domenica, Maggio 19, 2024

F1/Andretti: avanti a fuoco lento nonostante la ritrosia dei team

La F1 attende con impazienza il momento dell’apertura delle buste. Certamente non ci riferiamo ad un quiz televisivo, parliamo della querelle che ormai si protrae da mesi sulla partecipazione al Circus iridato dell’undicesimo team. La dead line doveva essere luglio, poi è stata posticipata alla pausa estiva. Attese inevase che ci hanno condotto alle porte dell’autunno. Oggi, giovedì sette settembre 2023, non è arrivata ancora nessuna comunicazione ufficiale da Place de la Concorde, Parigi. Vero è che ogni momento è buono per saperne di più ma le tempistiche annunciate da Mohammed Ben Sulayem non si sono concretizzate. 

Andretti-Cadillac, Hitech, Craig Pollock’s Formula Equal e LKY SUNZ, le quattro realtà che avrebbero risposto al bando di concorso indetto dalla FIA per due posti (sui nomi l’ente francese non si è sbilanciato per un obbligo di riservatezza, ma le indiscrezioni parlano dei succitati quattro team), sono ancora a braccia conserte in attesa di conoscere il proprio destino. Che dovrebbe compiersi a breve. 

Tra le quattro candidature quella più “pesante” è sicuramente quella che riporta agli Andretti. E non solo per la mole di risorse messe in campo (nel caso di accettazione saranno costituiti anche un team di F2 e uno di F3), ma anche per il supporto politico del n°1 della FIA. Uno slancio, quello di Ben Sulayem, che le scuderie presenti e Liberty Media non hanno apprezzato poiché intendono proteggere il business basato sulle dieci franchigie sportive. 

Andretti
Gli “alleati” Michael Andretti e Mohammed Ben Sulayem (FIA) a colloquio

Un modello, quello della decina, che è stato in grado di superare la crisi che la F1 ha conosciuto a causa della pandemia e che sta generando profitti ad alto voltaggio. Il timore è che il giocattolo possa rompersi e che i 200 milioni totali da pagare per chi entra siano un obolo che non crea ricchezza strutturale. Il sistema prova ad autoproteggersi ma il corso della storia non sembra deviabile.


F1: Andretti entrerà nonostante i timori dei team presenti

La sensazione è che Liberty Media e le scuderie, i soggetti più refrattari al cambiamento, si siano arroccati nei loro bastioni dorati. Ma senza troppo successo visto che il destino si sta per compiere. “Dal nostro punto di vista, stiamo solo seguendo le procedure. Abbiamo fatto tutto e ora è nelle loro mani. Stiamo attendendo ma dovremmo sapere qualcosa a breve. Non esiste una tempistica specifica, ma ci è stato detto all’inizio di settembre”.

Arrivare in Formula 1 nel 2025 sarebbe non solo vantaggioso, ma anche un fattore-chiave. All’inizio puntavamo ad entrare nel 2024. Tuttavia, man mano che la procedura si sviluppava, è diventato chiaro come il 2025 fosse più fattibile. Per quanto riguarda i piloti, posso dire con certezza che ci sarà un driver statunitense e un altro esperto“. Questa l’anticipazione che Mario “Piedone” Andretti aveva dato qualche settimana fa. 

Ieri c’è stato un altro piccolo passo verso il compimento di questo destino. Un segnale apparentemente minore che invece ha un grande valore simbolico: Andretti Autosport abbandonerà questa denominazione in un rebranding totale che porterà il gruppo a chiamarsi Andretti Global.

Michael Andretti e il socio Dan Towriss intendono accorpare tutti i team presenti nelle varie categorie in cui corrono (IndyCar, Formula E, l’Extreme-E, la Supercar australiana) in un unico e più riconoscibile marchio.

Andretti Global
Andretti Global: il gruppo che incamera tutte le attività nel motorsport degli Andretti

“Sono orgoglioso di ciò che Andretti Autosport ha realizzato nel corso degli anni e di tutti i ricordi che ne sono seguiti grazie a così tanti momenti speciali. Siamo orgogliosi del nostro passato e altrettanto entusiasta del nostro futuro. Mentre continuiamo ad espanderci e costruire un’istituzione sportiva globale, il nostro obiettivo è quello di radicarci nella cultura dei nostri fan, team e partner. Questo rebranding rappresenta una pietra miliare nel percorso del nostro team, ma siamo solo all’inizio. Siamo determinati a raggiungere il successo e fiduciosi che ci siano grandi cose in serbo per Andretti Global“, queste le parole del manager che hanno accompagnato la rimodulazione aziendale.


F1 – Andretti: una vittoria di Mohammed Ben Sulayem

Al di là delle affermazioni di circostanza (evitiamo di riportare anche quelle di Dan Towriss che sembrano una copia di quelle proferite dall’ex compagno di Ayrton Senna in McLaren), il raggruppamento delle varie branche sportive sembra essere un atto propedeutico all’ingresso in F1. L’annuncio è imminente e sembrano esserci pochi ostacoli alla sua formalizzazione. 

Ad opporsi potrebbero essere gli attuali membri del Patto della Concordia che, per le regole da essi stessi definite, non hanno molta forza per farlo. I team, con l’appoggio discreto di Liberty Media, dovranno mediare invece che arrivare allo scontro e ai ricorsi a suon di carte bollate. Andretti, che porterà con sé Cadillac, rappresenta un’opportunità per la F1 visto che, nel tempo, potrebbe accrescere sia la cifra tecnica che quella economica grazie all’introduzione di un gruppo veramente americano in una categoria sportiva che negli States prende sempre più piede. 

Mercedes
Toto Wolff, team principal di Mercedes AMG F1 Team

Proprio l’accresciuta capacità di fatturare grazie ad un gruppo solido, riconducibile ad un colosso come General Motors, è il grimaldello che, lentamente, sta scardinando le certezze dei reazionari guidati da Toto Wolff. Da questo punto di vista bisogna riconoscere che Mohammed Ben Sulayem è stato un apripista, uno che ha visto più lungo di chi pensa che non ci fosse altra strada che quella rappresentata dal cerchio magico dei dieci. Manca poco per una delle più grandi rivoluzioni della Formula Uno moderna: l’allargamento a 22 vetture. Per ora, perché nel futuro di medio termine ne potrebbero arrivare altre due. 


Autore: Diego Catalano – @diegocat1977

Foto: F1, Andretti Global, Mercedes AMG

Articoli Collegati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Resta Collegato

3,584FansMi piace
1,032FollowerSegui
7,558FollowerSegui
- Advertisement -

Meteo Prossimo GP

Miami
nubi sparse
33.2 ° C
37.2 °
31.1 °
74 %
6.7kmh
40 %
Sab
33 °
Dom
32 °
Lun
34 °
Mar
30 °
Mer
29 °
- Advertisement -

Ultimi Articoli

- Advertisement -
Change privacy settings