Gp Sakhir 2020-FP2: Problemi tecnici ed errori condizionano il lavoro in Ferrari…

0
Sebastian Vettel, SF1000, Gp Sakhir 2020

Gp Sakhir 2020-FP2: Problemi tecnici ed errori condizionano il lavoro in Ferrari…


Al via della seconda sessione troviamo delle condizioni leggermente diverse rispetto a quanto avuto nelle FP1: temperatura asfalto 26°C, ambiente 24°C, umidità 74%. La sessione inizia male per la Ferrari. Il lavoro serale di Charles Leclerc dura a malapena due giri. Dopo aver fatto registrare il miglior primo settore, intertempo che resisterà fino al termine del primo run, accusa un problema tecnico alla propria monoposto che gli permetterà a malapena di rientrare ai box. Qualche minuto più tardi si apprenderà anche della causa che ha portato la vettura numero 16 allo stop: rottura di uno dei due semiassi posteriori, riporta Mara Sangiorgio (inviata ‘Sky’). I meccanici si metteranno subito al lavoro per cercare di rimandare Charles in pista prima della fine della sessione.

Il primo run si conclude con Verstappen, Ocon e Albon nelle prime tre posizioni, racchiusi in 188 millesimi con gomme a mescola Media. Quarto Bottas su Hard, mentre Russell a parità di compound, non va oltre l’ottava posizione. Molto bene dunque la Renault, che fa un deciso passo avanti rispetto questo primo pomeriggio. In ripresa la Racing Point. Si conferma in top ten l’AlphaTauri, mentre Vettel si ferma in dodicesima posizione. Un po’ di rammarico per Charles Leclerc dal momento che il suo T1 realizzato con gomme Medie, ha resistito come best time per tutta questa prima parte di sessione. Di seguito la classifica alle 19:01. Unico aggiornamento Russell che riesce a fare 55”378 con gomma Hard. Le mescole selezionate per il primo stint sono state: Hard per Bottas, Russell, Raikkonen e Latifi; Medie per gli altri.

Gp Sakhir 2020-FP2: Problemi tecnici ed errori condizionano il lavoro in Ferrari...
Classifica FP2 ore 19:01

Il secondo stint su mescola Soft si conclude ancora una volta (al pari delle FP1) con George Russell al comando. Tuttavia, da segnalare il 54”506 ottenuto da Valtteri Bottas, poi successivamente tolto per aver oltrepassato i limiti della pista in curva-8. Nel suo gio lanciato con gomme Soft nuove invece Vettel effettua un lungo testacoda nel corso del quale per poco non va ad urtare contro la Haas di Kevin Magnussen. Purtroppo, a causa di questo errore non riuscirà a migliorare la sua prestazione e concluderà la sessione in 16° posizione. Alle 19:30 arriva la ‘triste’ comunicazione da parte di Mara Sangiorgio: lavoro terminato per Charles Leclerc, i meccanici non riescono a risolvere il problema entro la fine della sessione.

Gp Sakhir 2020-FP2: Problemi tecnici ed errori condizionano il lavoro in Ferrari...
Classifica 19:35

Termina dunque così la seconda sessione di libere, con Russell, Verstappen e Perez nelle prime tre posizioni. Continua a restare lì, saldamente in testa il talento britannico. Vero che Bottas, probabilmente se non avesse violato i track-limits, sarebbe stato in testa questa sera, ma è anche vero che quello di oltrepassare i limiti della pista in curva-8 è stato un problema cronico per Valtteri, perdurato anche nel corso del long run.

Lavoro Ferrari dunque condizionato dal problema tecnico patito da Leclerc e dai testacoda avuti da Sebastian sia con gomma Media, all’inizio della sessione, che con Soft. Cosa che ha molto condizionato Vettel nei suoi long run, risultati molto lenti (oltre i 59” mentre in più rapidi facevano 57”alto/58”). Di seguito la classifica finale in cui la maggior parte dei crono sono stati realizzati con gomme Soft. I tempi di Norris e Vettel risultano su Medie. Il britannico della McLaren ha accusato problemi al fondo vettura che hanno limitato la sua attività in pista.

Gp Sakhir 2020-FP2: Problemi tecnici ed errori condizionano il lavoro in Ferrari...
Classifica finale FP2

Il passo gara ha visto un’AlphaTauri e una Red Bull molto pimpanti, ma dobbiamo dire che le vetture poste là davanti hanno tutte ben figurato sotto questo aspetto. La Mercedes non sembra brillare, nè con Bottas, nè con Russell, ma è lì e sicuramente darà comunque filo da torcere a chi vorrà superarla perché comunque, almeno in fatto di ritmo di qualifica è senz’altro quella messa meglio. Come dicevo molto bene, così su due piedi, anche Renault e Racing Point. Nelle prossime ore avremo modo di consultare l’analisi da cui capiremo gli effettivi valori in campo.

Per il momento è tutto, appuntamento a domani per la diretta delle FP3. Inizio ore 15:00. Buona serata.


AutoreMarco Sassara – @marcofunoat

Foto: F1 – Ferrari

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui