Gp Australia 2022: una Ferrari perfetta mette l’impronta sul mondiale

F1 – Un fine settimana (quasi) da incorniciare per la scuderia di Maranello: ci stiamo forse riabituando ad ascoltare l’inno italiano per il gradino più alto del podio. E così se il solido Charles Leclerc è riuscito ad inanellare anche questo fine settimana pole position, giro veloce e vittoria, il promettente Carlos Sainz ha ancora bisogno di individuare la giusta chiave di lettura per ogni gara.

Tempo al tempo, siamo solo al terzo appuntamento ed il mondiale è talmente lungo che ci sarà occasione per sistemare ogni cosa al proprio posto. Questo non solo è quanto si augurano i tifosi, ma anche il team principal di rosso vestito, Mattia Binotto, il quale si trova questa domenica a dover gestire un esito nettamente contrapposto per i suoi due alfieri: una vittoria ed un ritiro.

F1
Mattia Binotto, team principal della storica Scuderia Ferrari

Le sue parole circa la gara ed il confronto con gli avversari sono state: “Siamo felici perché la vittoria è sempre bella e durante questo inizio di stagione la macchina, la squadra ed i piloti si stano dimostrando tutti veloci e competitivi, quindi ne siamo contenti. Per quanto riguarda la differenza sugli altri… Noi preferiamo concentrarci su noi stessi, approcciando ogni gara come una gara nuova, ed anche qui siamo venuti cercando ancora una volta di fare del nostro meglio“.

Sappiamo – ha proseguito il manager – che per vincere bisogna fare tutto alla perfezione, e credo che questa sia la mentalità con cui stiamo approcciando ogni competizione. E vedere oggi la macchina girar bene in condizioni difficili come quelle in Australia (ad esempio, temperature caldissime) è sempre una grande soddisfazione”.

Mentre per l’amaro ritiro di Sainz afferma: “Bisogna essere perfetti per raggiungere i risultati giusti come dicevo prima, e lui ha avuto qualche circostanza che non l’ha aiutato questo weekend. Già ieri in qualifica la bandiera rossa l’ha un po’ innervosito, quindi sul secondo tentativo magari un errore che gli è costato il poter partire tra i primi quattro ti rende già una gara in salita“.

F1
Carlos Sainz (Scuderia Ferrari) all’interno dei box durante la qualifica in Australia

Poi oggi sia gomme dure, sia un problema al volante in griglia di partenza, sono circostanze che psicologicamente non aiutano il pilota in quel momento… Fino poi a commettere quell’errore per cui l’ha pagata cara. Però Carlos lo conosco, è uno che ne trarrà lezione e che ne verrà fuori più forte di prima e sono certo che ad Imola saprà già riscattarsi”.

Sull’ottimo esito in merito alla prima posizione in classifica costruttori, viene inoltre richiesto se non si aspettasse già un simile risultato prima ancora di cominciare il campionato, senza però dichiararlo apertamente. Tuttavia Binotto smentisce, affermando che in realtà: “Non era nemmeno un pensiero che avevamo. Speravamo di poter essere competitivi e potercela giocare, e ad oggi la nostra felicità è vedere questi risultati. Sappiamo che le gare vanno affrontate una alla volta però sono soddisfazioni, è tanta roba”.

F1
Charles Leclerc (Scuderia Ferrari) – Gp Australia 2022

Indubbiamente tanta roba, soprattutto considerando dov’era la Ferrari sino a qualche mese/anno fa, e dove è arrivata adesso; merito del grande lavoro di gruppo che c’è alle spalle di questo progetto, e che soprattutto verrà ancor di più premiato al prossimo appuntamento.

Infatti di Imola dice: “Non vediamo l’ora in questo momento di forma di presentarci davanti ai nostri tifosi, anche perché è tanto che non c’è questa opportunità. La nostra speranza è che sia davvero tutto pieno per festeggiare insieme a loro questo momento, e anche se il risultato finale non lo possiamo sapere già da ora, affronteremo la gara cercando di dare il meglio. Ho ricordi bellissimi di ciò che è Imola, ovvero sempre un’emozione fortissima”.

Infine un’attenzione particolare alla questione dell’affidabilità, che si pensava potesse ricoprire un ruolo chiave più verso la fine del mondiale, ma che in realtà si sta dimostrando decisiva già da adesso. A tal proposito sostiene: “L’affidabilità ci deve essere sempre ed è una ricerca continua, visto che non è sempre garantita. Ross Brawn mi ha insegnato: To finish first, first you need to finish e quindi arrivare al traguardo è sempre fondamentale per ottenere risultato migliore, e questo per noi è un metodo di approccio”.

F1
il monegasco Charles Leclerc (Scuderia Ferrari) festeggia la vittoria nel Gran Premio d’Australia

Al termine dell’intervista poi, un’ultima domanda, probabilmente quella che tutti i tifosi iniziano a porsi: se prima o poi giungerà il momento di dover sancire una scelta tattica primo-pilota/secondo-pilota. Nulla di più remoto nei pensieri del team principal rosso: “Non sono problemi che ci stiamo ponendo in questo momento, entrambi sono molto veloci e forti. Carlos sta cercando la forma migliore e vuole dimostrare di essere all’altezza, e questo weekend stava guidando molto bene, poi alcune circostanze non hanno aiutato. Spero e sono convinto di vedere un Carlos che saprà metter alle corde Charles ed è quello che mi auguro”.

Insomma, un fine settimana dolceamaro per i tifosi del Cavallino Rampante. E per citare ancora una volta Binotto, concordo con lui quando dice: “Oggi si fa festa, ma non è detto che sia così sempre. Godiamoci questa di oggi”, e soprattutto, aspettiamo Imola per assistere al riscatto sia di Sainz che di Verstappen.


F1-Autore: Silvia Napoletano @silviafunoat

Foto: Scuderia Ferrari, F1TV

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

3,584FansLike
1,032FollowersFollow
6,138FollowersFollow

Meteo Prossimo GP

Abu Dhabi
poche nuvole
28.7 ° C
29.1 °
28.3 °
58 %
3.6kmh
20 %
Lun
29 °
Mar
26 °
Mer
26 °
Gio
26 °
Ven
26 °
- Advertisement -

Latest Articles

- Advertisement -
Change privacy settings