Budget Cap gate: Red Bull rischia grosso

La violazione del regolamento finanziario di F1 da parte della Red Bull nel 2021 terrà banco ancora per molto tempo. Pur trattandosi di un overspending minore del 5%, l’infrazione potrebbe aver contribuito sensibilmente a modificare il perfetto equilibrio tecnico tra il team austriaco e Mercedes.

Nel lontano weekend di Austin del 2019, i vertici della massima categoria del motorsport presentarono ai media i pillar della nuova era. Tra questi l’introduzione di un regolamento finanziario che limitasse le spese esorbitanti di alcune scuderie in favore di un bilanciamento prestazionale.

In merito alla futura disciplina finanziaria, Ross Brawn fu categorico: “I regolamenti finanziari rappresentano un drastico cambiamento nella storia della Formula 1. Se si violano fraudolentemente le norme si perde il campionato. Quindi ci sono serie conseguenze se i team non rispettano queste regole”.

F1
Ross Brawn, Nikolas Tombazis e Chase Carey ufficializzano i nuovi regolamenti della F1 in occasione del gran premio degli Stati Uniti del 2019

F1.Red Bull ha violato il regolamento finanziario scientemente?

Il sospetto che Red Bull abbia superato scientemente il limite di spesa previsto nel 2021 prende sempre più corpo. L’aggressivo piano di sviluppo della RB16B nella parte conclusiva della stagione, in fatti, è stato un riflesso obbligato al fine di arginare il prepotente ritorno di Lewis Hamilton nella lotta per la corona iridata (clicca qui per l’approfondimento).

Un’appuntamento con la gloria che non poteva essere procrastinato dopo gli anni di egemonia Mercedes. Nonostante il 2021 sia stato l’anno dell’introduzione del budget cap, tutti le squadre potevano contare sul supporto del board della federazione appositamente costituito, la FIA Cost Cap Administration. Non è un caso che a valle dell’audit effettuato dal suddetto organo ai restanti nove team non sia stata contestata alcuna infrazione di carattere economico. Williams e Aston Martin sono state indagate per infrazioni procedurali.


F1. L’enigmatico comunicato della FIA sulla Red Bull

Nella notifica della federazione internazionale del 10 ottobre sono presenti alcuni passaggi che meritano di essere evidenziati. Nell’informativa, la FIA dichiara che tutti i concorrenti hanno fornito il loro pieno sostegno nel fornire le informazioni necessarie per valutare la loro situazione finanziaria durante questo primo anno del regolamento finanziario. Il board della FIA Cost Cap Administration ha rilevato che tutti i concorrenti hanno agito, in ogni momento, in uno spirito di buona fede e cooperazione durante tutto il processo.

La specifica menzione dello spirito collaborativo di tutti i partecipanti potrebbe essere un elemento a favore del team di Milton Keynes. Il regolamento, tuttavia, prevede anche fattori che possono attenuare la pena come ad esempio la piena e illimitata collaborazione con la Cost Cap Administration e/o la Società di Revisione Incaricata (paragrafo 8.16 punto d, nda)

F1
Estratto del regolamento finanziario in cui vengono elencati i fattori attenuanti

Inoltre, nel comunicato si rileva che rispetto a al primo anno di applicazione del regolamento finanziario l’intervento della FIA Cost Cap Administration si è limitato alla revisione delle argomentazioni presentate dai concorrenti e che non sono state avviate indagini formali complete. In sostanza, la l’indagine si è basata su reporting dal valore assimilabile ad autocertificazioni, senza aver operato un processo di compliance invasivo sulle reali spese dei team.


F1.Ecclestone prevede sanzioni dure nei confronti di Red Bull

Nonostante lo slittamento della comunicazione sull’esito della rendicontazione condotta dai team e alcuni passaggi dell’informativa facciano pensare a un approccio clemente della FIA nei confronti di Red Bull, il grande capo della F1 pre Liberty Media, Bernie Ecclestone, è fermamente convinto che la pena per la squadra capitanato da Christian Horner sarà durissima.

La dichiarazione rilasciata dal manager inglese alla testata tedesca “Blink” non si presta ad alcun tipo di interpretazione: “Red Bull perderà i punti del campionato nel 2021? Andrà anche peggio!”. Non è dato sapere se l’affermazione dell’istrionico Bernie sia frutto di una personale sensazione o di informazioni ufficiose.

F1
Nelson Piquet jr, sbatte a muro di proposito per favorire l’ingresso in pista della Safety Car nel corso del gran premio di Singapore 2008

Nella sua lunghissima esperienza a capo della F1, Ecclestone ha dovuto gestire imbarazzanti scandali come la spy story nel 2007, che vedevano coinvolto il team McLaren in un caso di spionaggio industriale ai danni della Ferrari ed il crash gate di Singapore nel 2008.

In entrambe le situazioni, le sanzioni a carico dei responsabili degli illeciti furono durissime. A breve capiremo se il nuovo corso della FIA e di Liberty Media intenda utilizzare il pugno duro o gli enormi interessi in gioco obbligheranno a definire un verdetto “soft”, che potrebbe rappresentare un pericoloso precedente per l’intero movimento della Formula 1.


Autore e grafiche: Roberto Cecere – @robertofunoat

Foto: Mercedes AMG F1 Team

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

3,584FansLike
1,032FollowersFollow
6,210FollowersFollow

Meteo Prossimo GP

Bahrain
cielo sereno
19.2 ° C
19.4 °
19 °
55 %
2.6kmh
0 %
Dom
19 °
Lun
20 °
Mar
21 °
Mer
19 °
Gio
18 °
- Advertisement -

Latest Articles

- Advertisement -
Change privacy settings