Gp Eifel 2020: Live Gara

0
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, Gp Eifel 2020

Gp Eifel 2020: Live Gara


Buongiorno a tutti amici e amiche di FUnoAT. Partiamo subito dando uno sguardo alle statistiche. Kimi Raikkonen, prendendo parte alla gara odierna, diventa il pilota con più partenze effettuate di tutti i tempi. Il finnico balza al comando con 323 start, lasciando al secondo posto Rubens Barrichello che durante il suo periodo di attività ne ha totalizzate 322. L’altro pilota che oggi potrebbe eguagliare un record importante è Lewis Hamilton: qualora riuscisse a vincere la gara, risulterebbe il pilota più vincente di sempre assieme a Michael Schumacher con 91 vittorie totalizzate nell’arco della loro carriera in Formula Uno. Traguardo sfumato per il britannico in Russia e che proverà a raggiungere proprio in casa Schumacher.

Altro tema su cui ragguagliarvi, nel caso ieri fosse stati distratti o non aveste avuto modo di seguire le qualifiche: oggi, al volante delle Racing Point, troveremo la coppia Perez-Hulkenberg. Lance Stroll non sarebbe al 100% della propria condizione fisica sin dal termine del Gp Russo e nella notte tra venerdì e sabato avrebbe lamentato dei forti mal di pancia. Szafnauer (team principal) non ha perso tempo decidendo di convocare il tedesco Nico Hulkenberg, che è salito sulla propria vettura, senza far caso ai limiti di velocità, catapultandosi in circuito. Arrivato al Nurburgring intorno alle 13:00, il teutonico ha preso parte alle qualifiche non andando però oltre la 20° posizione. Gara difficile per lui oggi.

Là davanti invece troviamo la sfida tra Bottas (che scatterà dalla pole) e Hamilton. Il finnico è chiamato a ricucire il gap in classifica accumulato nelle precedenti gare (44 punti lo svantaggio), mentre Lewis ovviamente vuole allungare, ed eguagliare il record di Schumacher proprio su questo circuito sarebbe sicuramente una grande emozione per lui. Terzo Max Verstappen, che ieri ha ben impressionato in qualifica, potrebbe creare qualche grattacapo alla coppia Mercedes. Poi c’è Leclerc che molto probabilmente dovrà effettuare invece una gara più in difesa (su Albon e la coppia Renault) che piuttosto d’attacco sulle posizioni di vertice.

Con condizioni così incerte: clima freddo e assenza di dati (dovuta al fatto che al venerdì non si è girato) anche le strategie saranno un aspetto interessante di questo appuntamento (scorri in basso per ulteriori approfondimenti). Dunque non attendiamo oltre, a seguire tutti gli aggiornamenti della sessione. Partenza ore 14:10.


Live Gara

15:55 – Parleremo della situazione Ferrari nel consueto resoconto che verrà pubblicato a breve. 7° Leclerc, 11° Vettel ad un passo dalla zona punti. Complimenti a Giovinazzi per aver ottenuto la 10° piazza. Bene anche Hulkenberg che da 20° recupera fino all’ottava posizione: gran bella prova per lui. Peccato per Bottas che con questo ritiro vede il titolo ora davvero molto lontano (69 punti di ritardo da Lewis). Per ora è tutto. Appuntamento al weekend del 25 ottobre per assistere al Gp del Portogallo sul circuito di Portimao. Buon proseguimento di giornata.

15:52 – Vince Lewis Hamilton e conquista la vittoria numero 91 che lo mette al fianco di Michael Schumacher per numero di vittorie ottenute in carriera: come loro nessuno mai! Secondo Max Verstappen che nel suo ultimo tentativo ottiene il giro veloce che diventa anche il record del circuito: 1’28”139! Festeggia la Renault con Ricciardo in terza poszione! Daniel festeggerà regalando un tatuaggio al proprio team principal! Di seguito la classifica.

Classifica finale

60/60 – Termina qui!! Bandiera a scacchi!!

Giro 60/60 – Ultima tornata!

59/60 – Vettel può utilizzare il DRS su Giovinazzi.

