martedì, Giugno 18, 2024

Gp Giappone 2023/Analisi on board Fp2: Ferrari riduce il ride height. Migliora il bilancio, decresce il sottosterzo

Ferrari torna sul pianeta terra. O forse sarebbe meglio dire che Red Bull ristabilisce le gerarchie che abbiamo potuto osservare durante l’intera campagna agonistica 2023. A Suzuka il Cavallino Rampante non sta mostrando l’estrema solidità che abbiamo visto tra Monza e Singapore. La piattaforma aerodinamica della rossa non è perfetta. Tramite lo studio dettagliato degli on board, infatti, si nota un certo atteggiamento sottosterzante della SF-23.

Parliamo di una condizione limitante che di fatto ha reso le cose un po’ più difficili ai “due Carlo”. Durante la prima sessione di prove libere di questo Gran Premio del Giappone, la numero 16 è scesa in pista con la nuova versione del pavimento. Alcune modifiche che cercano, almeno sulla carta, di modificare la struttura vorticosa della vettura italiana per aumentare l’interazione dell’accoppiata fondo-diffusore.

Ovviamente è ancora presto per disquisire su questa tematica. Meglio attendere ulteriori conferme nella seconda ora a disposizione per testare le wing car. Se da una parte abbiamo sottolineato come le auto di Maranello abbiano mostrato un’impostazione un po’ “birichina”, allo stesso tempo dobbiamo menzionare un altro fattore: nel mini run con gomme Hard relativo alle prove high fuel, Ferrari ha sciorinato un passo davvero ottimo.

Ferrari SF-23
Carlos Sainz (Scuderia Ferrari) in azione a bordo della sua Sf-23 durante le Fp1 – Gp Giappone 2023

I carichi di benzina sono sconosciuti e nelle Fp1, solitamente, il quantitativo di carburante a bordo non è molto alto. Ciononostante il degrado con le Pirelli a banda bianca era molto basso, mentre quello messo in mostra dai competitor con le Soft molto alto. La raccolta dati sarà molto utile in questo weekend, considerando che l’obiettivo della Ferrari mira ad innalzare la comprensione dell’auto.


Ferrari SF-23: live Fp2 Giappone 2023

Tutto è pronto per il via della seconda sgambata nipponica. Queste le condizioni meteorologiche attuali: 29,7°C la temperatura dell’aria, 39,2°C quella dell’asfalto. Umidità al 78%, 2.2 Km/h l’intensità del vento che soffia dal quadrante sud. Verso la fine della prima sessione una leggera pioggia ha fatto presenza, scenario che al momento non si ripresenta. La pista non è ancora gommata a dovere, aspetto che senza dubbio non ha facilitato il lavoro dei piloti in pista.

Durante la pausa tra le sessione ci è stato riferito di un ritocco al sistema sospensivo della Ferrari. La ricerca del ride height più utile alla causa è ancora in atto. Contestualmente anche il carico installato all’avantreno ha subito qualche modifica. Al momento notiamo uno stretto chiacchiericcio all’interno dei box, cercando di affinare gli ultimi dettagli utili per ottimizzare il rendimento delle rosse. Il nuovo fondo è stato montato anche sulla numero 55.

Ferrari SF-23
Charles Leclerc (Scuderia Ferrari) scende in pista con la sua SF-23 nelle Fp2 con le Pirelli C2 “proto” – Gp Giappone 2023

Ciononostante il riferimento cronometrico di Leclerc è buono, considerando i tre decimi su Verstappen. Sainz al contrario sembra più in difficoltà soprattutto nel T2 se paragoniamo il suo crono a quello del compagno. Le rosse tornano ai box per affinare l’handling dando uno sguardo alla telemetria. Analizzando la totalità del giro, si nota come Ferrari paga tanto nel T1 su Red Bull, porzione del tracciato dove fanno presenza le “famigerate” curve rapide in appoggio.

Le due Ferrari scendono in pista. Ambedue montano le Pirelli C2 sperimentali. Si procede con un war up molto intenso prima di lanciarsi nel primo tentativo push. Parliamo solamente dei primissimi riscontri ma le due SF-23, a margine dei cambi sulla messa a punto, sembrano avere una piattaforma aerodinamica più stabile. Arrivano ora diversi cambi alle mappature della power unit, prima di tornare a spingere dopo un doppio cool down.

Nell’intento successivo notiamo la presenza costante del sottosterzo in alcuni punti del tracciato, anche se non eccessivo. Il programma di lavoro prosegue con il passaggio alle Medium. Entrambi i ferraristi cambiano il carico sviluppabile all’anteriore: “plus 1” per Carlos, “plus 2” per Charles. Messe da parte le mescole “proto” avremmo riferimenti senza dubbio più concernenti all’attualità.

Ferrari SF-23
Carlos Sainz (Scuderia Ferrari) a bordo della sua SF-23 con le Pirelli C2 “proto” – Fp2 – Gp Giappone 2023

Dopo un passaggio in pit lane si torna pertanto a calcare l’asfalto nipponico. Dall’on board notiamo come l’ala anteriore Ferrari continui a flettere parecchio. Calzando le Pirelli a banda gialla il grip delle rosse aumenta. Tuttavia dobbiamo sottolineare la difficolta costante al tornantino di curva 11, dove prendere l’apice non è affatto semplice per le due SF-23, aspetto che incide negativamente sulla trazione in uscita.

Messo da parte questo primo stint di procede ora con il secondo. Pirelli a banda rossa utilizzando la configurazione endotermico più spinta: Engine 1. Curata a dovere l’attivazione delle mescole si passa alla modalità push. L’extra grip delle Soft aiuta parecchio le due SF-23. Il monegasco, purtroppo, si becca del traffico nel T1 che lo rallenta. Per Marcos la perdita si attesta attorno al decimo di secondo. Per di più Leclerc ha commesso un errore in curva 9 che comunque non gli vieta di essere più rapido del compagno.

Arrivano diversi cambi relativi alla gestione dell’ibrido, mentre si discute via radio sul rendimento raffreddando le gomme. Adami chiede al suo piloti di alzare le performance nel T2, tratto della pista che lo spagnolo non sembra digerire al meglio. Mentre Sainz prende la corsia box l’altro ferrarista chiede ed ottiene un ulteriore tornata, nella quale non si migliora però. Garage anche per lui, quindi.

Le rosse tornano a calcare l’asfalto. Sainz monta un treno di Medium nuove di trinca, esattamente come il suo compagno che per tarda due minuti in più per uscire dai box. I programma di lavoro procede con le simulazioni high fuel, non prima di realizzare una tornata spinta. Da segnalare un leggero porpoising alla fine della retta principale e nel T3, assente nelle Fp1. Segnale che conferma il cambio sospensivo per diminuire le altezze da terra sull’avantreno.

Con i serbatoi pieni di carburante la SF-23 mostra un buon bilanciamento. Correzioni minime e buona costanza. Dopo aver messo alle spalle 4 passaggi Marcos chiede di prestare attenzione in fase di accelerazione in diverse curve, con l’obiettivo di contenere il degrado. In linea generale pare che tutte le vetture soffrano il consumo gomma, aspetto da tenere in altra considerazione per la gara.

Ferrari SF-23
Charles Leclerc (Scuderia Ferrari) durante le prove high fuel a bordo della sua SF-23 – Fp2 – Gp Giappone 2023

C’è molto traffico in pista che di fatto sta inficiando sui riscontri cronometrici. Difficile dare un giudizio anche in considerazione che la numero 1 di Max monta le Pirelli C2 proto 2024. Detto questo Ferrari sembra avere un buon ritmo che però non è all’altezza di quello del campione del mondo. Quando mancano pochi minuti alla fine della sessione arriva una red flag per l’incontro con le barrire di Pierre Gasly.

In conclusione tiriamo le somme. Nonostante la pista metta in luce le difficoltà della rossa nelle curve in appoggio, Ferrari ha reagito alle difficolta riscontrate nelle Fp1. Le modifiche sulla messa a punto hanno in parte corretto l’atteggiamento della SF-23, malgrado la tendenza ad allargare a centro curva rimanga. Si nota una certa mancanza di carico nel veloce che di fatto appare nel giro push. Bene le simulazioni high fuel che attestano il valore di seconda della rossa forza dietro a Verstappen.


Autore: Alessandro Arcari – @berrageiz

Immagini: Scuderia Ferrari

Articoli Collegati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Resta Collegato

3,584FansMi piace
1,032FollowerSegui
7,558FollowerSegui
- Advertisement -

Meteo Prossimo GP

Montréal
poche nuvole
23.9 ° C
25.7 °
20.6 °
75 %
3.1kmh
20 %
Mar
31 °
Mer
32 °
Gio
30 °
Ven
27 °
Sab
23 °
- Advertisement -

Ultimi Articoli

- Advertisement -
Change privacy settings