapest con la sua motocicletta

Sopratutto in EuropaSebastian cerca di apprezzare il suo motorhome, beneficiando dei momenti di tranquillità nel poco tempo libero a disposizione durante il week-end di gara.

Nel corso delle gare europee sfrutto volentieri il mio motorhome. Anche se in realtà non riesco a godermelo tanto, visto che la sera si fa sempre tardi e la mattina la sveglia suona presto. Comunque sia mi piace molto. É bello prepararmi la colazione in un posto solamente mio…”

Autore e foto: Alessandro Arcari – @BerrageizF1 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui