Gp Italia 2021- Analisi on board Ferrari: “DD Alpha 13 ON”, problema al sistema brake shaping per Leclerc?

Per la Scuderia Ferrari la pista di casa è ostile. Lo sapevano perfettamente tecnici e piloti. Oggi, dopo la prima giornata di pista del quattordicesimo round del mondiale di F1, è arrivata anche la conferma. Il deficit di cavalli della power unit non perdona in un layout del genere. A questo va sommata la configurazione molto scarica all’anteriore (leggi qui tutti i dettagli tecnici) per combattere la resistenza all’avanzamento che, in fase di frenata, nella severe staccate del tracciato brianzolo, costringe i due ferraristi a un atteggiamento molto più prudente.

Durante le Fp1, unica sessione disponibile per modificare l’assetto prima del parco chiuso, gli uomini in rosso hanno scelto di dare priorità alle prove high fuel. Con le Hard i piloti del Cavallino Rampante hanno effettuato una simulazione di 5/6 tornate per testare l’efficienza della messa a punto “costruita” al simulatore. Dopo un test per tarare l’ibrido e raccogliere dati sull’efficienza dell’overboost K2, si è passati al giro push. Due run differenti per saggiare le doti delle vetture e prepararsi alle qualifiche.


F1- Gp Italia 2021- Analisi on board Ferrari: Q1

Le Rosse sono tra le prime vetture a scendere in pista. La track position è buona e permette agli alfieri della Rossa di attivare le mescole Soft al meglio. Esaurito il primo tentativo, peraltro non brillante, Charles si apre in radio e chiede se la monoposto abbia un problema, specialmente in frenata. Poi aggiunge: “C’è qualcosa che non funziona vero?“. Marcos risponde affermativo mantenendo la segretezza. “Ne parliamo ai box“.

Giunti nel garage si nota un confabulare a stretto contatto di gomito tra gli ingegneri. Due minuti più tardi la numero 16 viene rimessa in moto. L’ingegnere spagnolo scambia due parole con Leclerc. Xavi cerca di tranquillizzare il giovane talento della Ferrari e gli assicura che l’impegno per sistemare le cose è massimo. L’ex Alfa Romeo ne prende atto e aggiunge: “Ok… però dovete dirmi prima di curva 1 se avete risolto perchè altrimenti lo stile di guida cambia parecchio“.

F1
il monegasco Charles Leclerc (Scuderia Ferrari) attende ai box mentre i tecnici della Rossa indagano sul problema sofferto durante la qualifica del Gran Premio d’Italia edizione 2021

Durante l‘out lap il ferrarista prepara il giro push e alla variante Ascari inserire la Mode Race per lanciarsi nel suo secondo tentativo. Superata la prima variante, alla Biassono, Charles si apre in radio e urla: “Buaaa… It’s a disaster, f*ck!”. Seguono parecchi cambi di mappature tra i quali uno relazionato al sistema ERS per poi eseguire il driver defaultDD Alpha 13 ON” per cercare di azzerare il problema.

Pensando alla stretta relazione tra sistema ibrido e frenata, tenendo presenti le parole del monegasco relative allo stile di guida, un mal funzionamento del sistema Brake Shaping generato da una failure elettronica potrebbe anche essere plausibile. Difficoltà legata al sistema di recupero dell’energia ibrida che andrebbe a sbilanciare la percentuale di freno in staccata. A tal proposito, la dirigenza ha preferito essere criptica limitandosi a parlare di problemi elettronici.

Giunta nuovamente ai box alla Rossa incriminata viene smontato il capò per esanimare la parte posteriore in cerase di risposte. Di lì a poco, malgrado la vettura fosse giù dai cavalletti con il propulsore acceso e senza termocoperte, il muretto Ferrari battezza la tornata di Charles sufficiente per passare il taglio e pertanto arriva l’ordine di spegnere il motore. Lo stesso Carlos, dall’altra parte del garage, fa sapere che la mossa giusta è risparmiare un treno di Soft e la prima parte della qualifica, travagliata come non mai, si chiude.


F1- Gp Italia 2021- Analisi on board Ferrari: Q2

Il feed video riappare con Leclerc in sella alla sua monoposto e dopo i controlli del caso con le relative procedure arriva l’ok per tornare in pista. Entrambi i ferraristi montano un treno di Pirelli a banda rossa. Sulla numero 16 si azzerano le mappature relative all’Ers. A metà dell’out lap chiedono a Charles di spingere per testare la vettura e nella confusone generale parte il giro push.

Nel suo tentativo Carlos Sainz parte bene. Sembra carico. Purtroppo però, nel settore centrare, commette quello che potremmo definire un “bis mistake” che lo relega a posizioni rincalzo. Mentre il suo compagno di squadra, malgrado le difficoltà riesce a piazzare un crono che vale la nona piazza. Interessante notare come prima e dopo curva uno viene cambiato il valore della mappatura EB (Engine Brake – foto) per gestire al meglio la frenata dell’auto.

F1
Charles Leclerc (Scuderia Ferrari) agisce su una mappatura relazionata all’impianto frenante per gestite la vettura in curva 1 durante la seconda parte della qualifica del Gran Premio d’Italia edizione 2021

Benché la problematica legata ai freni sia ancora present parebbe che la situazione sia migliorata. O per lo meno questo sostiene Leclerc. Nel cool lap il muretto chiede un cambio di mappatura che va modificare l’emissione di carburante. La sensazione, non potendo conosce la vera natura del problema, è quella che i tecnici di Maranello abbiano effettuato un test per circoscrivere il “danno”.

Il secondo run della Q2 sarà fondamentale per Sainz che sino a quel momento era out dopo la tornata non perfetta. Tutto parte in maniera molto frettolosa per via del tempistiche molto strette e il traffico impera. Malgrado tutto i ferraristi riescono a lanciarsi in maniera pulita e alla fine il crono premierà entrambi. Passano pertanto il taglio classificandosi in ottava e nona posizone.


F1- Gp Italia 2021- Analisi on board Ferrari: Q3

Nell’ultima fase della qualifica la Ferrari ha a disposizione due “colpi”. Il primo tentativo, innanzi tutto, fattore positivo, non prevede nessun team radio relativo al problema sofferto da Charles in precedenza. Così come, a differenza della Q2, osservando il volante notiamo come il cambio di parametro legato all’impianto frenante è scomparso. Con su le Soft le Rosse fanno quello che possono. Settima e ottava alla fine del primo run.

Il bilanciamento delle SF21 non è sbagliato ma cercare di andare oltre i limiti della vettura non porterebbe a nulla di buono. E a giudicare dalla foga con la quale i piloti Ferrari hanno guidato non sembra esserci ancora molto da spremere. Ciò non toglie che l’ultimo giro push va disputato. I ferraristi vengono interrogati su un possibile “flap adjust“. Carlos non è sicuro e si affida al box mentre Leclerc decide in autonomia. Alla fine, per tutti e due, non arriverà nessun cambio.

F1
il ferrarista Charles Leclerc (Scuderia Ferrari) si appresta a scendere dalla sua SF21 alla fine della qualifica del Gran Premio d’Italia edizione 2021

L’ultimo run produce uno scambio di posizione tra gli scudieri di Maranello. La differenza di 50 millesimi narra l’equilibrio e il buon lavoro effettuato dai piloti che, parliamoci chiaro, oggi proprio non potevano offrire di più con il materiale a disposizione.

Alla fine Carlos sembra soddisfatto e scherza con Adami mentre Charles, al contrario, non spiaccica una parola nell’in lap. Quando la numero 16 arriva al parco chiuso Marcos si congratula con il monegasco per l’ottimo lavoro di gestione del problema in Q1 e Q2. Leclerc ringrazia e visibilmente deluso non aggiunge altro.


F1-Autore: Alessandro Arcari – @Berrageiz

Foto: F1-TV

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

3,584FansLike
1,032FollowersFollow
3,997FollowersFollow

Meteo Prossimo GP

Sochi
poche nuvole
18.9 ° C
19.1 °
18.9 °
55 %
4.2kmh
14 %
Ven
19 °
Sab
16 °
Dom
19 °
Lun
18 °
Mar
20 °
- Advertisement -

Latest Articles

- Advertisement -
Change privacy settings