59/60 – Giro veloce di Hamilton: 1’28”145

57/60 – Situazione statica con Hamilton in testa con 2,4 secondi su Verstappen. Ricciardo vede vicino il podio che obbligherebbe Abiteboul a farsi un tatuaggio (scommessa tra i due, la cosa peggiore per il managing director Renault è che il tema del tatuaggio sarebbe scelto dall’australiano).

56/60 – Vettel a 1,6 secondi da Giovinazzi e dalla 10° posizione.

55/60 – Sportellate tra Vettel e Magnussen. Vettel 11° poi anche Raikkonen ha la meglio di Magnussen. 12° Raikkonen, 13° Magnussen.

54/60 – Leclerc si scrolla Huleknberg di dosso, Vettel 12° mette Magnussen nel mirino.

54/60 – Hamilton: 1’28”257. Verstappen a 3 secondi.

53/60 – Perez fa un po’ ad elastico con Ricciardo. Il messicano a 1,3 secondi dal podio

53/60 – Giro veloce di Hamilton: 1’28”335

52/60 – Leclerc per ora resiste in settima piazza, nonostante Hulkneberg sia in zona DRS.

52/60 – Giro veloce per Hamilton! 1’28”487!!! Giro record del circuito. Il vecchio apparteneva a Michael Schumacher che nel 2044 girò in 1’29”468.

51/60 – Gasly supera Leclerc che ora deve guardarsi le spalle da Hulkenberg. 7° Leclerc.

50/60 – Grosjean scivola in nona posizione.

50/60 – Duelli nelle prime cinque posizioni ma nulla cambia.

50/60 – Via bandiera verde!

49/60 – Classifica prima della ripresa.

49/60 – Gruppo ricompattato! Le vetture transitano ora al detection point del secondo settore.

49/60 – La Safety Car rientrerà al termine di questo giro.

49/60 – Ancora regime di Safety Car, il gruppo dovrebbe riuscire a compattarsi. Leclerc a 25 secondi da Sainz.

48/60 – Leclerc era il primo dei doppiati, in sesta posizione, se la Safety Car non aspettasse il ricompattamento, Leclerc perderebbe ogni opportunità di migliorare la poszione.

48/60 – Dato l’ok dalla direzione gara ai doppiati di sdoppiarsi.

47/60 – Regime di Safety Car.

Giro 47/60 – La classifica aggiornata. Gomma Soft per Hamilton, Verstappen, Ricciardo, Perez, Sainz, Gasly, Hulkenberg, Raikkonen, Kvyat.

46/60 – Con un giro di ritardo in pit anche Perez che perde così la posizone nei confronti di Ricciardo.

46/60 – Pit stop per Hamilton, Verstappen, Ricciardo, Sainz, Gasly, Hulkenberg, Raikkonen, Kvyat.

45/60 – Safety Car in pista. Norris ha lasciato la vettura in una brutta posizione.

44/60 – Ritiro per Lando Norris. Lo lascia il motore. Bandiera gialla.

43/60 – 1’34”6 per Norris doppiato da Hamilton e Verstappen, 1’30”8 per Leclerc ora a 8 secondi di distanza.

43/60 – Pit stop per Vettel. 15° Sebastian che monta gomma Soft.

42/60 – Hulkenberg supera Vettel e si prende la nona posizione. Bella gara di Hulkenberg che con una strategia ad un solo stop ha guadagnato molte posizioni. Ora però se ne vuole altre dovrà guadagnarsele in pista.

41/60 – 1’31”2 per Leclerc ora sul passo di Verstappen.

41/60 – Gasly supera Vettel ed ora è ottavo.

40/60 – Classifica e distacchi

40/60

40/60 – Leclerc supera Vettel. 7° Leclerc, 8° Vettel, 9° Gasly, 10° Hulkenberg. Raikkonen 11°.

39/60 – Leclerc supera Raikkonen e si prende l’ottava posizione. Charles subito dietro a Vettel.

38/60 – Giovinazzi ai box per montare gomme Medie. 13° Antonio. 7° Vettel, 8° Raikkonen, 9° Leclerc.

37/60 – Pit stop per Leclerc. Di nuovo gomma Media per Leclerc che esce in 10° posizione alle spalle di Raikkonen.

36/60 – Vettel doppiato da Hamilton.

35/60 – Purtoppo però Perez lo ripassa in curva-13 e stavolta Charles non può nulla. 4° Perez, 5° Leclerc.

35/60 – Duello tra Perez e Leclerc. Perez passa Charles nelle curve del terzo settore, poi però Leclerc risponde con il DRS e lo ripassa prima della stazzata in curva-1.

34/60 – Davanti Hamilton incrementa il proprio vantaggio. 6 secondi su Verstappen.

34/60 – Leclerc mantiene bene la posizione sul messicano che lo attacca in curva-1.

33/60 – Leclerc a 14 secondi da Ricciardo, Perez però è molto vicino a Charles.

33/60 – Situazione meteo stabile. Hamilton si lamenta di avere delle vibrazioni sulle gomme.

32/60 – Classifica distacchi e pit stop.

Giro 32/60

31/60 – Si fermano anche Gasly e Hulkenberg per montare rispettivamente Hard e Medie. Gasly 12°, Hulkenberg 14°. Vettel ora si trova 9° con gomma dura.

31/60 – Norris alle spalle di Leclerc in quinta posizione a 2,5 secondi da Leclerc (gomma Media per Norris). Ovviamente Lando potrà così andare fino alla fine, mentre Ricciardo e Leclerc dovranno sicuramente fermarsi di nuovo.

30/60 – Norris rientra ai box lamentando ancora dei problemi di potenza.

29/60 – Pit stop per Perez, Sainz e Grosjean. 3° Norris, 4° Ricciardo, 5° Lelcerc, 6° Gasly, 7° Perez (Medie), 8° Hulkenberg, 9° Sainz (Medie).

29/60 – Bella gara di Hulkenberg in nona posizione a 5 secondi da Gasly.

28/60 – Stesso passo ora tra Norris e Perez. Verstappen a 4 secondi da Hamilton. Leclerc supera ora Gasly e ottiene la settima posizione. 12 secondi tra Leclerc e Ricciardo.

27/60 – Norris continua, ma Perez è più veloce di lui.. terzo Noris, quarto Perez, quinto Sainz che si devono ancora fermare.

26/60 – Anche Norris segnala una perdita di potenza sulla sua vettura. Il britannico terzo stava facendo una bella gara anche se deve ancora effettuare una sosta.

25/60 – Classifica e situazione pit stop.

Giro 25/60

24/60 – Ritiro anche per Alexander Albon che aveva da poco ricevuto una penalità di 5 secondi per il contatto avuto con Kvyat.

23/60 – Ocon non ha più freni e anche il cambio non funziona… Ritiro per la Renault di Esteban Ocon. Il francese torna ai box.

22/60 – Confermato da Mara Sangiorgio: Bottas ritirato per un problema riguardante la parte ibrida della monoposto.

22/60 – 10 secondi di penalità per Raikkonen, che ha causato il ritiro di Russell.

22/60 – Giro veloce di Hamilton: 1’30”109

21/60 – Tra questi i piloti che si devono ancora fermare sono Norris, Perez, Ocon, Sainz, Hulkenberg, Grosjean.

Giro 20/60 – Classifica e distacchi

Giro 20/60

20/60 – Giro veloce per Haimilton: 1’30”454.

19/60 – Chiamata per Bottas: “Torna ai box dobbiamo ritirare la vettura”. Probabilmente problema alla parte ibrida. Ritiro per Valtteri.

19/60 – Giro veloce di Hamilton: 1’30”795

19/60 – Continua ad essere esposta bandiera gialla, con Kvyat che rientra ora ai box. Bottas settimo ora

18/60 – No power per Bottas!! Bottas quinto ora. Il box prova a dargli una nuova regolazione. Motore nuovo qui in Germania per la coppia Mercedes.

17/60 – Contatto tra Albon e Kvyat. Kvyat perde l’ala anteriore. Bandiera gialla.

17/60 – Bandiera verde

17/60 – Approfittano della VSC Hamilton e Verstappen che mantengono la posizione su Bottas.

16/60 – Virtual Safety Car, detriti in pista. Si rimuove in sicurezza la vettura di Russell (Williams).

