domenica, Aprile 21, 2024

Analisi telemetrica Ferrari: Leclerc non sfrutta la SF-23, la pole position era possibile

In Ferrari esplode una sorta “lotta” interna. Sainz ha tutta l’intenzione di stare davanti al proprio compagno. Sempre. Anche quando l’ordine a lui previsto lo relega di default dietro al monegasco. La situazione vissuta all’inizio del Q3 risulta emblematica in tal senso, dove lo spagnolo doveva cedere la sua posizione al compagno.

Tuttavia il così detto gentlemen agreement viene infranto quando la numero 55, a pochi metri dal via, sorpassa la vettura gemella all’esterno scatenando la rabbia di Leclerc che, dopo aver percorso la tornata che peraltro poteva piazzarlo in prima fila, si apre in radio criticando apertamente Carlos tramite una comunicazione al quanto piccata.

Per il resto, come anticipato, ancora una volta Ferrari spreca una ghiotta occasione. Sebbene le cose siano migliorate nella gestione di condizioni difficili e cangiati in merito alla pista, l’obiettivo prima fila era alla portata. Trattasi di mera congettura, ma il giovane talento di Monaco, innervosito per aver perso la posizione prima dell’ultimo tentativo lanciato, è stato in qualche disturbato modo da questo fatto? Chissà…


.

Analisi telemetrica Ferrari/T1: Leclerc migliora la percorrenza di curva 3-4.

Prendendo in esame il grafico telemetrico concernete i primo settore, osserviamo come dopo il traguardo i piloti giungono a una chicane molto veloce che si percorre essenzialmente in pieno. Già nella giornata di ieri la rossa faceva una leggera differenza, riuscendo a mantenere una velocità più alta e di riflesso guadagnare sui propri rivali.

Successivamente le monoposto effettuano una saccata per entrare in una “destra/sinistra” da medio lenta velocità. In questo preciso punto Leclerc riesce portare ben 12km/h in più a centro curva rispetto alla Red Bull che di fatto percorre traiettorie diverse per preparare al meglio l’apice successivo. La RB19, infatti, guadagna in curva 4 essendo più rapida di 3.5km/h. Mentre McLaren, addirittura, sviluppa 8km/h in più della SF-23.

Ferrari
telemetria Q3 – 1° settore – Gp Inghilterra 2023

Pertanto la rossa passa perde tutto il vantaggio accumulato e il gap in pratica si annulla e con il passare dei metri, a metà rettilineo, le quattro monoposto sono virtualmente appaiate. Da questo punto sino alla staccata di curva 6 la rossa guadagna sulla MCL60, evidenziando la scelta sul setup della Ferrari volto a eguagliare le velocità sugli allunghi della monoposto di Milton Keynes.


Analisi telemetrica Ferrari/T2: SF-23 effettiva in percorrenza alle alte velocità

Arrivando al secondo settore le prime due curve che si percorrono sono da media velocità. Leclerc cerca di staccare più profondo all’interno riuscendo di fatto a eguagliare la prestazione della RB19 in curva 8. Buona anche la percorrenza della 9, tratto del pista di non facile interpretazione generale. Norris preferisce penalizzare la sua velocità a centro curva per poi favorire la trazione in uscita.

Si giunge quindi al complesso delle Becketts, deve possiamo nuovamente notare un trend già evidenziato ieri con Sainz. La SF-23 si comporta molto bene nell’affrontare l’entrata della sequenza. Il vantaggio in termini di velocità si riduce rispetto a ieri, ma il gap a favore resta. McLaren invece perde alcune frazioni di secondo. Il fatto che Ferrari riesca a guadagnare è un segno importante, in quanto adottano un setup più scarico di Red Bull, sulla carta sfavorevole in tal senso

telemetria Q3 – 2° settore – Gp Inghilterra 2023

.Così non è però, aspetto che conferma la messa a punto ottimale messa assieme tra ingegneri Ferrari e piloti. Una buona velocità sul dritto senza perdere eccessivamente in curva, anzi, in certi casi addirittura guadagnando. C’è poi da dire che la rossa ha un feeling speciale con questa pista, visto che già l’anno scorso con un setting similare avevano fatto centrato pole position e vittoria.


Analisi telemetrica Ferrari/T3 : Leclerc perde la pole tra curva 13 e traguardo

Da curva 13 in poi la storia cambia. Charles perde velocità in uscita, rimanendo per più tempo in fase di percorrenza. Il gap sale attorno al decimo e verso la 15, cercando di recuperare, Leclerc esagera con la velocità. In questa curva, una destra molto veloce, perde la sua monoposto costretto a varie correzioni. In percorrenza parliamo di 13km/h in meno rispetto alla McLaren, addirittura 19 km/h su Verstappen.

telemetria Q3 – 3° settore – Gp Inghilterra 2023

Successivamente l’interpretazione dell’ultimo tratto è nuovamente deficitaria. Davvero un peccato in quanto il venerdì, proprio in questo punto, Sainz riusciva a trarre un discreto vantaggio. Il gap totale si alza sino a raggiungere i quasi 4 decimi, perdendo di fatto anche l posizione sulle due McLaren.

Norris mette a terra molti cavalli, ottenendo uno spunto migliore di Verstappen. Il suo gap si Leclerc si riduce sino a scavalcarlo Charles Leclerc. Leclerc, senza i diversi errori commessi, poteva aspirare alla pole, in quanto sino a curva 13 era in vantaggio su due volte campione del mondo in carica. Peccato.


Autori e grafici: Alessandro Arcari – @berrageiz – Niccoló Arnerich –@niccoloarnerich

Articoli Collegati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Resta Collegato

3,584FansMi piace
1,032FollowerSegui
7,558FollowerSegui
- Advertisement -

Meteo Prossimo GP

Suzuka
forte pioggia
15.9 ° C
16.7 °
15.9 °
96 %
2.7kmh
100 %
Dom
16 °
Lun
20 °
Mar
16 °
Mer
15 °
Gio
20 °
- Advertisement -

Ultimi Articoli

- Advertisement -
Change privacy settings