Horner spinge sul nuovo format: 5 sprint race per battere Hamilton

0
Christian Horner
Christian Horner, team principal della Red Bull

Horner spinge sul nuovo format: 5 sprint race per battere Hamilton


La Formula Uno si appresta a vivere una stagione molto particolare per diverse ragioni. La prima ovviamente perché dovendo iniziare molto avanti nel corso dell’anno sarà costretta ad un ‘tour de force’ mai visto prima. Mentre la seconda, perché con molta probabilità sarà un campionato in cui verranno effettuati alcuni testUn primo test, di cui si è parlato, è quello di andare a modificare il format per il secondo dei due Gp che verranno disputati su una stessa pista, così da scongiurare il rischio di avere due eventi fotocopia.

La proposta avanzata è quella di introdurre una ‘sprint race’ al sabato (ne parliamo qui per approfondire): gara di 30 minuti il cui ordine di partenza sarà dettato dall’inversione della classifica iridata e che determinerà la griglia del Gp classico della domenica. I vertici della categoria contano di prendere una decisione riguardo il suo impiego entro questa settimana ed è interessante conoscere il pensiero di Christian Horner (team principal Red Bull) che allo ‘Sky Sports F1 Show’ ha affermato: “Penso che quest’anno abbiamo una situazione unica e che due gare nella stessa sede sarebbe il momento perfetto per provare qualcosa di diverso. Altrimenti con condizioni meteorologiche stabili, è probabile che in gara 2 si avrebbe lo stesso risultato di gara uno”.

Horner spinge sul nuovo format: 5 sprint race per battere Hamilton
Vista aerea del Red Bull Ring

“La scorsa settimana c’è stata una discussione in cui FIA e Liberty hanno messo in tavola qualcosa di diverso per quel secondo weekend di gara. L’idea è di effettuare qualifiche diverse con una mini gara al sabato.” La proposta non è nuova, Brawn aveva già avuto modo di presentarla ai team lo scorso anno trovando però nell’occasione tutti pareri contrari. Tuttavia, sicuramente le squadre avranno continuato a pensarci su e al momento della sua riproposizione Horner non ha esitato a controbbattere: “Io ho espresso la mia opinione: perché avere il nuovo format solamente in una delle due gare, manteniamolo per entrambe. Quindi potenzialmente in Austria, Silverstone e forse su un circuito asiatico più avanti.”

La controproposta consiste in più di un semplice test… Avere due weekend contraddistinti dal nuovo format per qualcuno potrebbe costituire un rischio che qualcosa possa andare storto, ma averne addirittura 5 sarebbe quasi una certezza. E infatti… “La proposta sembrava avere un supporto schiacciante” ha continuato il britannico. L’unica persona a non apprezzare l’idea è stata Toto Wolff. Ovviamente pensava avrebbe interferito con il cammino di Lewis verso il settimo titolo mondiale. Sarebbe una variabile davvero difficile da controllare”. Partire in cinque occasioni dal fondo e ritrovarsi a battagliare con gli altri top driver per risalire la china non è il massimo dell’aspirazione per nessuno…

Horner spinge sul nuovo format: 5 sprint race per battere Hamilton
Toto Wolff e Lewis Hamilton all’interno del box Mercedes

Validare il format anche per la prima gara austriaca significherebbe disputare la prima ‘sprint race’ del sabato partendo con la griglia invertita basata sul risultato finale del campionato 2019. Questo porrebbe sicuramente Mercedes in una posizione di svantaggio, che comunque essendo la favorita, sarebbe il team a risentire di più di questo nuova iniziativa. Tuttavia Horner non crede che questo possa andare a penalizzare un team in particolare: Penso che sia lo stesso per tutti. Ora è il momento perfetto per condurre dei test. Non ci sarà mai un buon momento per fare questo tipo di prove e non sapremo mai se avrebbe potuto funzionare oppure no. Se non funziona, almeno potremo dire di aver provato”.

In definitiva, l’invito che il numero uno del box Red Bull rivolge ai colleghi avversari è quello di non aver timore, la categoria non potrà altro che uscirne vincente da una sua approvazione: È qualcosa che non dovremmo aver paura di provare. Sarebbe veramente divertente per i fan e altrettanto positivo per la Formula 1”.

Il team austriaco e la Ferrari, tanto per citare due squadre a caso, avrebbero soltanto da guadagnarci… In questi anni ci hanno tentato in tutti i modi a mettere i bastoni tra le ruote alla Mercedes senza riuscirci. Le ‘sprint race’ sarebbero un’occasione unica, avere un problema, per esempio, e ritirarsi significherebbe partire dal fondo nella gara ufficiale della domenica. Cosa che potrebbe anche ritorceglisi contro come un boomerang spianando la strada ai campioni in carica, ma cosa sarebbe cambiato? In caso contrario invece, potrebbe garantire loro un’opportunità, mai avuta nel recente passato…

Autore: Marco Sassara@marcofunoat

Foto: Formula Uno – Red Bull

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui