F1 Live 23 aprile 2020

0
F1 Live 23 aprile 2020
F1 Live 23 aprile 2020

F1 Live 23 aprile 2020: Jordan e la Formula Uno

L’attuale opinionista televisivo irlandese discute sul futuro della massima categoria del motorsport. L’attuale scenario drammatico porge l’occasione buona per realizzare dei cambi. Una riduzione del calendario nelle prossime stagioni, valorizzando i circuiti che hanno reso celebre questo sport, sarebbe una soluzione molto interessante. 

“Attualmente ci sono troppe corse. I miei principi hanno sempre sposato il concetto “less i more”. Ottenendo il meglio da ogni manifestazione, organizzare un GP ogni weekend non è affatto necessario. Un mondiale con 22 gare esercita una pressione enorme sui team, economicamente e logisticamente parlando. Senza dimenticare il profilo umano, con tutti i viaggi che il personale deve affrontare. Non serve arrivare in tutto il mondo per accrescere il business della Formula Uno”.


F1 Live 23 aprile 2020: Latifi e la Formula Uno

Forse per lui l’attesa si farà un po’ più dura, visto che il canadese avrebbe dovuto iniziare la propria carriera da titolare in Williams. La pausa forzata però ha rimandato il suo debutto. Impegnato con gli allenamenti, il giovane pilota si è lanciato nel mondo del virtuale interagendo con i propri fan. Di seguito le parole rilasciate al web magazine canadese La Presse.

Nicholas Latifi
Nicholas Latifi, scuderia Williams

“Non avrei mai pensato di farlo, ma mi è stato suggerito dopo il primo Gran Premio virtuale. Ho visto alcuni video per capire come creare un canale, installare le telecamere, ecc. È un ottimo modo per avvicinarsi ai tifosi interagendo attraverso la chat. Permette loro di vederti in un contesto diverso da quello del tuo lavoro durante i fine settimana di gara.”


F1 Live 23 aprile 2020: Coulthard e Kimi

Il vice campione del mondo di Formula Uno parla del suo rapporto con Raikkonen. Secondo l’attuale commentatore Kimi è sempre stato molto veloce e continua a esserlo. Ecco uno stralcio delle sue parole rilasciate all’emittente radiofonica irlandese RTE’.

David Coulthard e Kimi Raikkonen
David Coulthard e Kimi Raikkonen durante la stagione 2002

“Durante la nostra convivenza è sempre andato tutto bene. C’era una differenza di età fra noi, ma quando sei più grande non cambia granché. Kimi era molto silenzioso, ma decisamente veloce! Non volevo diventare suo amico, non era necessario, ma cercavo di essere il più veloce possibile. Il suo futuro? Beh è sul viale del tramonto, ma è uno dei piloti più veloci in Formula Uno e potrebbe rimanere in Alfa Romeo ancora per qualche anno”.


F1 Live 23 aprile 2020: Steiner e i compromessi 

Intercettato dal settimanale tedesco Speed Week, il team principal della scuderia statunitense tocca una tematica molto delicata, legata a fornitura e costi delle power unit durante la stagione 2020.

“Le trattative per capire la giusta direzione da prendere in futuro sono in atto. Purtroppo però, senza un calendario ufficiale non possiamo iniziare le negoziazioni. Ogni discorso risulta pertanto prematuro sia per noi che per i fornitori.”

Gunther Steiner
Guenther Steiner, team principal team Haas

“Se ad esempio dovessimo disputare solamente dieci Gran Premi, il numero dei motori necessari sarebbe differente, con un conseguente esborso economico inferiore. Clienti e produttori sono sulla stessa barca… si tratta solamente di trovare il giusto compromesso.”


F1 Live 23 aprile 2020: La sicurezza di Seidl 

La storica scuderia di Woking sta poco a poco uscendo dal buco nero dov’era finita. La scorsa stagione ha messo in luce i progressi del team britannico, pronto a realizzare un ulteriore passo in avanti. A tal proposito, interpellato dai microfoni di Motorsport-Total, il team principal della McLaren racconta i piani futuri facendo il punto della situazione.

Andreas Seidl
Andreas Seidl, team principal McLaren

“Il nostro piano per diventare una scuderia migliore è ben chiaro, indipendentemente da tutte le tematiche legate al regolamento. Appena potremo tornare in azienda continueremo a pianificare il nostro programma. In questo senso niente è cambiato. I top team fanno solamente un lavoro migliore. Noi della McLaren dobbiamo concentrarci semplicemente su questo, seguendo step by step i nostri progetti.”


