Gp Italia 2020-Ferrari: a Monza in cerca di riscatto senza illudersi…

0
Sebastian Vettel, Ferrari, stagione 2020

Gp Italia 2020-Ferrari: a Monza in cerca di riscatto senza illudersi…


Il Gp del Belgio ha ‘tagliato le gambe’ a tutto l’ambiente Ferrarista. Dal team ai tifosi, passando per i piloti. Asserire qualcosa di nuovo a quanto è stato già ampiamente detto risulta difficile e si rischia di tirare in ballo sempre le solite questioni. Quindi andiamo subito al sodo. A Monza c’è una qualche speranza di vedere una SF1000 migliore rispetto a quella avuta sette giorni fa? Sapendo che la configurazione aerodinamica che verrà adottata nel Tempio della Velocità non discosta molto da quella utilizzata a Spa, verrebbe da dire di no. Tuttavia in Belgio si pensa che la Rossa abbia avuto un rendimento più basso rispetto al proprio potenziale per non esser mai riuscita a far funzionare correttamente gli pneumatici anteriori (mancanza dell’adeguato carico unito a delle temperature piuttosto fresche) e il problema patito da Leclerc al richiamo delle valvole (leggi qui), come se non bastasse, ha dato il colpo di grazia finale.

Per questo, secondo quanto si apprende nel comunicato diramato ieri dalla squadra, i tecnici del Cavallino, dopo aver analizato i dati raccolti lo scorso fine settimana, hanno deciso di mettere a disposizione dei piloti un pacchetto aerodinamico dedicato che dovrebbe permettere, quantomeno, di massimizzare le prestazioni della vettura sullo storico tracciato brianzolo. O almeno, questo è anche quello che si aspetta e che si augura Sebastian Vettel: “Arriviamo a Monza consapevoli che sarà difficile comparire nelle posizioni di vertice. Lo scorso anno qui fu tutt’altro che semplice per me e sappiamo bene che lo sarà anche questa volta. Potremo contare su un pacchetto aerodinamico dedicato che speriamo ci possa aiutare ad avere una SF1000 più competitiva. L’obiettivo del fine settimana resta sempre lo stesso: massimizzare la prestazione e portare a casa quanti più punti possibile”.

Gp Italia 2020-Ferrari: a Monza in cerca di riscatto senza illudersi...
Charles Leclerc vince il Gp d’Italia 2019 davanti a Bottas e Hamilton

Cercare di tirar fuori tutto il potenziale dalla SF1000 non vuol dire lottare improvvisamente contro Red Bull e Mercedes, e probabilmente (se dovessero essere confermati i valori visti in Belgio) nemmeno contro Renault. Però, vista la situazione attuale, riuscire ad entrare quantomeno in Q3 e terminare la gara con qualche punticino in tasca sarebbe già un bel ‘progresso’. In più, questa volta il meteo potrebbe giocare a favore della Rossa, con condizioni climatiche nettamente migliori rispetto a Spa: temperature ambientali stabilmente superiori ai 25°C per tutto l’arco del weekend (leggi qui).

Oltre alle prestazioni della Ferrari, quest’anno, a rendere il Gp d’Italia ancor più doloroso del solito, sarà la totale assenza di pubblico. Folla amata da tutti i piloti e che negli anni ha sempre reso la festa del podio tra le più emozionanti del mondiale. Esperienza che Charles Leclerc, concludendo davanti ad entrambi gli alfieri Mercedes, ha vissuto nel 2019 in prima persona e che ha voluto ricordare così: Lo scorso anno ho vissuto qui l’emozione più grande della mia vita agonistica. Purtroppo questa volta le tribune saranno vuote dal momento che i tifosi non potranno avere accesso all’autodromo… Un anno fa seppero rendere davvero indimenticabile la cerimonia del podio. Siamo consapevoli di non avere lo stesso livello di competitività del 2019 e per questo già sappiamo che non sarà un fine settimana facile. Ma non arriviamo demotivati all’appuntamento. Faremo tutti del nostro meglio per portare a casa il miglior risultato possibile”.


AutoreMarco Sassara – @marcofunoat

Foto: Ferrari

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui