Gp Francia 2022/Isola: “Degrado dettato dalle temperature, due soste previste”

F1. Uno dei protagonisti del Gp di Francia è certamente il caldo. Ieri, durante le libere, la temperatura dell’aria ha superato costantemente i 30°C. Ma il dato più importante emerso nelle prime due ore di attività è stato quello relativo all’asfalto che, in alcuni momenti, ha sfiorato i 60°C. Una situazione che avrà chiare ripercussioni sul management dei compound. Specie sulla lunga distanza.

Se sul giro secco livelli così elevati di caldo aiuteranno nel warm-up delle gomme, è sugli stint più corposi che la situazione potrebbe complicarsi. Per tale ragione le risultanze delle qualifiche andranno prese con le pinze perché i valori osservati al sabato pomeriggio potrebbero essere rimescolati l’indomani. Di questo – ed altro – ha parlato Mario Isola.

Nulla di anomalo da segnalare per il n°1 di Pirelli Motorsport dopo il torrido venerdì di libere a Le Castellet. Il manager milanese non ritiene che il degrado riscontrato nella giornata di ieri vada oltre la soglia contemplata e prevede due soste per la gara. 

F1
Treni di Pirelli soft pronti per le verifiche

F1. Gp Francia: Pirelli è pronta ad affrontare temperature elevate

Guardando ai risultati di ieri non c’è nulla di inaspettato” ha commentato Isola nella FIA press conference riservata ai team principal. 

Carlos Sainz ha menzionato il graining tra gli aspetti da studiare al termine delle FP2, ma stando alle parole di Isola la causa principale è legata alle temperature elevate dell’asfalto, con picchi di 59°C nella giornata di ieri.    

Le alte temperature naturalmente influenzano il degrado gomme, ma non abbiamo notato nulla di anomalo, né graining né blistering. Probabilmente in gara si andrà su due soste”.

F1
lo spagnolo Carlos Sainz (Scuderia Ferrari) a bordo della sua F1-75 durante le Fp2

Pirelli: Mario Isola traccia il bilancio dopo metà stagione

Anche il bilancio dopo 12 round per quanto riguarda gli pneumatici da 18 pollici forniti da Pirelli per la stagione 2022 è positivo. 

Sono contento del risultato. Il nostro obiettivo principale era quello di fornire gomme che consentivano ai piloti di spingere durante lo stint. Considerando che è il primo anno con queste coperture sono soddisfatto”. 

Il test finalizzato al perfezionamento delle gomme del 2023, effettuato dopo il Gran Premio d’Austria con quattro team, ha portato a un altro importante step nella realizzazione delle coperture della stagione ventura. 

Il test in Austria è stato positivo” ha commentato Isola. “Abbiamo quasi terminato la nuova mescola per il prossimo anno, sia per le anteriori che le posteriori. Dobbiamo perfezionare soprattutto le gomme anteriori, perché le vetture di quest’anno soffrono molto di sottosterzo nelle curve lente e questo non era emerso nella mule car”.


Autore e foto copertina: Beatrice Zamuner – @beafunoat

Co-Autore: Diego Catalano @diegocat1977

Foto: F1, Pirelli Motorsport

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

3,584FansLike
1,032FollowersFollow
6,108FollowersFollow

Meteo Prossimo GP

Abu Dhabi
cielo sereno
31 ° C
31 °
30.1 °
45 %
5.1kmh
0 %
Dom
31 °
Lun
28 °
Mar
27 °
Mer
27 °
Gio
27 °
- Advertisement -

Latest Articles

- Advertisement -
Change privacy settings