16/60 – Intanto Bottas che era rientrato con gomma Media in 4° posizione, supera Ricciardo e si prende la terza piazza.

15/60 – Russell non riesce a portare la vettura ai box, così è costretto a parcheggiare a bordo pista. Comunque in sicurezza. Verstappen comunica che c’è della pioggia nel terzo settore, anche se lieve.

14/60 – Foratura per Russell in un contatto con Raikkonen. I due stavano provando ad insidiare Vettel. Russell si gira e prova a rientrare ai box.

14/60 – Gomme finite per Bottas? Alla fine in un giro ha perso circa 5 secondi da Hamilton.

14/60 – Bottas viene superato anche da Verstappen, così Valtteri torna ai box!

13/60 – Problemi per Bottas, blocca alla prima curva e Hamilton lo passa.

12/60 – Pit Stop per Vettel e Russell. Gomma bianca per Vettel (18°) a 18 secondi da Leclerc, 19° Russell con gomma Media a mezzo secondo da Vettel in 19° posizione.

11/60 – Pit stop per Raikkonen che rientra in pista 20° con gomme Medie. Si gira Vettel che perde csì le posizioni sulle AlphaTauri. Vettel torna in pista 13°.

11/60 – Inizia a piovigginare con Leclerc che rientra ai box. Gomma Media per Charles. Torna in pista 19° con gomme Medie.

10/60 – Duello bellissimo tra Perez e Norris, ma Lando riesce a mantenere la sesta posizione.

10/60 – Classifica e distacchi. Sì… funziona il live timing.

giro 10/60

9/60 – Dal box Ferrari fanno sapere che Leclerc è in gestione gomma, ma Ricciardo arriva e all’incrocio di curva 1 va a prendersi la quarta posizione.

9/60 – Giro veloce per Hamilton: 1’31”622.

8/60 – Albon va ai box e monta gomme Medie. 20° Albon con 5 secondi di ritardo da Grosjean.

8/60 – La McLaren fa sapere a Sainz che potrebbe arrivare un po’ di pioggia tra 5 minuti.

8/60 – Giro veloce di Verstappen: 1’31”938

7/60 – Verstappen in 1’32”1

7/60 – Giro veloce di Hamilton 1’31”951

7/60 – Leclerc gira in 1’34”5, dietro di lui tutti sullo stesso passo. Ovviamente fa da tappo, lo ripeto

6/60 – Bloccaggio per Leclerc alla prima curva, va largo, Ricciardo in battaglia, ma Charles protegge per ora la quarta piazza.

6/60 – Giro veloce di Bottas: 1’32”063

5/60 – Leclerc sta facendo da tappo, dietro di lui seguono tutti il suo passo. Ricciardo a 5 decimi dal ferrarista. Bottas leades con 1,8 secondi di vantaggio su Hamilton. Lewis ha 1,6 secondi su Max, Verstappen ha 9 secondi su Leclerc.

4/60 – Vettel invece è scattato un po’ in anticipo dalla casella presente in griglia. Ancora nessuna indicazione a riguardo.

4/60 – Leclerc in 1’34”.

4/60 – Giro veloce per Bottas: 1’32”2, Hamilton aveva girato più veloce ma ha superato i limiti della pista.

3/60 – 1’32”4 per Bottas, 1’32”4 per Hamilton, 1’32”6 per Verstappen , 1’35”0 per Leclerc, 1’34”9per Ricciardo negli scarichi del Ferrarista.

3/60 – Giro veloce di Hamilton: 1’32”410!

1/60 – Le Mercedes vanno larghe ma mantengono posizione, con Bottas in testa. Prova l’attacco Leclerc su Verstappen ma l’olandese resiste. Non cambia nulla rispetto al via nelle prime quattro posizioni. Ricciardo supera Albon ed è quinto. 12° Vettel

Giro 1/60 – Viaaaa! Si spengono le luci del semaforo!! Inizia l’11° appuntamento stagionale!

14:10 – Inizia il giro di formazione!

14:09Gomma gialla Media per Vettel, Gasly, Kvyat e Giovinazzi, tutti gli altri con mescola Soft.

14:07 – I primi 10 piloti partiranno con gomme Soft. La pista è asciutta e per la gara è previsto un 40% di possibilità di pioggia.

14:04 – Purtroppo se il live timing non funziona in qualche modo faremo! Vi riporto la griglia di partenza inoltrandovi l’immagine con cui si sono concluse le qualifiche ieri.


Pre Gara

14:03 – Sette minuti alla partenza, switchiamo sul live della gara!

13:59 – Intanto sembra che Sebastian Vettel abbia scelto di partire con gomma Media gialla. Noi ora facciamo una piccola pausa e speriamo che al nostro ritorno il live timing sia tornato a funzionare.

13:55 – Risuona l’inno tedesco al Nurburgring, mentre l’app della Formula Uno oggi non da segni di vita… Se vi state chiedendo perché non vi ho ancora comunicato le condizioni meteo, sapete il motivo.

13:50 – Intanto la pit lane è stata dichiarata chiusa, con i piloti che hanno lasciato le proprie vetture in mano ai meccanici sullo schieramento di partenza.

13:46 – Aggiornamenti di Mara Sangiorgio (inviata ‘Sky’): sostituzione completa della Power Unit Renualt in regime di parco chiuso sulla McLaren di Lando Norris (trattandosi della terza unità stagionale il britannico non avrà alcuna penalità). Mentre continuano nel corso dei giri di verifica le noie lamentate ieri da Lewis Hamilton con il volante. Il pilota della vettura numero 44 sente ancora il volante troppo lento (si vede anche dagli onboard). Lewis chiede spiegazioni alla squadra, ma dal muretto gli fanno sapere che purtroppo non hanno avuto il consenso dalla FIA di intervenire durante il parc fermé.

13:37 – Attualmente un timido sole illumina il tracciato del Nurburgring, ma le nuvole ci sono e sono in agguato… Non si può stare dunque tranquilli, con un 40% di probabilità di pioggia secondo previsioni.

13:34 – Cosa c’è di meglio che di una foto per spiegare quali siano le condizioni attuali sul tracciato? Nulla. Questa l’immagine postata dall’account della Formula Uno pochi istanti fa. La pit lane è stata aperta alle 13:30 e i piloti stanno effettuando i consueti giri di verifica prima di andare a prendere posizione sulla griglia di partenza.

Immagine

13:32 – Ancora buongiorno a tutti e benvenuti alla diretta del Gp dell’Eifel.


Possibili strategie

Distanza di gara – Nürburgring – 60 giri

▪️ Iniziamo vedendo cosa consiglia Pirelli per questo appuntamento

Secondo il costruttore milanese, la strategia più probabile per i 60 giri del Gran Premio dell’Eifel è a due soste. Tuttavia, dal momento che la Formula Uno non corre su questa pista dal 2013 e che al venerdì nessuno ha avuto la possibilità di raccogliere dati preziosi, la strategia resta un po’ un punto interrogativo per tutti. Ad aumentare la complessità tattica c’è il fatto che potrebbe piovere e farà sicuramente freddo. Ciò rende ancora più difficile prevedere con precisione quale sarà il comportamento dei pneumatici.

Gp Eifel 2020: Live Gara
Possibili strategie Pirelli

Teoricamente, la tattica più veloce prevede partenza su pneumatico Soft per poi passare alle Medie intorno al 19° giro, effettuare uno stint centrale di 22 tornate e chiudere la gara ancora su mescola Soft per i restanti 19 giri. Come al solito, Pirelli ricorda che valgono anche le permutazioni. La seconda strategia più veloce resta sempre a due soste: primo stint di 18 giri su Soft, poi due stint di 21 giri su Medium. La più lenta prevede di effettuare un singolo passaggio ai box: partenza su Medium per poi passare alla Hard intorno alla metà di gara (29° tornata), o viceversa (31° giro).

Secondo i dati raccolti dalla Pirelli, non sarà possibile effettuare una sola sosta utilizzando Medium e Soft.

▪️ Le strategie del Sasso

Oggi, prima di inventarci strateghi sarebbe stato meglio seguire un corso di divinazione per capire davvero ciò che i team potranno davvero aspettarsi da queste gomme… Ma noi non siamo i tipi da tirarci indietro alle prime difficolta, giusto? Quindi proviamo a ragionare assieme su quelli che potranno essere i possibili scenari.