F1 Live 23 aprile 2020: Grosjean il virtuale…

Il pilota francese del team Haas lancia R8G Esports, il nuovo team che parteciperà alle gare virtuali in collaborazione con il team specializzato in Simracing Triple A. I nomi dei piloti ufficiali della scuderia Esport non sono ancora noti, ma è previsto un annuncio nei prossimi giorni. Ecco le parole di Romain al riguardo.

Romain Grosjean
Romain Grosjean, team Haas

“Penso che la struttura che abbiamo creato sia unica e ci permetterà di raggiungere gli ambiziosi obiettivi che ci siamo prefissati. L’avvio della mia scuderia virtuale è un momento di orgoglio perché sono appassionato di sport motoristici, innovazione e sfide.”


Fernando alla carica…

Il due colta campione del mondo di Formula Uno è in gran forma. Lo stesso Fernando si definisce un giovanotto nella diretta Instagram, dove descrive il suo momento pensando al futuro. Ecco le sue parole in diretta streaming con il web magazine spagnolo Marca.

Fernando Alonso
Fernando Alonso, due volte campione del mondo di F1

“Mi pongo molte domande sul mio futuro. Vedremo come si svilupperanno le cose”, ha“Nel 2018 quando sono uscito dalla massima serie avevo bisogno di fare un passo indietro dopo 18 stagioni di viaggi in giro per il mondo senza sosta e la pressione tipica di chi è un atleta per 365 giorni l’anno. Questo periodo al di fuori delle corse mi è servito per riprendere aria. Adesso mi sento bene, come se fossi un 23enne e ciò mi incoraggia a fare progetti”,


F1 Live 23 aprile 2020: Interlagos a rischio…

un altro dei problemi da non sottovalutare nella scelta di includere Interlagos nel calendario 2020 è di carattere economico. Grazie all’accordo firmato nella stagione 2016, valido fino alla fine del 2020, il Brasile anche quest’anno non verserà nelle casse della Formula Uno la tassa per partecipare al mondiale.

Interlagos
autodromo José Carlos Pace

Per questa semplice ragione, gare come Cina, Russia, Bahrein, Azerbaigian e Vietnam, organizzate grazie all’utilizzo di denaro pubblico, che erogano regolarmente la quota a Liberty Media, godranno presumibilmente di una certa precedenza. In conclusone, considerando uno scenario mondiale prolungato fino all’inizio del 2021, la speranza che gioca a favore del Brasile resta il tempo…


F1 Live 23 aprile 2020: Alonso si racconta…

Tramite una diretta Instagram, il due volte campione del mondo di Formula Uno ha raccontato la sua esperienza nella Dakar. Senza dimenticare il suo primo amore: i kart. Ecco le sue parole…

“I kart sono i miei preferiti per divertirmi. Tutti i componenti sono uguali e basilari, e la potenza è poca. Ma devi guidare con molta attenzione perché un errore non perdona. Sono il mio primo amore, visto che si tratta del primo volante che ho stretto tra le mani.

Fernando Alonso
Fernando Alonso alle prese con il guasto alla sospensione sulla sua Toyota Hilux

“Passare dall’asfalto alle vetture da rally è stato un salto enorme… è stato molto rischioso partecipare alla competizione più dura del mondo. Grazie all’esperienza di Marc Coma è stato un po’ più semplice. La cosa più difficile era non sapere cosa potesse succedere. Lo stress è stata senza dubbio la difficoltà maggiore che ho incontrato”.


F1 Live 23 aprile 2020: Binotto rettifica…

Le dichiarazioni rilasciate dal team principal di Maranello sono state traviate, o per lo meno così sostiene lo svizzero. Tramite un comunicato ufficiale, la scuderia del Cavallino mette in chiaro le cose…

Binotto: la Ferrari è pronta a tutto…
Mattia Binotto, team principal Scuderia Ferrari

Vorremmo chiarire quello che Mattia – si legge nella nota emessa qualche minuto fa da Maranello – ha detto nella sua intervista pubblicata ieri sera. Non è mai stato detto che la Scuderia Ferrari si ritirerà dalla Formula 1 ma, al contrario, che non vorremmo essere messi nella posizione di doverci guardare intorno per cercare altre opzioni che rispecchino il nostro Dna, piuttosto che continuare a correre in F1 nel caso in cui il budget cap venisse ulteriormente abbassato in maniera drastica mettendo a rischio centinaia di posti di lavoro. L’incomprensione è stata causata anche dal titolo ingannevole utilizzato nell’articolo e corretto immediatamente dopo la pubblicazione”.  


F1 Live 23 aprile 2020: Kubica tra Verstappen e Leclerc 

Il pilota polacco, intervenuto ai microfoni della rivista italiana Autosprint, ha parlato del futuro della Formula Uno. Ecco uno stralcio delle parole di Robert su i due giovani talenti della massima categoria del motorsport.

Max ormai è forte sotto ogni punto di vista. Personalmente non sono d’accordo con chi lo biasima per la sua irruenza. Al contrario punterei su di lui come nuovo campione del mondo”.

Robert Kubica
Robert Kubica durante i test pre-stagionali di Barcellona

“Chi è rimasto sorpreso dalla progressione di Leclerc nel 2019 non ne capisce molto di piloti. Uno come lui era ovvio che mettesse in difficoltà anche un quattro volte iridato come Seb. In fin dei conti stava per vincere un GP già alla sua seconda apparizione con il Cavallino”.


F1 Live 23 aprile 2020: Ralf Schumacher e Vettel

Raggiunto dai microfoni di Sky Sport Deutschland, il fratello del sette volte campione del mondo della Ferrari analizza la delicata questione Sebastian. Ecco la sua opinione al riguardo.

Vettel non sta attraversando un buon momento. L’ultima stagione non è stata certo ottimale… credo stia cercando di ottimizzare ogni aspetto. Probabilmente, la Ferrari ha offerto a Vettel un rinnovo annuale. Vedremo quali sono le ambizioni di Seb: cercare di conquistare il titolo mondiale o costruire da zero qualcosa di nuovo in un altro team.”

Ralf Schumacher
Ralf Schumacher, ex pilota di Formula Uno

“La McLaren si è rimessa in carreggiata, ma la distanza dai top-team è ancora sensibile e in più la scuderia di Woking ha all’orizzonte un cambio di fornitore a livello di power unit, un’incognita non da poco. Credo che se Vettel decidesse di restare in Ferrari ancora un anno sarebbe in buone mani. Ovviamente deve sentire il supporto del team. Quando un pilota avverte di non essere più supportato dalla scuderia al 100% allora deve cambiare squadra.”


F1 Live 23 aprile 2020: Leclerc pronto a ripartire

Il talento monegasco scalpita, malgrado a casa si tenga molto impegnato tra simulatore e allenamenti. La voglia ddi tornare in pista e molto alta. Ecco uno stralcio delle sue ultime dichiarazioni

“Correre al contrario sarebbe differente ed eccitante. Non sarebbe un cambiamento sostanziale di valori perché Hamilton resterebbe sempre il favorito, ma Silverstone in senso contrario sarebbe davvero divertente, penso a curve come Maggotts e Becketts…”

Charles Leclerc
Charles Leclerc, Scuderia Ferrari

Con Sebastian andiamo più d’ accordo di quanto pensi la gente. Mi piacerebbe restasse, ma qualsiasi scelta farà la Ferrari sarà la benvenuta, per lei non cambierà nulla. Noi non partiamo come favoriti, questo è certo. Sarebbe buono poter fare 12/13 gare. Meno sarebbe meglio di niente comunque. Più breve sarà il campionato, più azzardi magari si potrebbero tentare in pista”

F1 Live 23 aprile 2020: Binotto mette le cose in chiaro…

Il team principal di Maranello mette le cose in chiaro. Malgrado una riduzione dei costi sia necessaria non bisogna oltrepassare un certo limite. Intercettato dai microfoni del quotidiano britannico The Guardian, ecco le sue parole molto decise…

“Portare il budget cap a 145 milioni di dollari è una richiesta particolarmente esigente rispetto a quanto si era stabilito lo scorso giugno non può essere rispettato se non con grandi sacrifici soprattutto per quanto concerne le risorse umane. Se dovesse abbassarsi ulteriormente, non vorremmo essere messi in una posizione tale da dover essere obbligati a guardare ad altre opzioni per continuare ad esprimere il nostro dna legato al mondo delle corse. “

Mattia Binotto
Mattia Binotto, team principal della Scuderia Ferrari

“Abbassare il livello della F1 a quello delle formule minori va contro lo spirito di questa categoria, che deve avere il massimo fascino per gli sponsor e per le case costruttrici che desiderano competere al livello più alto. Siamo ben consapevoli che tutto il mondo e la F1 stiano attraversando un periodo difficile, ma non bisogna lasciarsi prendere dalla fretta e agire d’istinto senza valutare con attenzione tutte le conseguenze”.


Autore: Alessandro Arcari – @BerrageizF1 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui