Anteprima GP Francia 2021: Ferrari, tornano le curve veloci

Anteprima GP Francia 2021: Ferrari, tornano le curve veloci


Dopo aver fatto tappa appena fuori dal confine europeo, almeno quello geografico, ecco che la Formula Uno fa ritorno nel vecchio continente, dove vi permarrà, salvo sorprese, almeno fino al Gp d’Italia (10 – 12 settembre). Prossimo appuntamento: Le Castellet, comune sito a sud della Francia nella regione della Provenza-Alpi-Costa Azzurra. Il primo del trittico che si concluderà con il doppio impegno austriaco e che ci accompagnerà fino all’inizio del mese di luglio. Il circuito del Paul Ricard, tornato in calendario nel 2018 dopo aver ospitato 15 edizioni del Gp di Francia tra il 1971 e il 1990 (la prima vinta da Jackie Stewart sulla Tyrrell 003), è stato costretto a rinunciare all’evento dello scorso anno a causa delle normative anti covid vigenti sul suolo transalpino.

In tutto questo c’è però una bella consolazione. Il Paul Ricard quest’anno sarà il primo appuntamento a far registrare il più alto numero di ingressi: ben 15’000 spettatori giornalieri sono attesi sugli spalti a partire dalle libere del venerdì. Traguardo reso possibile grazie ad un arguto stratagemma. Nonostante la direttiva del governo impedisca di organizzare eventi sportivi con un numero max di 5’000 persone presenti, i promotori hanno pensato bene di istituire tre bolle assolutamente indipendenti collocate in altrettante diverse zone del tracciato. Raddoppiato così il numero raggiunto nel corso del Gp di Monaco, quando per qualifiche e gara si era riuscito ad aprire le porte a 7.500 fan.


Anteprima GP Francia 2021: Orari e televisione

Anteprima GP Francia 2021:
Gp Francia 2021: orari e programmazione weekend

Anteprima GP Francia 2021: Layout

L’abbastanza ampia distribuzione di curve ad alta, media e bassa velocità, fanno del circuito del Paul Ricard uno dei luoghi perfetti ad ospitare delle intense, ma oramai sempre più rare, sessioni di test al di fuori dai programmi ufficiali della categoria. Di estensione pari a 5.842 Km, il tracciato si compone di 15 tornanti: 6 a sinistra e 9 a destra. Quella che i piloti adorano maggiormente è la Signes (Curva-10) che cercheranno di percorrere in pieno prima di affrontare la violenta decelerazione del Beausset (Curva-11). Il circuito è dotato di quattro tratti ad alta velocità (rettilineo dei box, il successivo allungo tra Curva-2-3, e i due allunghi del Mistral divisi dalla Chicane Nord), due curve lente (5 e 15) con le altre tutte piuttosto veloci.

Anteprima GP Francia 2021:
Gp Francia 2021: Layout Paul Ricard

La pista, ha approfittato della lunga pausa lontana dalla F1 per rifarsi il look. Non soddisfatti del livello di spettacolarità garantito nel corso degli eventi 2018-2019, gli organizzatori hanno deciso di affidarsi alla nota azienda Dromo per riprofilare la maggior parte dei tornanti presenti sul tracciato. “La Curva-10 è stata l’unica a non essere interessata dalle modifiche, mentre le altre sono state tutte riviste” ha affermato Jarno Zaffelli, titolare di Dromo a ‘Race Fans’. “Alcune delle modifiche sono state fatte con il compito di garantire un maggior drenaggio, altre per cercare di incrementare il numero di sorpassi. Il cambiamento più grande ha riguardato Curva-5, il lento tornante a destra che i piloti affrontano in piena accelerazione prima di immettersi sul rettilineo del Mistral. Anche Curva-7 è stata opportunamente rivista: ora presenta una transizione più progressiva. Uscire bene da queste due curve garantirà ai piloti di preparare meglio all’attacco da portare prima della Chicane Nord”.


Anteprima GP Francia 2021: Aerodinamica e DRS

Il Paul Ricard presenta diverse configurazioni disponibili e ampie vie di fuga. Talmente vaste che è quasi impossibile per un pilota arrivare all’impatto con le barriere. Resta un tracciato piuttosto nuovo e in cui, nonostante venga spesso utilizzato come sede di test, soprattutto dalla Pirelli, in tempi recenti vi si è corso solamente due volte. Il che offre pochi punti di riferimento, sia ai piloti che alle squadre. Parlando di un tracciato in cui sono presenti una grande varianza di tipologia di curve, con una prevalenza a media-alta velocità site nel primo e nel terzo settore, si potrebbe pensare di propendere per l’utilizzo di livelli di medio-alto carico aerodinamico.

Anteprima GP Francia 2021:
Max Verstappen sfreccia sul rettilineo con l’ala mobile completamente spalancata, stagione 2021

Tuttavia, la presenza del lungo rettilineo del Mistral, fa del Paul Ricard una pista da medio carico e in cui poter contare su un buon bilanciamento e su una buona trazione saranno aspetti che giocheranno un ruolo importante soprattutto in uscita dei tratti lenti, in particolar modo nelle curve del terzo settore, e nei frequenti cambi di direzione. Dal momento che per i piloti sarà possibile usufruire dell’ala mobile lungo il rettifilo del traguardo e sul tratto del Mistral che porta alla Chicane Nord, la staccata di Curva-1 e Curva-8 saranno certamente i punti in cui si manifesteranno le principali azioni di sorpasso. Occasioni che potrebbero maturare anche in Curva-3 al termine del breve tratto rettilineo in cui si arriverà ad inserire fino alla settima marcia.


Anteprima GP Francia 2021: Power unit, carburanti e trasmissione

Il circuito francese è piuttosto sensibile alla potenza, mediamente severo per il motore mentre poco severo per l’impianto frenante e per il cambio. Non presenta criticità rilevanti neanche per quanto concerne il consumo benzina. Ci si attende dunque che il grosso del recupero dell’energia elettrica, in questo caso venga sostenuto dall’MGU-H in quei quattro tratti veloci, di cui abbiamo precedentemente disquisito, che andranno percorsi con farfalla completamente aperta.

Anteprima GP Francia 2021:
Il cofano che riveste la power unit Mercedes montato sulla W12

Nonostante Brembo abbia attribuito un indice di difficoltà pari a 2 su 5, come avrete modo di approfondire in seguito, anche l’MGU-K darà sicuramente un buon contributo sul fronte energetico specie al momento della frenata di curva-8, dove l’impianto entrerà in funzione per oltre 2 secondi. La trasmissione invece risulta decisamente poco stressata registrando tra i numeri di cambiate più bassi dell’intera stagione: poco più di 2100 scatti nel corso del Gp, circa 40 al giro.  


Anteprima GP Francia 2021: Impianto frenante

Secondo i tecnici Brembo, il circuito del Paul Ricard è tra le piste meno probanti per quanto riguarda l’impianto frenante. Su una scala da 1 a 5, ha ottenuto un grado di difficoltà pari a 2, il più basso della stagione insieme a Silverstone e Suzuka. I piloti di Formula Uno saranno chiamati a fare uso dei freni per più di 15,7 secondi al giro. Valore simile al GP del Bahrain anche se la pista di Sakhir si attesta essere più corta di 400 metri: in Francia, durante la gara, l’impianto frenante sarà impiegato per il 17% del tempo totale, mentre in quello barenita per il 18%.

Tutte le staccate richiedenti un tempo di frenata superiore ai due secondi sono concentrate nella parte centrale della pista, anche se poi il pilota risulterà stressato con carichi e decelerazioni abbastanza differenti. Vi è solo un punto in cui la forza agente sul pedale supererà i 100 kg, il che è abbastanza insolito per un circuito di F1. In genere ve ne sono almeno un paio in tutte le altre piste presenti in calendario. Delle 15 curve presenti, si ricorrerà all’utilizzo dell’impianto solamente in 8 occasioni di cui solo una è classificata come impegnativa per i freni, due a media intensità, mentre le altre cinque vengono definite soft.

La più impegnativa è senza dubbio quella da apportare in ingresso di Curva-8, la chicane che taglia in due il rettilineo di Mistral di 1,8 km. Le auto vi arrivano a 349 km/h per poi entrarvi a 140 Km/h. Lo spazio di frenata è di circa 126 metri e lo si percorre in 2,09 secondi producendo un carico sul pedale del freno di 143 Kg. La decelerazione subita dal pilota nella circostanza è pari a 5,3 g.


Anteprima GP Francia 2021: Ferrari in difesa del terzo posto

Settimo appuntamento iridato. La squadra del Cavallino a Baku ha conquistato il terzo posto nel mondiale costruttori e ora in Francia si ritroverà per la prima volta nella condizione di difenderlo. Come si dice spesso, la miglior difesa è l’attacco e la mentalità della Rossa è certamente più spostata sull’offensiva. Anche a Le Castellet, come in Azerbaijan, dal motore sarà richiesto un apporto importante sui lunghi tratti del Mistral. Tuttavia, l’impegno azero ha messo comunque in evidenza degli aspetti senz’altro positivi. Probabilmente, come accaduto due settimane fa, in Ferrari si cercherà ancora di andare a utilizzare una configurazione aerodinamica più scarica rispetto ai rivali, per non andare troppo in sofferenza nel settore centrale. Tecnica che ha pagato senza alcun dubbio in qualifica, ma che poi ha visto soffrire i suoi piloti in gara in termini di gestione degli pneumatici lo scorso weekend.

Anteprima GP Francia 2021:
Charles Leclerc, Ferrari SF21, Azerbaijan 2021

Quello di Baku è stato comunque un circuito anomalo, costituito prevalentemente da curve lente e allunghi. Il Paul Ricard, come abbiamo visto invece, è un tracciato misto. I tratti lenti del primo e del terzo settore, date le peculiarità della SF21 in questa tipologia di curve, non dovrebbero destare particolari preoccupazioni, mentre si potrebbe andare un po’ in difficoltà nei tornanti veloci, come la Signes, la successiva Beausset (da percorrere in 5° marcia), come anche l’uscita di curva-6 e 7 ad immettere sul rettilineo del Mistral. Punti in cui la rivale McLaren, per contro, dovrebbe saper sfruttare meglio. Riuscire a trovare il giusto bilanciamento aero-meccanico (anche le sospensioni richiederanno una messa a punto particolare per garantire un buon livello di trazione nei tratti lenti) sarà, ancora una volta, la maggiore sfida del weekend per i tecnici del Cavallino.


Anteprima GP Francia 2021: Lotta al vertice e direttive tecniche

Dopo i tanti punzecchiamenti in merito alla flessione delle ali posteriori, al Paul Ricard assisteremo finalmente all‘introduzione delle nuove verifiche regolamentari che dovrebbero smorzare definitivamente ogni polemica relativa a questo argomento (a meno che non si decida di aprire un altro dibattito riguardo le ali anteriori). La Red Bull si adeguerà alle nuove normative con la parola che passerà definitivamente alla pista. Dopo le deludenti prestazioni di cui la Mercedes si è resa protagonista tra Monaco e Azerbaijan, ora è arrivato il momento di tirare fuori i muscoli se si vuole mantenere il contatto per la lotta al titolo mondiale.

Anteprima GP Francia 2021:
Confronto Mercedes-Red Bull, Gp Azerbaijan 2021

Il tracciato, rispetto ai passati weekend, dovrebbe prestarsi maggiormente alle caratteristiche della W12 e ora che le ali torneranno ad avere un comportamento più rigido, bisognerà anche valutare l’impatto che questo potrà avere sulle performance della RB16B. Ali a parte, la sensazione è che dovremo assistere ad un weekend serrato come quelli visti ad inizio stagione. Questo sia per quanto riguarda la lotta al vertice, come anche lo scontro per il terzo posto costruttori.

Infine, in Francia assisteremo anche all’introduzione di un’altra direttiva tecnica, pensata all’ultimo minuto dalla FIA in accordo con la Pirelli per prevenire i cedimenti di cui si è tanto discusso al termine del Gp d’Azerbaijan. Le cause che hanno portato allo ‘scoppio’ degli pneumatici di Stroll e Verstappen, secondo i tecnici della P Lunga, sono da riscontrare nell’errate condizioni d’utilizzo. In sostanza si cercherà di monitorare maggiormente la pressione delle gomme attraverso dei controlli a freddo post sessione. La sensazione è che alcuni team riescano ad abbassare questo valore nel corso della gara traendo dei vantaggi nella gestione dello pneumatico.


Autore: Marco Sassara – @marcofunoat

Foto: Formula Uno – Mercedes – Ferrari – Red Bull – Brembo

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

3,584FansLike
1,032FollowersFollow
5,640FollowersFollow

Meteo Prossimo GP

Montréal
cielo coperto
25.7 ° C
27.4 °
24.4 °
62 %
5.7kmh
100 %
Ven
25 °
Sab
24 °
Dom
23 °
Lun
24 °
Mar
23 °
- Advertisement -

Latest Articles

- Advertisement -
Change privacy settings