Partenza con pista bagnata

La situazione se vogliamo più ‘semplice’. In questo caso i piloti potranno contare sull’utilizzo di sole due tipologie di mescola: Intermedie e Full Wet, e la scelta, alla partenza, dipenderebbe dalla quantità di pioggia presente sull’asfalto. Al venerdì, intervistato dai microfoni di ‘Sky Italia’, Mario Isola ha dichiarato che la Wet potrebbe anche riuscire a percorrere metà gara, permettendo così una strategia ad una sola sosta. Tuttavia ha fatto notare anche che in tali condizioni è anche più facile commettere errori e che l’intervento di una o più Safety Car potrebbe in tal caso comportare ulteriori cambi gomma. Ovviamente poi se la pista andrà via via asciugandosi, la strategia in quel caso varierà a seconda del numero di giri rimasti fino alla conclusione dell’evento.

Partenza su asciutto

Sapendo che i piloti qualificatisi in Top Ten hanno utilizzato gomma Soft durante la Q2, se i semafori si spegneranno in condizioni d’asciutto, questi non potranno fare altro che utilizzare il compound Red per il loro primo stint di gara. La Pirelli, per questo compound prevede uno stint massimo di 20 giri circa, con la Media che invece potrebbe riuscire a percorrerne a malapena 30. Per tale ragione, il costruttore milanese si sente di escludere categoricamente la possibilità che qualcuno possa riuscire ad effettuare un’unica sosta andando ad utilizzare questa tipologia di pneumatici (20+30=50, mentre la distanza di gara è di 60 tornate).

Io non è che voglia fare sempre il bastian contrario della situazione, però abbiamo visto spesso in passato i piloti percorrere anche diversi giri in più rispetto alle attese Pirelli… 20 è parente di 25, e da 30, arrivare a 35 potrebbe anche essere fattibile. Quindi io non mi sentirei di escludere così a priori questa eventualità. Ovviamente è tutto un grande punto interrogativo. Nella giornata di ieri, al mattino, la gomma Media sembrava funzionare abbastanza bene su Mercedes e Ferrari, mentre al pomeriggio Hamilton in Q2 ha riportato del graining subito dopo il primo passaggio veloce (fattore che ha sicuramente influito sulla scelta poi di adeguarsi alla strategia degli altri e montare la Soft). Tutto dipenderà dalle condizioni del tracciato: se sarà totalmente asciutto, dalle temperature e via dicendo. Saranno tanti i fattori che gli strateghi dovranno tenere in considerazione oggi.

Le gomme a disposizione dei piloti

Detto questo, se la Soft e la Media non dovessero garantire una costanza così duratura, si andrà inevitabilmente su due soste. Strategia che vedrà l’impiego comunque di queste due tipologie di mescola, con il doppio impegno di quella che risulterà avere un rendimento migliore tra le due. Non credo assisteremo ad un largo utilizzo della Hard, forse solo da parte di qualcuno che tenterà una mossa ‘disperata’, altrimenti no… Avendo a disposizione il quantitativo delle mescole rimaste a disposizione dei piloti possiamo dire già che le strategie S-M e S-M-S potranno potenzialmente essere effettuate da tutti, mentre la tattica che vede l’utilizzo di due treni di Medie potrà essere inseguita soltanto da Hamilton, Bottas, Vettel, Leclerc, Ricciardo, Perez e le due AlphaTauri (parlo ovviamente per il gruppetto che ha più chance di arrivare a punti). Non potranno farlo Red Bull e McLaren, ma non è detto che questo sia uno svantaggio…

Sarà interessante poi capire cosa sceglierà di fare la Ferrari con Vettel e l’AlphaTauri con Kvyat e Gasly. Se farà davvero tanto freddo, partire con le Medie potrebbe risultare davvero un azzardo. Però non è escluso che qualcuno possa farlo. Staremo a vedere.


AutoreMarco Sassara – @marcofunoat

Foto: Ferrari – Formula UnoPirelli

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui