domenica, Marzo 3, 2024

Ferrari punta dritta alla vittoria del mondiale “B”

Per la Ferrari, come per il resto delle scuderie partecipanti alla campagna agonistica 2023, nulla di nuovo sotto il sole della F1. Sole che si è affacciato a sprazzi in Austria e che probabilmente si farà vedere ancora meno in Gran Bretagna. L’ennesima vittoria di Max Verstappen non è infatti mai stata in discussione, laddove l’unico vero punto di discussione è stato quello relativo alle performance dei diretti inseguitori.

In attesa di conferme o smentite in quel di Silverstone, lo scorso weekend abbiamo assistito alla conferma di quanto già visto già a Montreal, ovvero il consistente passo avanti della Ferrari ottenuto grazie a recenti update. Fortune alterne per Charles Leclerc e Carlos Sainz tra la gara sprint e la corsa della domenica. Ma il dato di fatto è che la SF-23 si è imposta con agilità come seconda forza, anche con discreto margine.


Ferrari vuole vincere il campionato delle inseguitrici

La lotta a tre per il secondo posto nel costruttori continua dunque ad infiammarsi, laddove il preciso ordine delle forze in campo sembra ora cambiare di gara in gara, ad indicare quanto le varie incognite possano ogni volta fare la differenza favorendo l’uno o l’altro team. Punti di attenzione che ad ogni uscita sembrano stravolgere il risultato, con fattori di molteplici tipologie a condizionare il lavoro dei team.

Dipenderà molto dall’arrivo di ulteriori piccoli aggiornamenti, come nel caso di quelli già annunciati da Aston Martin e Mercedes per Silverstone. Farà la differenza anche la conformazione del circuito, molto diversa da quella delle due precedenti uscite e che per stessa ammissione di Fred Vasseur potrebbe non essere altrettanto favorevole alla rossa.

Ferrari
il sorriso di Frederic Vasseur, team principal della Scuderia Ferrari – Gp Austria 2023

Da non sottovalutare, inoltre, anche il diverso format del fine settimana, con l’assenza della Sprint Race che darà due sessioni extra di prove libere alle scuderie, rispetto all’Austria, per sistemare il setup e testare la bontà del pacchetto recentemente aggiornato. Infine il fattore meteo, con le temperature della pista che in Inghilterra si preannunciano basse con forte rischio di pioggia.

Un fattore che di riflesso potrebbe rappresenterebbe di per sé qualcosa in grado di condizionare l’intero programma, sia in termini di strategie nella gestione del corretto timing tra qualifica e gara, che generalmente di maggiore propensione all’errore (sia umano del pilota che del muretto). Senza contare che Red Bull ha mostrato una finestra di funzionamento su pista bagnata enorme, elemento che potrebbe nuovamente favorire il team di per se già super favorito.

Inoltre ci sarà il tema relativo alle specifiche Pirelli riviste, con nuove specifiche da asciutto che debutteranno in gara: non si tratterà però di una novità teoricamente rivoluzionaria in quanto seppur inedite, secondo quanto riportato dallo stesso Mario Isola, non ci sarà nessun effetto in grado di modificare i valori attuali in pista. Le scuderie, però, secondo info racimolate nell’ultima settimana, non ne sono poi così convinte.

Infine, se dovessimo basarci solo su quanto visto nella gara più recente nel tentare di fare un pronostico degli “umani” (sempre al netto di un Max Verstappen “alieno” su una Red Bull imbattibile) per il fine settimana inglese, dovremmo inoltre considerare della partita anche Lando Norris che giocherà in casa forte dell’exploit della “nuova” McLaren, rinvigorita da soluzioni vincenti quali le nuove pance in stile Aston Martin.

il nuovo fondo aggiornato dellaMcLaren MCL60 - Gp Austria 2023
McLaren fondo MCL60 – Gp Austria 20023

A Spielberg la MCL60 a è stata addirittura la migliore delle vetture motorizzate Mercedes in gara, davanti a monoposto apparse inaspettatamente in difficoltà come Aston Martin e le frecce nere appunto, che non sono state in grado di bissare il podio del Canada. A tal proposito sarà interessante osservare il rendimento in gara della McLaren, sia per confermare l’eventuale bontà delle soluzioni adottate al netto del un layout, sia per vederle in azione anche sulla vettura di Oscar Piastri.

Insomma, a patto di accettare a priori l’ennesima vittoria del duo Verstappen/Red Bull, il fine settimana inglese non dovrebbe regalare delusioni a chi si aspetta battaglia in pista e confida in una Ferrari nuovamente a podio. E qualora così non fosse, per una volta basterà fare zapping e spostarsi sulla concomitante 6 ore di Monza: forse di questi tempi è più facile scommettere sulla 499P che sulla SF-23, se di vittoria parliamo.


Autore: Marco Santini – @marcosantini91

Immagini: Scuderia Ferrari

Articoli Collegati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Resta Collegato

3,584FansMi piace
1,032FollowerSegui
7,558FollowerSegui
- Advertisement -

Meteo Prossimo GP

Bahrain
poche nuvole
19 ° C
19.5 °
14.1 °
57 %
3.9kmh
13 %
Dom
21 °
Lun
22 °
Mar
22 °
Mer
22 °
Gio
23 °
- Advertisement -

Ultimi Articoli

- Advertisement -
Change privacy settings