Una Red Bull competitiva potrebbe non bastare a sfidare Mercedes

Una Red Bull competitiva potrebbe non bastare a sfidare Mercedes


Che la Red Bull quest’anno possa avere un pacchetto in grado di mantenere accesa la competizione con la Mercedes dall’inizio alla fine del mondiale è chiaro a tutti. Ovviamente il giudizio potrà subire qualche aggiustamento via via nel corso della stagione, man mano che avremo modo di valutare il comportamento della RB16B e della W12 sui vari circuiti. Al momento le nostre congetture si basano sulla sola Sakhir, ma comunque il fatto di aver tenuto testa alla squadra campione del mondo, riuscendo a metterla anche in difficoltà su un tracciato di motore, incrementa l’attesa in vista di layout più congeniali alla creatura di Adrian Newey.

Una Red Bull competitiva potrebbe non bastare a sfidare Mercedes
Gp Bahrain 2021: Sergio Perez (Red Bull) è costretto a partire dalla pit lane a causa di un problema palesatosi nel corso del giro di formazione

Tuttavia, anche se Verstappen è stato protagonista di un’accesa lotta per la vittoria e Sergio Perez ha compiuto una bella rimonta dalla pit lane fino alla quinta posizione, nel corso del primo weekend stagionale sono emerse dei problemi d’affidabilità che il team deve premurarsi assolutamente di risolvere in vista dei prossimi impegni. Uno su tutti l’anomalia che ha fermato il messicano durante il giro di formazione obbligandolo a scattare dalla corsia dei box, dopo che nella notte sia Red Bull che AlphaTauri erano state obbligate a sostituire centralina e pacco batterie sulla vettura di Checo e su quella di Yuki Tsunoda.

Per non parlare di quel fastidioso problema che all’inizio del Gp ha impedito a Verstappen di spingere come avrebbe realmente voluto e sul quale a distanza di giorni, intervenendo a Formel1.de, il portavoce Helmut Marko ha voluto rilasciare qualche delucidazione: “Ad inizio gara abbiamo riscontrato dei problemi al differenziale. Avevamo poco grip, le gomme pattinavano e si creava del surriscaldamento anomalo. Questo ci faceva perdere molto tempo nel T1: secondo nostre stime intorno ai 3 decimi al giro. Anomalia riscontrata anche sulla vettura di Perez”.

Marko
Helmut Marko, consulente e portavoce Red Bull

“In questa fase non siamo riusciti ad ottenere il vantaggio di cui avremmo avuto bisogno per gestire la gara ed evitare l’undercut ha sottolineato l’austriaco. “Il nostro vantaggio prima della sosta di Hamilton non è mai salito oltre gli 1,7 secondi, condizioni che hanno reso il sorpasso inevitabile. Senza contare il fatto che nelle fasi successive abbiamo dovuto ridurre la potenza per non surriscaldare la power unit. Una volta ritornato però tutto nella norma Max ha di nuovo potuto spingere ed è stato bravo a recuperare lo svantaggio”.

Una Red Bull competitiva potrebbe non bastare a sfidare Mercedes
Gp Bahrain 2021: Verstappen (Red Bull) a caccia di Hamilton (Mercedes), giro 51/56.

Insomma, una gara condizionata molto da alcuni problemi tecnici di troppo e sapendo quanto Mercedes possa essere un avversario ostile anche quando non totalmente al top, Marko non ha potuto fare a meno di invitare il proprio team a ricercare la perfezione. Unica vera arma sulla quale bisogna fare affidamento se si vuole vincere il confronto con gli epta-campioni del mondo: “Quest’anno abbiamo a disposizione un gran pacchetto: il motore e il telaio sembrano essere competitivi. Quindi credo che potremo affrontare Mercedes da pari a pari. Tuttavia dovremo fare un lavoro extra: dovremo essere impeccabili se vogliamo davvero vincere. Sappiamo che se non riusciremo in questo non potremo avere successo”.


Autore: Marco Sassara – @marcofunoat

Foto: Formula Uno – Red Bull

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

3,562FansLike
1,032FollowersFollow
3,649FollowersFollow

Meteo Prossimo GP

Imola
nubi sparse
5.2 ° C
6.7 °
2.8 °
75 %
1.3kmh
69 %
Dom
12 °
Lun
14 °
Mar
17 °
Mer
17 °
Gio
11 °
- Advertisement -

Latest Articles

- Advertisement -