Gp Toscana 2020: Live Gara

0
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, GP Toscana Ferrari 1000

Gp Toscana 2020: Live Gara


Buongiorno a tutti amici e amiche di FUnoAT e bentrovati. Giornata speciale oggi per la Ferrari che davanti ad un pubblico di 3000 appassionati cercherà di onorare il conseguimento del 1000° GP della sua storia in Formula Uno ottenendo un buon risultato. L’obiettivo è quello di arrivare a punti con entrambi i piloti. Charles Leclerc partirà quinto e cercherà di proteggersi dagli atttacchi degli inseguitori (Racing Point, McLaren e Renault) che al venerdì hanno mostrato un passo migliore, mentre Vettel sarà chiamato a tentare un recupero dalla 14° posizione fino alla Top Ten. I piloti daranno tutto.

davanti la disputa per la vittoria sarà tra Hamilton, Verstappen e Bottas. Lewis presentandosi con 47 punti di vantaggio su Valtteri potrebbe accontentarsi anche di un podio, ma gli altri saranno chiamati a tentare il tutto per tutto se vorranno mantenere vivide le speranze del sogno iridato. In tal senso le strategie potrebbero rivelarsi davvero importanti oggi (scorri in basso). Al Mugello non si passa, quindi più che mai sarà decisiva la partenza, che dallo spegnimento dei semafori fino all’inserimento alla prima curva vede un bell’allungo in cui potrebbe già consumarsi qualche attacco determinante.

Dunque non perdiamo altro tempo e andiamo ad immergerci nella diretta della gara. Partenza ore 15:10. Di seguito tutti gli aggiornamenti.


Live Gara

Termina qui dunque una gara in cui è successo di tutto. A breve il resoconto. Ora avremo una pausa di una settimana prima di poter commentare assieme il Gp di Russia in programma il 27 settembre. Vi do appuntamento per tale data, augurandovi un buon proseguimento di serata.

17:36 – Purtroppo non si vede chiaramente, potrete riscontrarlo dal gap riportato, Leclerc termina in 8° posizione davanti a Raikkonen, che a sua volta finisce davanti a Vettel per soli 2 decimi (penalità di 5 secondi per Kimi). Dunque 8° Leclerc, 9° Raikkonen, 10° Vettel. 5 punti per la Ferrari in questo suo 1000° Gp.

17:33 Finisce qui!!! Hamilton fa suo il Gp di Toscana 2020 ottenendo la 90° vittoria in carriera. Secondo Bottas, terzo Alexander Albon (primo podio per il thailandese e per lo stato che rappresenta). Purtroppo daniel ancora 4° fuori dal podio. Gran gara da parte di Alex e di Daniel oggi assieme anche a quella di Stroll che sfortunato ha avuto il crash a 15 giri dalla fine non per demeriti propri.

Classifica finale

59/59 – Distacco tra Raikkonen (8°) e Vettel (10°) è sui 5 secondi al millesimo, bisognerà attendere la fine per sapere chi sarà davanti.

59/59 – Ultimo giro che inizia con il giro veloce di Hamilton: 1’18”833!

58/59 – Al momento Kimi sarebbe 9° di pochissimo davanti a Seb.

57/59 – Bottas ad 1,3 secondi da Hamilton, Albon a 3 secondi da Bottas, Ricciardo a 2 secondi da Alex.

56/59 – Vettel spinge ma va va largo in due occasioni, Russell ad 1 secondo e 1. Raikkonen ora sarebbe decimo alle spalle di Vettel con la penalità.

54/59 – Classifica e distacchi

54/59 – 1’19”432 il giro veloce di Bottas.

54/59 – Leclerc e vettel superano Russell. 9° Leclerc, 10° Vettel. Leclerc a 2 secondi e mezzo da Kimi. Ma ora Russell si fa insidioso alle spalle di Seb.

52/59 – La ragione della penalità di Raikkonen: superata la linea del pit entry (5 secondi).

52/59 – Giro veloce di Hamilton: 1’19”647.

51/59 – Kvyat supera Raikkonen e si prende la 7° posizione, mentre Albon supera Ricciardo e mette la Red Bull sul gradino più basso del podio.

49/59 – Leclerc 10° – Vettel 11°. Raikkonen 8°. Non un grande start per le Ferrari. Raikkonen che però dovrà scontare una penalità di 5 secondi.

49/59 – Giro veloce per Bottas 1’19”752 con gomme Soft. Ripartenza per tutti su gomme Soft.

48/59 – Bottas non ci sta e si riprende subito la posizione su Ricciardo. 1° Hamilton, Bottas e Ricciardo.

47/59 – Gran partenza di Ricciardo che supera Bottas alla prima curva.

Giro 47/59 – Via!!! Si spengono le luci del semaforo, riprende la gara!

17:14 – E invece niente partenza dietro Safety Car, altra partenza da fermo!!! Partenza da fermo!! I piloti si vanno ad allineare sulla griglia di partenza!

Giro 46/59 – I piloti lasciano la pit lane dietro la Safety Car che per l’occasione è Rossa Ferrari a celebrare i 1000° Gp del Cavallino.

17:11 – Raikkonen e Grosjean hanno avuto il permesso di sdoppiarsi, mentre gli altri restano in pit lane.

17:10 – Si ripartirà dietro la Safety car.

17:08 – Tolta la bandiera rossa. Track clear.

17:05 – Si vanno a posizionare le vetture doppiate in testa al gruppo, probabilmente si ripartirà dietro alla Safety car questa volta. Decisione opinabile dal momento che in precedenza si era scelto di effettuare una seconda partenza…

17:02 – Si ripartirà alle 17:12.

17:00 – Nell’attesa si parla delle cause che possono aver portato alla foratura della posteriore di Stroll: in precedenza Perez aveva perso un pezzo proprio in quel tratto, quindi vi è la possbilità che Stroll lo sia andato sfortunatamente a raccogliere. Un peccato, il canadese stava facendo una bella gara in lotta per la terza posizione.

16:54 – Operazioni di recupero della Racing Point di Stroll complicate dalle fiamme. Principio d’incendio sulla vettura che comunque viene portata fuori pista.

16:52 – Da capire ora se la gara riprenderà o meno a 14 giri dal termine

46/59 – Gara sospesa, questa la classifica!

giro 46/59

45/59 – Bandiera Rossa! Si torna di nuovo tutti ai box.

45/59 – Stroll sta bene, ma la vettura è distrutta. Non si è trattato di un errore ma bensì di una foratura in piena percorrenza dell’Arrabbiata 2. 8 piloti ritirati.

Immagine

44/59 – Hamilton transita sul traguardo, mentre gli altri hanno la possibilità di andare ai box ed effettuare la sosta. Leclerc in 8° posizione, guadagna su Russell e Vettel

43/59 – Terza Safety Car di giornata! A muro Stroll all’Arrabbiata.

42/59 – Bottas ha portato il suo ritardo nei confronti di Lewis a meno di 6 secondi, mentre Albon (5°) ora è a 2,3 secondi circa dalla terza posizione di Ricciardo. Leclerc ha preso Vettel (10°), può utilizzare il DRS.

40/59 – Ad Hamilton dicono di stare lontano dai cordoli.

Albon giro veloce 1’21”756

40/59 – Classifica a 20 giri dalla fine.

Classifica 40/59

39/59 – Rientra ancora Leclerc a 21 giri dalla fine. 11° posizione alle spalle di Vettel, gomma Media per lui.

38/59 – Albon il più veloce in pista 1’21”9. Alex a circa 4 secondi dalla terza posizione di Ricciardo.

37/59 – Mercedes gira in 1’22’4 (gomma Hard), Ricciardo terzo in 1’23”1, Stroll in 1’23”0, Albon 1’22”3 (gomma Media per loro). Leclerc 1’23”4, Kvyat 1’22”6.

36/59 – Classifica e distacchi.

giro 36/59

35/59 – Contatto tra Grosjean e Raikkonen, è volato un pezzo, ma nessuna conseguenza ulteriore sembra. Leclerc sui tempi di Russell in 10° posizione, mentre Kvyat in nona continua a recuperare.

35/59 – Giro veloce di Bottas 1’21”799.

34/59 – 1’21”874 il giro veloce di Valtteri Bottas.

33/59 – Si fermano Hamilton ed Albon. Lewis monta gomma Hard e mantiene la testa della gara con 7 secondi di vantaggio su Bottas. Albon monta la Hard e torna in pista in 5° posizione alle spalle di Ricciardo e Stroll che hanno scelto gomme a mescola Media. Norris prende Leclerc e lo supera. 7° Norris.

32/59 – Bottas inspiegabilmente troppo lento torna ai box per effettuare il pit stop. Monta gomma Hard. torna in pista terzo alle spalle di Albon e davanti a Ricciardo. L’australiano grazie al valzer dei pit stop è davanti ad entrambe le Racing Point.

31/59 – Rientrano ai box Norris, Kvyat e Russell che escono alle spalle di Leclerc. Charles è 7° superato però da Perez che fa anche il giro veloce. Norris e Kvyat su gomma Media, Russell su Hard.

Giro veloce di Perez in 1’22”111

30/59 – Intanto due giro fa, pit stop lento per Kimi Raikkonen. Il finnico torna in pista con gomme Hard in 13° e ultima posizione.

29/59 – Pit Stop per Perez e Vettel. Perez torna in pista con gomme Medie alle spalle di Leclerc che recupera così una posizione. 9° Leclerc, Perez 10°. Vettel 11° con gomma Hard.

28/59 – Ricciardo si feram ai box. Monta gomme Medie e torna in pista in 8° posizione.

27/59 – Leclerc ora gira in 1’23”7. Perez 1’25”3. Classifica.

Giro 27/59

26/59 – Leclerc supera Grosjean e si prende la 12° posizione. Ora ha pista libera davanti a lui (6 secondi da Raikkonen in 11° piazza).

25/59 – Hamilton gira in 1’22”9, Bottas 1’23”2, Stroll 1’23”9, Ricciardo 1’23”6. Leclerc dopo aver girato in 1’24”0 nella precedente tornata fa 1’24”3. La gara di Charles è nei confronti di Perez, sesto, che lo aveva in precedenza superato, il messicano gira in 1’24”6.

24/59 – Sempre 2 secondi tra Hamilton e Bottas. Valtteri porta il vantaggio su Stroll a 12 secondi.

22/59Pit Stop per Charles Leclerc che mentre Stroll e Ricciardo con pista ‘libera’ girano in 1’23”medio, nel corso degli ultimi giri riusciva a fermare il cronometro solamente in 1’25”. Charles rientra in pista ultimo in 13° posizione con gomma a mescola Hard.

21/59 – Perez arriva su Leclerc e lo supera, Charles prova a rispondere ma non c’è storia. Matteo Bobbi (Sky) parla di oltre 20 km/h di differenza sul rettilineo tra Leclerc e chi lo ha sorpassato

20/59 – La classifica

Giro 20/59

20/59 – Niente, il ritmo di Leclerc non è abbastanza veloce, arriva Albon e lo supera in zona DRS. 5° Albon, 6° Leclerc.

19/59 – Ricciardo prende e supera Leclerc con l’utilizzo del DRS. 4° Ricciardo, 5° Leclerc.

18/59 – Stroll ne ha di più e grazie all’ala mobile si prende la terza posizione. Sorpasso anche di Albon nei confronti di Perez. 3° Stroll, 4° Leclerc, 5° Ricciardo, 6° Albon, 7° Perez.

17/59 – 2 secondi tra Hamilton (1°) e Bottas (2°) che viaggia sotto l’1’23”. Dietr il ritmo lo fa Leclerc (3°) che gira in 1’24”3.

16/59 – Stroll tenta l’attacco su Leclerc, ma il monegasco si difende bene. Sarà una gara tutta in sofferenza. Racing Point ne ha di più.

16/59 – Vettel riesce ad avere la meglio di Raikkonen. 11° Seb

15/59Ricciardo molto veloce supera Sergio Perez prendendosi la 5° posizione.

14/59 – Scusate sono stato ingannato. Leclerc è più lento delle Mercedes di circa 5 decimi al giro. Tuttavia per ora Leclerc e Stroll fanno gli stessi tempi. Ferrari e Racing Point anche sulla stessa strategia (gomme Soft) dunque almeno in questo senso, Charles potrebbe avere delle frecce al suo arco da poter utilizzare.

13/59 – Leclerc riesce a tenere per ora il ritmo delle Mercedes tenendosi Stroll a debita distanza, oltre il secondo (anche se di poco oltre)

13/59 – Giro veloce di Hamilton: 1’22”376.

12/59 – Giro veloce di Bottas: 1’22”435! Da questo giro si può usare il DRS.

11/59 – La classifica dopo la ripartenza!

Giro 11/59

10/59 – Lewis Hamilton riesce ad avere la meglio di Valtteri Bottas prendendosi la prima posizione. Leclerc era partito bene, ma successivamente viene un po’ rallentato dalla manovra di Lewis. Charles riesce comunque a mantenere la terza posizione resistendo agli attacchi di Stroll.

Giro 10/59 – Si spengono le luci del semaforo! VIa!!

15:57 – Ocon intanto ritirato per problemi all’impianto frenante!

15:57 – Attendiamo che i piloti prendano posto in griglia. Anche in questo caso, come a Monza assisteremo ad una seconda partenza!

15:55I piloti lasciano la pit lane per andare a prendere posizione sulla griglia di partenza. Gomme Medie per la Mercedes, Russell e Raikkonen. Gli altri su Soft.

Giro di allineamento per la nuova partenza.

15:51 – Renault di esteban Ocon ai box sui cavalletti. Probabile ritiro per lui quando mancano neanche 4 minuti al via.

15:46 – La gara riprenderà alle 15:55! I piloti iniziano a prepararsi per la ripartenza.

15:41 – Piloti fuori dall’abitacolo, con Bottas che decide di restare in vettura per non perdere concentrazione.

15:37 – Hamilton si è lamentato per il fatto che la Safety Car abbia spento le luci troppo tardi e Bottas abbia deciso di ripartire troppo in prossimità della linea del traguardo…

15:35 – Difficile attribuire le colpe sinceramente, Magnussen seguiva il ritmo (forse troppo lento) di quelli davanti, mentre Giovinazzi e gli altri dietro avendo ricevuto il via avevano iniziato ad aumentare il ritmo… Strana situazione…

15:33 – Ricostruito l’incidente, Antonio Giovinazzi (incolpevole) è andato a tamponare Magnussen per poi finire su Latifi. Sainz invece dovrebbe aver a sua volta tamponato Giovinazzi.

9/59 – La classifica momentanea.

Classifica giro 9/59

8/59 – Sembra che nel momento in cui è stato dato il via alla gara, qualcuno non si sia accorto restando praticamente fermo. C’è stato uno schiva schiva finchè Giovinazzi non ha colpito incolpevole una vettura e da lì è maturato il mega crash. Incidente di confusione.

8/59 – Bandiera Rossa! Tutti i piloti rientrano ai box.

7/59 – Subito Safety Car! Gran crash in pieno rettilineo del traguardo! Coinvolti Nicholas Latifi, Kevin Magnussen, Antonio Giovinazzi e Carlos Sainz Jr. 6 piloti fuori in nemmeno 10 giri.

7/59 – Si riparte!

6/59 – La Safety car rientrerà al termine di questo giro.

6/59 – Safety Car in pista. Intanto arrriva la comunicazione dell’investigazione per il contatto avvenuto alla prima curva per i piloti Carlos Sainz, Romain Grosjean, Kimi Raikkonen e Max Verstappen.

4/59 – Ancora regime di Safety car. Questa la classifica.

2/59 – Verstappen è stato autore di una brutta partenza a causa del problema riscontrato nel giro di verifica. Problema alla power unit per Max, che poi si resta coinvolto nei contatti prima citati.

2/59 – Raikkonen e Vettel tornano in pista con gomme Medie in 17° e 18° posizione.

1/59 – Safety Car in pista

1/59 – Grande partenza di Bottas e Leclerc. Il finnico scatta meglio di Hamilton prendendo la prima posizione, mentre Leclerc balza in terza. Parte malissimo invece Verstappen che finisce dietro e resta coinvolto in un contatto assieme a Sainz, Vettel, Raikkonen e Gasly.

Ritiro per Verstappen e Gasly, con Raikkonen e Vettel costretti ad andare ai box per sostituire il musetto.

Giro 1/59 – Si spengono le luci del semaforo! Inizia il primo Gp della storia al Mugello!

15:13 – I piloti si posizionano sullo schieramento…

15:11 – Come vedete, Perez scatterà alle spalle di Stroll, unica variazione rispetto alle qualifiche di ieri. Il messicano ha rimediato una posizione di penalità per il contatto avuto con Raikkonen nel corso delle FP2.

15:10 – Hamilton rilascia la frizione e inizia il giro di formazione!

15:09 – I meccanici Red Bull hanno concluso il lavoro sulla vettura di Verstappen e contano di aver risolto il problema.

15:07 – Griglia di partenza e pneumatici selezionati per il primo stint di gara. Tutti su Soft, Medie solamente per Kvyat, Raikkonen, Grosjean, Russell e Latifi. Sinceramente avrei apprezzato veder partire anche Vettel con gomma gialla…

15:05 – 5 minuti al giro di formazione, a breve conosceremo le gomme che i piloti andranno ad utilizzare per la partenza. Top ten sicuramente su Soft.

15:00 – Si lavora in modo concitato sulla monoposto di Verstappen. Vedremo se i tecnici riusciranno a risolvere prima dell’inizio della gara. La squadra non si sbilancia ancora sull’entità del problema.

Immagine

Pre Gara

14:59 – Griglia di partenza.

14:58 – Poco più di 10 minuti al giro di formazione. Una breve pausa per poi andare fino alla fine!

14:55 – Presente in pista il tenore italiano Andrea Bocelli a cantare il nostro inno di Mameli. Decisamente un bel regalo per noi tutti.

14:50 – I piloti sono comunque tutti schierati in griglia, dunque possiamo andare a vedere quelle che sono le condizioni meteo presenti al Mugello: cielo sereno, temperatura asfalto 45°C, ambiente 30°C, umidità 39%. Il vento potrebbe giocare un ruolo importante: cambia spesso direzione e al momento sembra soffiare in direzione contraria alla percorrenza del circuito… Fattore che potrebbe penalizzare i piloti in testa.

14:48 – I piloti hanno da poco parcheggiato le proprie vetture sulla griglia di partenza dopo i consueti giri di verifica.

Giri nei quali, secondo quanto riferito da Mara Sangiorgio (inviata ‘Sky’), Max Verstappen avrebbe riscontrato dei problemi lato Power Unit. I meccanici avrebbero avviato tutte le verifiche del caso. Si attendono aggiornamenti.

14:46 – Buon pomeriggio e bentrovati a tutti per la diretta di questo secondo Gp d’Italia della stagione. Un altro Gp di casa per noi e per la Ferrari sul circuito del Mugello (tracciato di proprietà della Scuderia).


Gp Toscana 2020: possibili strategie

Distanza di gara – Mugello – 59 giri

▪️ Iniziamo vedendo cosa consiglia Pirelli per questo appuntamento.

Premessa: trattandosi del primo evento per la Formula Uno sul tracciato del Mugello, una pista caratterizzata da velocità elevate e sulla quale sarà difficile sorpassare, la strategia avrà un valore più che mai fondamentale. Pirelli si attende un degrado piuttosto marcato per la mescola Soft e di conseguenza, una migliore gestione di tale compound potrebbe determinare la scelta tra una o due soste. Possibilità dunque per strategie che prevedono uno o due pit stop, ma come sempre ci si attende che i team tentino di portare a termine la gara con una sola sosta, soprattutto per quanto riguarda i piloti in top ten che in questo caso partiranno tutti su mescola Soft.

Sulla carta, la strategia a due soste dovrebbe in realtà essere leggermente più veloce. La prima opzione vede due stint di 19 giri ciascuno su Red Soft più uno stint di 21 giri con Yellow Medium (probabilmente lo stint centrale). La seconda strategia a due soste più veloce prevede un solo stint di 16 giri su Soft, poi due stint su Medium rispettivamente di 21 e 22 giri. In base alle disponibilità pneumatici di ciascun pilota, la strategia ad una sosta sarà leggermente più lenta ma interesserà meno l’usura: partenza con pneumatici Soft, passando poi a White Hard al 22esimo giro (strategia che resta tra le più probabili per i primi 10 piloti in griglia). La quarta opzione, sempre ad una sosta, ma più lenta anche se più flessibile, sarà una strategia Medium-Hard che prevede di effettuare il pit stop verso il giro 26. Come sempre, a seconda delle singole circostanze di gara, sono valide tutte le permutazioni.

Immagine

▪️ Le strategie del Sasso

Anche se concordo con Pirelli sul fatto che i team tendenzialmente pensino a chiudere la gara con un solo pit stop, sinceramente trovo difficile che ciò possa accadere oggi, soprattutto dal momento che i piloti nelle prime dieci posizioni partiranno tutti con mescola Soft. Tentare una strategia Soft- Hard significherebbe effettuare oltre 20 giri con le Soft per utilizzare le Hard per un numero di giri prossimo ai 40 (valore toccato a Silverstone e ricordato nel weekend da alcuni piloti che di certo non vogliono ripetere quell’esperienza). Guardando al passo gara mostrato al venerdì, dalle Mercedes, quello di Bottas con Medie è stato uno stint migliore rispetto a quello di Hamilton con mescole Hard. Il fatto che i due piloti della casa di Stoccarda siano riusciti a conservare due treni di gomma a mescola Media, mi lascia pensare che possano tentare una strategia a due soste S-M-M. Non è però escluso si possa utilizzare anche la Hard. Qualora dovesse rendersi necessaria l’entrata in scena di una Safety Car, a secondo del momento, si potrebbe optare per una strategia S-H-M oppure S-M-H, ovviamente dipenderà tutto dalle tempistiche d’ingresso (discorso che vale per tutti i piloti all’interno della top ten).

Immagine

A differenza delle Mercedes però gli altri non hanno a disposizione due treni di Medie, quindi per loro una strategia a due soste S-M-H o S-H-M è sicuramente l’unica opzione di fianco alla scelta azzardata di tentare di arrivare in fondo con un solo pit stop S-H (vedremo se ci sarà qualcuno che penserà di essere in grado di riuscire in questa impresa, io la sconsiglierei). Discorso diverso invece per Verstappen che dalla sua avrà a diposizione anche un ulteriore set di gomme Soft. Quindi l’olandese potrebbe anche benissimo optare per una strategia S-H-M oppure S-M-S, tutto dipenderà dal degrado che la Soft subirà nel corso del primo stint.

Vettel e Norris invece, partendo al di fuori della top-ten e avendo a disposizione 1 treno di gomma nuova per ogni tipologia di compound potrebbero puntare su una strategia M-H-S, oppure se la Media dovesse comportarsi bene potrebbero switchare su M-S-S andando ad utilizzare un treno di gomme rosse usato. Non credo venga presa in considerazione una partenza su gomma Hard, tutt’al più si potrà scegliere di allinearsi ai piloti davanti andando a partire con le Soft, ma sinceramente non ne vedo alcun vantaggio… Bisognerà tentare qualcosa di diverso e partendo con la Media, qualora la gialla dovesse rivelarsi molto buona e costante per un elevato numero di giri (magari vicino a coprire la metà di gara) nel loro caso sì che si potrebbe poi scegliere di andare fino alla fine con la gomma Hard più dura. Secondo me la strategia migliore per i piloti nella loro posizione.

Come abbiamo potuto vedere le opzioni sono tantissime quest’oggi! Prepariamoci a vivere una gara entusiasmante, almeno dal punto di vista strategico.


AutoreMarco Sassara – @marcofunoat

Foto: Ferrari – Formula UnoPirelli

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui