Calendario F1 2021: bozza ufficiale

0
Bozza ufficiale calendario F1 2020

Calendario F1 2021: bozza ufficiale


Era praticamente nell’aria. Dopo giorni di notizie rimbalzanti e l’annuncio della scorsa settimana, dell’introduzione del Gp dell’Arabia Saudita all’interno del calendario 2021, oggi prendiamo nota anche della prima bozza ufficiale apparsa sul sito della categoria regina del motorsport.

Di seguito la lista con le possibili date. Come potete vedere resta vuoto, al momento, lo spazio riguardante la 4° tappa mondiale che sarebbe dovuta appartenere al Vietnam, a cui si è dovuto rinunciare per motivazioni politiche. I vertici della Formula Uno starebbero pensando a una tra Imola, Portimao e Turchia come valida alternativa a riempire tale slot.

Calendario provvisorio F1 2021
1° Australia (Melbourne) – 21 marzo
2° Bahrain (Sakhir) – 28 marzo
3° China (Shanghai) – 11 aprile
4° TBC (TBC) – 25 aprile
5° Spain (Barcelona)*9 maggio
6° Monaco (Monaco) – 23 maggio
7° Azerbaijan (Baku) – 6 giugno
8° Canada (Montreal) – 13 giugno
9° France (Le Castellet) – 27 giugno
10° Austria (Spielberg) – 4 luglio
11° United Kingdom (Silverstone) – 18 luglio
12° Hungary (Budapest) – 1 agosto
13° Belgium (Spa) – 29 agosto
14° Netherlands (Zandvoort) – 5 settembre
15° Italy (Monza) – 12 settembre
16° Russia (Sochi) – 26 settembre
17° Singapore (Singapore) – 3 ottobre
18° Japan (Suzuka) – 10 ottobre
19° USA (Austin) – 24 ottobre
20° Mexico (Mexico City) – 31 ottobre
21° Brazil (Sao Paulo)*14 novembre
22° Saudi Arabia (Jeddah) – 28 novembre
23° Abu Dhabi (Abu Dhabi) – 5 dicembre
*in attesa di rinnovo contrattuale

Un calendario con 23 gare, composto da 5 back-to-back (Australia-Bahrain; Azerbaijan-Canada; Francia-Austria; USA-Messico; Arabia Saudita-Abu Dhabi) e 2 triplette (Belgio-Olanda-Italia; Russia-Singapore-Giappone), che se attuato (in tempi di covid il se è d’obbligo) risulterebbe il più denso di sempre.

Carey cuore d'oro: dona un milione di dollari al progetto "We race as one"
Chase Carey, presidente e CEO della Formula Uno fino alla fine di dicembre 2020

Di seguito il comunicato ufficiale rilasciato dalla F1 seguito dalle parole di Chase Carey.

Comunicato Ufficiale: “I piani per il 2021 hanno comportato un ampio dialogo con tutti i promotori e le loro autorità locali e nazionali in un momento di incertezza legata alla pandemia globale. La Formula 1 e la FIA hanno messo in atto solide misure restrittive per consentire alla stagione 2020 rivista di ripartire ed essere disputata efficacemente. Le sedi che ci ospiteranno nel 2021 sono rassicurate dal nostro ritorno alle corse avvenuto in questa stagione e sono fiduciose che i piani e le procedure che abbiamo istituito ci consentiranno di tornare ad un discreto livello di normalità. Come abbiamo già avuto modo di dire, ci aspettiamo che i fan tornino di nuovo in pista e che il calendario sia simile a quello pianificato in origine per la stagione 2020. Continueremo a lavorare a stretto contatto con i nostri promotori e partner e attendiamo con impazienza l’inizio della stagione, fissato per il 18 marzo 2021 in Australia“.

Chase Carey (presidente uscente della Formula Uno): “Siamo lieti di dare l’annuncio del calendario provvisorio 2021 della Formula 1, ideato dopo ampie conversazioni avvenute con i nostri promotori, team e FIA. Stiamo pianificando eventi che prevedono il ritorno dei fan per un’esperienza vicina alla normalità. Abbiamo dimostrato di poter viaggiare e amministrare in sicurezza i nostri eventi, con i nostri promotori che riconoscono sempre più la necessità di andare avanti e gestire il virus. In effetti, molti host vogliono effettivamente utilizzare i nostri eventi come piattaforma per mostrare al mondo che si sta cercando di andare avanti. Siamo lieti di vedere l’Arabia Saudita entrare a far parte del calendario e siamo altrettanto entusiasti di tornare nei luoghi in cui speravamo di correre nel 2020. Vogliamo ringraziare tutti i nostri promotori e partner per il loro continuo entusiasmo e collaborazione e non vediamo l’ora di regalare ai nostri fan una stagione entusiasmante di corse”.

La bozza del calendario di F1, come anche quello delle altre categorie propedeutiche, sono stati presentati all’attenzione del Motor Sport Council FIA e dunque in attesa di approvazione.


AutoreMarco Sassara – @marcofunoat

Foto: Formula Uno

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui