Vettel e Ferrari sempre più vicini all’addio: “I ragazzi mi mancheranno”

0
Sebastian Vettel in compagnia del suo team di tecnici, Gp Emilia Romagna 2020

Vettel e Ferrari sempre più vicini all’addio: “I ragazzi mi mancheranno”


La Ferrari arriva ad Imola con un solo obiettivo. Nelle ultime gare, soprattutto in Portogallo, la vettura ha mostrato un buon livello di competitività, che dovrà essere confermata anche nel corso del terzo weekend italiano stagionale. La pandemia ha permesso alla Formula Uno di correre per ben tre volte sulla nostra penisola, dando così l’opportunità ai piloti di conoscere un tracciato, sul quale tra gli atleti in attività, sinora, aveva potuto gareggiare il solo Kimi Raikkonen, che in quel lontano 2006 arrivò quinto al volante della McLaren.

Per Charles Leclerc, si tratterà del suo primo impegno in terra emiliana all’interno dell’abitacolo di una monoposto di F1. Protagonista della consueta conferenza stampa d’apertura, ha così commentato tale opportunità: Sono felice di poter correre a Imola. Mi piace molto questo tracciato, soprattuto perché non ti lascia molto margine d’errore. Il che garantisce un’emozione in più. I piloti adorano questo tipo di circuiti. Anche se dovuto a cause di forza maggiore, devo dire che il calendario quest’anno si è rivelato sorprendentemente bello e questo grazie alla partecipazione di piste come Mugello, Portimao e Imola. Tracciati molto diversi da quelli in cui siamo abituati a correre solitamente“.

Vettel e Ferrari sempre più vicini all'addio: "I ragazzi mi mancheranno"
Charles Leclerc, Scuderia Ferrari, Gp Emilia Romagna 2020

A Imola si è tornato a parlare del calendario 2021 e della possibilità di avere 23 Gp (il che sarebbe un nuovo record per la categoria) con l’introduzione di un evento in Arabia Saudita. Tuttavia per quest’ultima gara, andrebbe risolto un problema abbastanza sensibile quanto importante: quello dei diritti umani. Invitato a rilasciare un commento sull’argomento, il monegasco ha preferito non proferire parola: “Non sono molto informato a riguardo, quindi mi dispiace ma preferirei non parlarne. Al contrario, l’opinione sul calendario fitto di eventi sembra essere abbastanza chiara: Amo correre. Al termine di un weekend di gara non faccio altro che attendere l’inizio del prossimo. Ovviamente però, rispetto a noi piloti, l’impegno per i meccanici è indubbiamente maggiore, quindi va trovato il giusto equilibrio“.

Anche a Sebastian Vettel, seduto accanto al compagno in sala conferenza, è stato chiesto di rilasciare il proprio punto di vista riguardo l’introduzione dell’Arabia Saudita in calendario. Proprio come Charles, anche il tedesco ha preferito dribblare la domanda: “Onestamente, solo di recente ho saputo di una sua possibile introduzione mediante l’utilizzo di un circuito cittadino. Non offendetevi, ma non so molto della situazione in cui versa il paese attualmente, quindi non posso aggiungere altro”.

Vettel e Ferrari sempre più vicini all'addio: "I ragazzi mi mancheranno"
Sebastian Vettel, nel consueto giro di pista pre weekend assieme al suo team di ingegneri, Gp Emilia Romagna 2020

Dunque non si è potuto fare a meno di passare a temi un po’ più piccanti, come quello riguardante il gap prestazionale che attualmente divide i due alfieri della Rossa. “Attualmente a differenza di Charles non riesco a tirare fuori tutto il potenziale dalla SF1000. In passato sono sempre riuscito ad estrapolare tutto il meglio dalla vettura ed ora sto lavorando molto duramente con il mio team di ingegneri per riuscirci da qui a fine stagione. Quest’anno non ho ancora avuto successo in tal senso”.

Ogni gara che passa fa sì che il momento di dirsi addio per Vettel e la Ferrari sia sempre più vicino. Nonostante, le parti avessero immaginato e preferito scrivere un capitolo molto diverso della loro storia, il pilota di Heppenheim non rinnega l’affetto avuto e ancora presente nei confronti della Scuderia: Tifo Ferrari sin da quando ero un ragazzino. Per me è come una storia d’amore… I ragazzi mi mancheranno. Il prossimo anno continuerò ad incontrare molti di loro all’interno del paddock, ma con meno frequenza e so già che non sarà più la stessa cosa“.


AutoreMarco Sassara – @marcofunoat

Foto: Ferrari – F1

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui